Siamo insieme da 8 mesi, ma...

Inviata da giulia00 · 22 giu 2022 Terapia di coppia

Sono due settimane ormai che ho dubbi sulla nostra relazione. Credo di non provare più le stesse cose di prima, ma se penso di lasciarlo mi sento male ed ho attacchi d'ansia. Ci penso costantemente. Ho anche provato ad allontanarmi da lui ma sono tornata "subito" da lui in entrambi i casi, (dopo un giorno e dopo mezza giornata). Io non mi sento io, dico anche che ho dovuto affrontare il lutto per mio nonno, venuto a mancare tre mesi fa: può essere che io stia soffrendo per questo e metto in discussione la mia relazione con lui? Sono molto stressata e l'ansia e la paranoia mi causano inappetenza, ci penso costantemente e non so come uscirne. Con lui sto "bene" gliene ho parlato e mi dà spazi ed attenzioni, quando siamo lontani vorrei solo vederlo e parlare; ma quando lo vedo in parte i dubbi tornano, cosa devo fare? Sono disperata ed esausta

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 23 GIU 2022

Salve Giulia, mi spiace molto per la situazione che descrive poichè capisco quanto questa scelta possa essere importante per lei ed impattare sulla sua vita quotidiana. Ritengo fondamentale innanzitutto che lei faccia chiarezza circa ciò che sente e ciò che prova verso questa persona, ritagliandosi uno spazio d'ascolto per elaborare pensieri e vissuti emotivi legati alla situazione descritta pertanto la invito a richiedere un consulto psicologico al fine di esplorare la situazione con ulteriori dettagli e trovare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici onde evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.
Credo che un consulto con un terapeuta cognitivo comportamentale possa aiutarla ad identificare quei pensieri rigidi, disfunzionali e maladattivi che le impediscono il benessere desiderato mantenendo la sofferenza in atto e possa soprattutto aiutarla a parlare con se stessa utilizzando parole più costruttive.
Credo che anche un approccio EMDR possa esserle utile al fine di rielaborare il materiale traumatico connesso ad eventi del passato che possono aver contribuito alla genesi della sofferenza attuale.
Resto a disposizione, anche online.
Cordialmente, dott FDL

Dott. Francesco Damiano Logiudice Psicologo a Roma

1677 Risposte

494 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 GIU 2022

Gent.ma Giulia
descrive un periodo critico legato innanzitutto alla recente perdita del nonno, i sentimenti e le emozioni che sta provando in questi mesi possono influenzare il quotidiano e anche la visione di alcuni aspetti della sua vita. Inoltre da poco ha anche messo in discussione il rapporto con il suo fidanzato, che pensa di lasciare (altra perdita) ma ciò le crea ulteriore malessere.
Sarebbe importante da una parte approfondire il rapporto con il suo fidanzato per essere maggiormente consapevole dei suoi sentimenti, dei suoi bisogni ecc., dall'altra capire quanto l'elaborazione del lutto in corso influenza le sue scelte e i suoi punti di visti
Un percorso terapeutico può aiutarla a lavorare su queste tematiche.
Resto a disposizione, anche online
Alessandra Voltolini

Dott.ssa Alessandra Voltolini Psicologo a Milano

48 Risposte

8 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

24 GIU 2022

Salve Giulia,
mi dispiace molto per il lutto che da poco l'ha colpita. Sicuramente questo momento che sta vivendo la rende molto fragile dal punto di vista affettivo. L'ansia e lo stress di cui parla sono emozioni che appartengono a questo periodo della sua vita perché probabilmente avverte dei cambiamenti e non sa come gestirli. Ne scaturisce dunque una crisi personale che inevitabilmente porta a mettere in discussione la sua relazione. Dentro di lei si muovono due forza: una che le sta dicendo che come è adesso la sua vita non la soddisfa a pieno, che c'è bisogno di modificare qualcosa, e l'altra che è la paura di lasciare ciò che si conosce, che ci fa sentire al sicuro. Quello che le consiglio é di accogliere tutti i pensieri e tutte le sue emozioni con serenità, evitando di controllare ogni cosa, lavorando dunque su se stessa, magari iniziando un percorso, che possa aiutarla a capire e analizzare al meglio questa fase della sua esistenza.
Per qualsiasi cosa resto a disposizione.

