Compagno in crisi

Inviata da Liberty · 8 apr 2022 Terapia di coppia

Salve, sto col mio compagno da 12 anni e abbiamo una figlia di 6 anni. Lui di punto in bianco mo ha detto che non mi ama più e vuole lasciarmi. Dice di non stare più bene, non sa quello che vuole, vuole libertà e ritrovare se stesso. Lui ha 41 anni, ha aperto attività da 1 anno. Dice che lui mette sempre avanti le necessità degli altri alle sue, che piuttosto sta male lui per non far star male gli altri. E questa cosa non vuole farla più, vuole essere se stesso e per ora non vuole preoccuparsi della nostra relazione. Ha iniziato un corso a gennaio per migliorare se stessi e acquisire metodi, per avere un anno epico, così dice il corso. Lui ha iniziato a scrivere e condividere emozioni in un gruppo dei corsisti, ha conosciuto una che apprezzava ciò che scriveva e da lì hanno iniziato a sentirsi costantemente a mia insaputa. L'ho scoperto e lui dice che lei lo fa stare bene, che a me non rinuncerebbe mai nella sua vita, anche se non dovessimo più essere una coppia. Però io lo faccio stare bene sotto certi aspetti, lei sotto altri. Perché con lei parla di passioni che con me non ci divide e con me ha un rapporto che ovviamente non può avere con lei che conosce da 2 mesi, virtualmente. Ora, io non so bene cosa gli stia prendendo ma è confuso, non gli, va più bene niente e non ne vuole sapere per ora di avere una relazione. Dice che io x tutti questi anni ho preso la sua vita perché non aveva libertà, perché si è sempre adeguato alle mie necessità. Si sarò stata anche autoritaria o lasciato poca libertà, ma inconsapevolmente. Ho capito i miei errori e li sto già cambiando, ma lui dice che prima devo ritrovare me stessa e se si innamorerà nuovamente di me allora ok, altrimenti pazienza. Dettaglio. Continuiamo a convivere sotto lo stesso tetto, ho voluto la promessa di non andare con altri e lui ha accettato, mi ha dato 6 mesi di tempo x vedere come va. Io vorrei riconquistarlo tornando quella di 12 anni fa, più spensierata e tranquilla.a lui ora non ne vuol sapere di questo vuole stare solo a fatti suoi econvive solo perché non vuole lasciarmi sola con nostra figlia, per non farmi troppo del male. Ci tiene a me, mi vuole nella sua vita, ma ora non come compagna. Come devo comportarmi? Sta affrontando una crisi esistenziale? Come posso aiutarlo? Mi scuso per la lunghezza, ma ci sarebbe da scrivere altre mille sfaccettature, ho riadsunto. Grazie.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 11 APR 2022

Gentile utente,
in una situazione così descritta potrebbe essere molto utile un lavoro attraverso e con la coppia-
E' chiaro che laddove questo non fosse possibile, qualora il suo compagno non accettasse un lavoro di questo tipo un lavoro individuale, suo personale, potrebbe sostenerla in un momento d'impasse come questo.
Avete entrambi la responsabilità di una bambina su cui inevitabilmente certe dinamiche e un certo clima familiare possono avere delle ricadute negative.
Sono certa che troverete la strada migliore per prendervi cura di voi stessi.
Restiamo a sua disposizione per qualsiasi chiarimento in merito.
Saluti,
Studio Associato Dott. Diego Ferrara, Dott.ssa Sonia Simeoli

Dott. Ferrara Dott.ssa Simeoli Psicologo a Quarto

603 Risposte

303 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 APR 2022

Cara Liberty quando si comincia con la confusione è già in atto un allontanamento emotivo. IL Suo compagno in questo momento è preda dell’emotività tipica dell’innamoramento/infatuazione.
Non dia troppo peso alle parole, molto di più ai comportamenti. Se lei non l’avesse scoperto lui avrebbe continuato a condividere con questa donna sensazioni ed emozioni. Per quale motivo dovrebbe approvare questo comportamento dal momento che agendo in questo modo sta venendo meno a principi fondamentali dello stare in coppia che sono lealtà, fiducia e fedeltà?
Dal momento che lei non ha più un ruolo centrale nella Sua vita lo lasci andare, lo lasci libero. Non è questo che le sta chiedendo? La libertà ha un prezzo, non si può avere tutto.
Se aveva da avanzare delle critiche riguardo il Suo modo di stare nella relazione poteva farlo durante gli anni della convivenza, che lo faccia oggi fa sorridere. Trovo incredibile che è lui ad invaghirsi di un’altra ed è lei che dovrebbe ritrovare sé stessa.
Il suggerimento che le posso dare è di chiedere un supporto psicologico per avere l’opportunità di essere aiutata a valutare la situazione in modo emotivamente meno coinvolto tanto da poter tutelare il più possibile la serenità Sua e della bambina.
Auguri
Dott.ssa M.A. Consalvi

