Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Relazione complicata come comportarsi?

Inviata da Marco il 3 feb 2017 Terapia di coppia

Salve. Sono un ragazzo di vent'anni scrivo da Bologna. Vorrei sapere come comportarmi con la " mia ragazza" poichè siamo arrivati a una situazione ingestibile e ho bisogno di consigli perchè da solo sembra che non ci riesca. Cercherò di riassumere brevemente la nostra storia. Stiamo insieme da quasi tre anni ormai con altri quattro di amicizia alle spalle. Premetto che ci siamo conosciuti al liceo e che nel corso del tempo lei ha dovuto sopportare i miei primi innamoramenti per due ragazze diverse. io non nascondo che lei non mi è mai stata totalmente indifferente ma la vedevo più come un'amica , lei invece faceva capire verso di me i suoi interessi ma io non li ho colti mai abbastanza nel corso dei primi tre anni di liceo, poichè ero volto a interessarmi di altre ragazze. Fatto sta che i primi tre anni vanno via velocemente , lei mi lancia segnali che non colgo , io vengo rifiutato da una ragazza e tutto procede così. Il punto arriva in quarta liceo quando comincio a cogliere i suoi segnali, lei mi parla di un ragazzo che le piace io comincio a capire e da lì mi confessa tutto e ci mettiamo insieme. Specifico che mentre dico di si a lei penso ancora a un'altra ragazza , C. che come al solito non mi considera minimamente. I primi mesi con la mia ragazza tutto bene, nascono le prime gelosie la prima storia sia per me che per lei. Cominciamo a scoprirci, l'attrazione fisica c'è sin da subito infatti il giorno dopo già cominciamo a fare l'amore cautamente però senza andare oltre un certo limite. I mesi passano fino a che ad un certo punto vengo tormentato ancora dalla presenza di C. nella mia testa. Vado lì le confesso tutto , C. mi rifiuta la mia ragazza lì ad aspettarmi. Sono un personaggio molto insicuro di me e cerco di andare avanti comunque e i primi problemi con la mia ragazza nascono. Lei si sente la seconda scelta, rimaniamo separati ad ogni vacanza (i suoi genitori non vogliono che io stia con lei, papà musulmano e mamma calabrese) usciamo di rado , a stento ci vediamo perchè i suoi genitori non tollerano la nostra storia. Siamo in quinta liceo, la situazione si ristabilisce fino a che non torna M. una mia vecchia amica da un anno fuori all'Estero e mi si riaccende tutto ciò che c'era per lei. Morale della favola confesso tutto anche a lei , M. mi rifiuta (la mia ragazza era a conoscenza di tutto questo) e si va avanti. Ottobre , novembre e dicembre passano velocemente solite vacanze senza vederci mai , torniamo a gennaio e tutto sembra risolto. La mia ragazza mi riempie di insicurezze, dice che non ci potevamo vedere mai più nè a scuola nè fuori perchè i suoi genitori ci inseguivano e allora preso da una situazione più grande di me a febbraio/marzo conosco una ragazza, G. della quale mi infatuo. I mesi passano, marzo , aprile , maggio e giugno facendo stare male la mia ragazza. Proviamo a lasciarci ma alla fine torniamo sempre insieme un pò perchè siamo in classe insieme e non riusciamo ad evitarci un pò perchè cadiamo sempre a far l'amore e tutto torna come prima. A giugno confesso tutto a G. per togliermi il dente la mia ragazza soffre anche G. mi rifiuta e siamo punto a capo. A giugno c'è una crisi incredibile tra me e la mia ragazza. Ci stiamo preparando per la maturità e non riusciamo a studiare insieme mai mi arrabbio spesso perchè volevo aiutarla e non c'era mai modo a causa dei suoi sempre in mezzo che non ci lasciano respirare e a causa mia perchè la fiducia cominciava mano a mano a scomparire ma non riuscivamo neanche mai a lasciarci, perchè comunque appena ci rivedevamo scattava qualcosa, qualche alchimia che ci portava a finire sempre nel far l'amore preceduti da coccole e abbracci dolci. Niente, morale dopo questa crisi in cui siamo stati settimane a non parlarci (il tempo di arrivare sui banchi per la prima prova) compare lei, E. insegnante esterna di italiano che mi fa perdere le staffe. Non so cosa mi succede me ne infatuo sempre di più, la mia ragazza capisce tutto e finalmente dopo la maturità riusciamo finalmente a distaccarci. Tento di lasciarla ma niente lei torna sempre a cercarmi comunque anche se passiamo agosto senza sentirci. A settembre comincia l'università sia per me che per lei io vado giù a Firenze lei rimane a Bologna mentre lavora anche infatti non riesce bene a dare gli esami. Neanche io relativamente ne do molti pochi perchè il viaggio da Firenze a Bologna mi distrugge. Morale ci sentiamo poco, ci vediamo poco lei nel frattempo stringe amicizia con una ragazza che non mi piace per niente e glielo faccio presente ( trovavo molto spesso foto compromettenti che lei le inviava) Insomma ci distacchiamo ancora di più fino a dicembre prima crisi tosta e pesante. Tutto Natale non si fa sentire , se si fa sentire mi tratta male, io sto male piango sempre fino a che non torno a gennaio con una sorpresa per lei, mi abbraccia e coccole e torniamo a far l'amore. Febbraio passa, due anni insieme ormai li abbiamo fatti ma lei mette la ciliegina sulla torta : mi tradisce fisicamente con un ragazzo conosciuto su We Chat ( sono venuto a conoscenza di ciò solo a ottobre scorso) e niente poi marzo va avanti solite crisi poi riappacificazioni. Aprile uguale maggio decide di lasciarmi io cado nel dolore più totale piango comincio a smettere di studiare poi riprendo. Do alcuni esami a luglio con un giugno in cui mi aveva fatto passare le più grandi tristezze ( lo meritavo insomma). Ma poi a luglio, dopo gli esami la rivolta : torna mi scrive mi contatta mi chiede di vederci parliamo si avvicina mi dice che vuole farmi innamorare di lei ( io avevo cominciato giù a fare il bravino in senso di donne ) e come al solito finiamo a far l'amore. E dopo sembra tutto sistemato ma non lo è per niente. Agosto mi parla poco, fa la distante vacanze sempre separate ( suo padre era venuto a casa mia di notte a parlare con i miei dicendo che se non ci lasciavamo mi mettevo in un brutto guaio) e fine agosto altra crisi. Un giorno parlavamo era arrabbiata perchè non sapeva come saldare il debito di soldi che aveva perchè voleva cambiare facoltà all'università (prima era a giurisprudenza poi cambia a lettere) se la prende con me e io le dico te l'avevo detto di non lavorare e studiare perchè poi perdi tempo soprattutto con il lavoro che fai tu (faceva servizio sociale e lavorava sei/sette ore al giorno) se la prende con me dice che non capisco mai e che lei ama un altro uomo. Bene. Settembre comincia si fa sentire poco anzi per niente,comincia l'università quindi mi mette da parte si va viva a ottobre senza avermi dato neanche gli auguri di compleanno torna su dicendo che si era comprata una casa nuova fuori città e che abita lì (ma non si sa come riuscisse ad arrivare in facoltà a Bologna ogni mattina) , mi confessò di questo suo tradimento svoltasi a febbraio e che si trovava bene all'università. Passano giorni , mi chiede di uscire usciamo e sembra che la cosa si stia risistemando. Facciamo tante cose insieme andiamo a visitare posti nuovi, mangiamo insieme, facciamo l'amore sembra che le cose comincino ad andare per il verso giusto. Invece no comincia a fare strani giochetti che quando non ci vediamo mi blocca su WhatsApp poi mi sblocca e poi mi ri blocca di nuovo. Novembre passa così un pò ci vediamo stiamo insieme e tutto bene un pò litighiamo e lei mi blocca ovunque poi mi sblocca per ri bloccarmi di nuovo. Morale della favola a dicembre altra crisi prima di Natale. Niente da fare si allontana di nuovo non ne vuole sapere tutto Natale mi lascia solo senza neanche dirmi gli auguri. Se ne torna a gennaio dicendomi che è fidanzata ora che è malata di leucemia e chiede di vedermi qualche settimana fa. io non noto segni di malattia e soprattutto la cosa più sconvolgente è che mentre parliamo mi bacia. Quei baci forti profondi che mi mandano di nuovo in confusione . Mi domando, perchè? Glielo chiedo su WhatsApp, zero risposte. La risposta? Che non ci scriviamo per una decina di giorni, decido io l'altro ieri di ricercarla e lei cosa fa? Appena vede il mio messaggio mi risponde una volta e dopo mi blocca nuovamente. La risposta è stata : esci dalla mia vita. io da questo comportamento non so come reagire perchè la situazione sta diventando ingestibile e vorrei un aiuto davvero perchè so che ci devo mettere un punto ma non so come perchè ogni volta che lei torna io ci ricado. E perchè torna? Non so davvero che pensare. Grazie mille e confido in una risposta.