Un saluto
Dott. Assunta Sagliocco

Dott.ssa Assunta Sagliocco Psicologo a Aversa

13 Risposte

5 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 GIU 2022

Buongiorno Giulia comprendo il tuo stato d'animo e il disagio che stai vivendo infatti l’ansia causa paura o preoccupazione e questa può renderti meno consapevole dei tuoi veri bisogni in un dato momento. Può anche renderti meno in sintonia con le esigenze del tuo partner infatti se sei preoccupato di ciò che potrebbe accadere, è difficile prestare attenzione a ciò che sta accadendo. Quando ti senti sopraffatto, il tuo partner potrebbe sentirti come se non fossi presente. L’ansia può farti credere che qualcosa deve essere discusso immediatamente, quando in realtà una breve pausa può essere più utile. Se non esprimi ciò che senti o quello di cui hai veramente bisogno, l’ansia diventa più forte. Inoltre, le tue emozioni potrebbero sfociare in una spirale incontrollabile se le tieni dentro. quindi allena il tuo cervello per vivere nel presente. Se noti una paura o una preoccupazione che allontana i tuoi pensieri dai fatti o dal momento presente, metti in pausa e pensa a ciò che sai (al contrario di ciò che non sai). Calmati prima di agire. Condividi apertamente quando ti senti preoccupato e raggiungi il tuo partner (fisicamente o verbalmente) … Ti consiglio di chiedere aiuto per trovare il benessere psicofisico e relazionale. Resto a disposizione dott.ssa Claudia Mosneagu

Claudia Mosneagu Psicologo a Piazzola sul Brenta

50 Risposte

17 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 GIU 2022

Ciao Giulia,
questi dubbi intermittenti e questa sensazione ambivalente che senti in questo momento sono chiaramente sintomi di qualcosa e necessitano attenzione e comprensione per essere realmente ed efficacemente risolti.
Capire cosa si nasconde dietro a certe situazioni, spesso non è né semplice né scontato, motivo per cui è impossibile fornirti istantaneamente una soluzione.
Quello che rimane certo è l'importanza di ciò che senti e scrivi e il fatto che tutto ciò non debba essere ignorato, quindi ti consiglio vivamente un colloquio individuale di psicoterapia in modo da ben affrontare e gestire questa situazione in tempo.
Puoi usufruire anche della possibilità di richiedere un appuntamento online sia con me che con gli altri colleghi presenti sul portale.

Buona giornata

Laura Dini
Psicologa Psicoterapeuta

Dott.ssa Laura Dini Psicologo a Pescia

14 Risposte

5 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 GIU 2022

Buongiorno, evidentemente sta passando un periodo emotivamente instabile, probabilmente destabilizzata dagli eventi che ha raccontato. Le posso suggerire meno impulsività nell'agire e darsi del tempo per capire meglio cosa sente. Avere dubbi per due settimane potrebbe non essere sufficiente a prendere una decisione così importante, quindi potrebbe aspettare per capire meglio, altrimenti rischia di ripetere il comportamento che ha già avuto cioè provare a staccarsi senza esserne troppo convinta, col risultato di aumentare ulteriormente la confusione. Potrebbe parlare con uno psicologo perchè l'aiuti a chiarirsi su cosa sta passando.

Dott. Matteo Mossini Psicologo a Parma

331 Risposte

247 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 GIU 2022

Cara Giulia, il suo breve racconto fa emergere tutto il malessere che sta provando per questa sua situazione. La perdita di una persona cara e importante, come può essere un nonno, porta con sè vissuti emotivi non facili da affrontare e che possono influire su tutti gli aspetti della nostra vita. Potrebbe partire dall'elaborazione di questo lutto, se non lo ha già fatto, per poi lavorare su sè stessa per comprendere come si sente e ritrovare la serenità di un tempo.
Resto a disposizione.
Un caro saluto, dott.ssa Sara Manzoni

Dott.ssa Sara Manzoni Psicologo a Treviglio

382 Risposte

146 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 GIU 2022

Gentile Giulia,
da una parte ha dubbi sulla relazione, pensieri ripetitivi e dubbi su cosa prova, dall'altra il comportamento manifesto dice che non gli sa stare lontana. Non potrebbe essere proprio l'obiettivo che uno si pone in una relazione di provare le stesse cose dell'inizio a portare fuori strada? Ci sono modi giusti e sempre uguali di percepire il rapporto e l'altro, oppure nel tempo evolvono?
Dall'altra parte c'è un lutto recente che influenza i suoi vissuti emotivi e il suo dubbio lecito è che questo le possa far percepire le cose in modo diverso, compreso il rapporto.
Valuti il supporto di un/una psicoterapeuta per affrontare i vissuti emotivi legati al lutto da una parte, le dinamiche di pensiero, emotive ed affettive sulla relazione dall'altra.
Le faccio tanti auguri
Dott. Giovanni Iacoviello

Dott. Giovanni Iacoviello Psicologo a Bergamo

203 Risposte

131 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 34600 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 20550

psicologi

domande 34600

domande

Risposte 118150

Risposte