Dott.ssa Maria Assunta Consalvi Psicologo a Roma

94 Risposte

25 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 APR 2022

Salve dalla descrizione riassuntiva, ma precisa che ha fatto ho potuto in qualche modo "conoscere" il suo compagno, i suoi sentimenti, i suoi pensieri, i suoi obiettivi, come sta vivendo questo momento, ma ho pochissime informazioni su di lei. Mi chiedo come sta vivendo lei tutto questo? Cosa prova per lui che ha scelto di lasciarla? Cosa prova quando le dice non ti amo? Cosa prova a stare in casa con lui? com'è provare a tornare ad essere come 12 anni fa? Cosa prova come compagna e come madre? Soprattutto di che cosa ha bisogno lei in questo momento di crisi che definirei di coppia, oltre che del suo compagno? Facendo riferimento alle ultime tre domande, mi colpisce come due siano dedicate al suo compagno e quella riferita a lei è concentrata sul da farsi. Purtroppo lei non può sostituirsi al suo compagno e fare cose per lui, è bene che ciascuno si occupi di se e ciò che si può fare in coppia è condividere, ascoltare, rispettare e sostenersi. Comprendo che, essendoci anche una "scadenza" 6 mesi, ci sia l'urgenza di capire cosa fare, ma la invito a stare e non fare. Una piccola strategia per iniziare a concentrarsi su di sè è ripensare a questa lettera e scriverla sostituendo tutte le frasi che iniziano con lui con io.....

Dott.ssa Laura Mangiagli Psicologo a Roma

15 Risposte

15 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 APR 2022

Gentile Liberty, quando si crea un probela nella coppia, è molto difficile che la responsabilità sia di una sola persona. Non mi fraintenda non voglio fare il discorso, sbagliato peraltro, che la colpa è sempre da due parti. Quello che voglio dire è che nel tempo, a causa di come reciprocamente i partner agiscono e reagiscono ai rispettivi comportamenti, si può creare una relazione poco funzionale. Il problema non è quindi cosa ha detto o fatto uno dei due ma il modo in cui ciascuno ha agito e, altrettanto importante il modo in cui l'altro ha reagito. Lei dice di essere forse stata autoritaria ma di non essersenre accorta. Questo può aver avuto un peso ma, allo stesso modo, ha pesato il fatto che il suo compagno non le abbia detto con chiarezza che si sentiva sotto pressione e che aveva bisogno di più libertà.
Questo glielo dico perché la frase "lui dice che prima devo ritrovare me stessa e se si innamorerà nuovamente di me allora ok, altrimenti pazienza" la sento, onestamente, un po' pericolosa perché ci sento che la responsabilità del cambiamento viene data solo a lei, cosa che quando si parla di coppia (è quindi si è in due) è poco plausibile. Vi suggerisco piuttosto, una terapia di coppia in cui entrambi abbiate la possibilità di confrontarvi con i modi in cui avete agito e reagito per capire a che punto siete oggi e dove volete andare.

Un caro saluto

Luisa Fossati

Dott.ssa Luisa Fossati Psicologo a Firenze

524 Risposte

545 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 APR 2022

Gentile Liberty,
è una situazione molto delicata e faticosa per lei. Se il suo compagno fosse disponibile potrete chiedere un aiuto come coppia. Altrimenti, se non lo fosse, l'unica cosa che può fare è chiedere aiuto per se stessa, per aiutarsi in questo momento difficile. Entrambi, in questo momento però, tenete a mente una cosa importante: che la vostra bimba di 6 anni sta vivendo con voi questo periodo di confusione e scombussolamento, e potrebbe avere bisogno anche lei di attenzione e cura.
Rimango a sua disposizione,
Dott.ssa Federica Landi

Dott.ssa Federica Landi Psicologo a Erba

10 Risposte

10 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 APR 2022

Salve, rappresenti di una situazione piuttosto delicata che può accadere dopo tanti anni che una coppia sta insieme. Sembra che il tuo compagno stia contattando nuovi aspetti di sé ed alcune cose del vostro rapporto che n ok non lo soddisfano più. Potrebbe essere utile fare un percorso insieme di terapia o comunque per te un supporto individuale in questo momento. Dott.ssa Tiziana Di Fazio

Tiziana Di Fazio Psicologo a Albano Laziale

17 Risposte

2 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 36450 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 21250

psicologi

domande 36450

domande

Risposte 124500

Risposte