Marco Brosco.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Caro Marco,
Ho l'impressione che ci sia un timore da parte tua ad investire le tue energie, aspettative, sogni, sentimenti etc su una sola persona. E questo ti porta sempre a spostare le tue energie su ciò che sfugge, su ciò che non puoi raggiungere stabilmente. Perché questo implicherebbe poi assumersi la responsabilità di mantenere quella stabilità. E la tua ragazza ha semplicemente risposto e reagito a questo: forse non consapevolmente ha appreso che l'unico modo per averti é quello di sfuggirti.
Ti consiglio di fare chiarezza su questi aspetti di te, magari anche solo con qualche colloquio con uno psicologo, così che, modificando il tuo atteggiamento, cambierà forse anche quello dell'altra persona. Ricorda comunque che ognuno fa le proprie scelte, e che imparare a scegliere ciò che si vuole davvero è importante.
In bocca al lupo per tutto! Rimango a tua disposizione per eventuali chiarimenti.
Saluti
Francesca

Dott. Francesca Filippini Psicologo a Imola

28 Risposte

30 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Caro Marco,
Come rispondere alla tua domanda?
Forse torna perché tu sei lì ad aspettarla.
Ma quando torna poi tu pensi a qualcun'altra.
Provare attrazione, fare l'amore basta ? O senti il bisogno di amare ed è essere amato? Di condividere cose insieme e progetti futuri?
Riesci a immaginare una vita con lei? Se ti va di continuare così devi solo rimanere lì in attesa dei suoi messaggi, dei suoi appuntamenti,crei suoi baci. Oppure puoi decidere tu di chiudere e andare oltre. Cosa pensi di fare?

D.ssa Daniela Sirtori Psicologo a Villasanta

246 Risposte

212 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20250 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15900

psicologi

domande 20250

domande

Risposte 80000

Risposte