Un altro Natale è alle porte...senti gioia, tristezza o angoscia?

Percepisci la gioia di poter vivere un nuovo Natale o vorresti scappare, non vedere nessuno e l'angoscia ti assale?

1 DIC 2021 · Tempo di lettura: min.

PUBBLICITÀ

Un altro Natale è alle porte...senti gioia, tristezza o angoscia?

Dicembre 2021: supermercati già pieni di pandori, panettoni, torroni, strade e negozi che iniziano a illuminarsi in ogni angolo, servizi in televisione sui mercatini di Natale, promozioni ed eventi di ogni genere sui social ma soprattutto, amici e parenti che iniziano a parlare di regali, pranzi, cene, aperitivi e merende.

Leggendo tutto questo, come ti senti? Percepisci la gioia di poter vivere di nuovo tutto questo calore o vorresti scappare, non vedere nessuno e l'angoscia ti assale?

Si dice "il mondo è bello perché è vario", e non c'è niente di più vero riguardo a questo particolare periodo dell'anno! Voglio affrontare questo argomento proprio dal punto di vista psicologico in quanto negli anni ho potuto osservare reazioni di vario genere nelle diverse persone che ho accompagnato nei percorsi di psicoterapia.

Chi sta già affrontando un percorso individuale o di coppia, magari con risultati positivi, potrebbe gioire di avere più occasioni per condividere con gli affetti più cari momenti che richiamano ricordi felici, dell'infanzia oppure di nuove relazioni stabilite di recente; un'altra parte di persone invece, proprio in questo periodo dell'anno, rischia di regredire per esempio su precedenti aspetti depressivi per gli stessi motivi, ovvero l'idea di non avere più gli affetti dell'infanzia o, al contrario, di dover passare forzatamente giornate intere con persone di cui interessa poco o con le quali non c'è feeling, solo per fare piacere a mariti, fidanzate, suoceri, ecc...

Per quanti gioiscono, le vacanze natalizie non sono mai sufficienti per vedere tutte le persone desiderate, mentre per chi soffre di solitudine o di "intolleranza alle relazioni" l'intero mese di dicembre può trasformarsi in una sorta di incubo dal quale non si vede l'ora di svegliarsi!!!

Attenzione, non mi sto riferendo solo alla persona che, annoiata dalle chiacchiere per lui/lei inutili, si addormenta sul divano alla fine del pranzo e fino all'ora di andar via, ma anche e soprattutto alle persone che soffrono di disturbi di vario genere che con tanta fatica cercano da sempre di arginare, ma che in questo periodo dell'anno potrebbero esplodere in tutta la loro problematicità, con ciò che ne consegue.

Un aggravante purtroppo anche per questo anno è la situazione dovuta al Covid che influisce sia su quanti attendono entusiasti questo periodo dell'anno, ma dovranno limitare cene e ritrovi, sia sull'umore di chi già reputa tale periodo deprimente e che con le seppur giuste restrizioni per la tutela della salute di tutti, rischia di far soffrire di solitudine molte persone.

Consapevoli che questo può accadere e anche con discreta facilità, la mia riflessione da professionista della salute mentale è di non aspettare il 7 di gennaio per rendersi conto passivamente che anche quest'anno il malessere ha inevitabilmente preso il sopravvento, ma affrontare i propri vissuti già da oggi stesso, per "sopravvivere" alle proprie paure e non farsi troppo del male.

Per chi invece non vede l'ora di iniziare questo mese così particolare dell'anno, buon divertimento!

PUBBLICITÀ

Scritto da

Dott.ssa Valeria Marangi

Bibliografia

  • Jaworski, M. (2019). Holiday Depression: How to Beat the Holiday Blues. https://www.psycom.net/beat-holiday-depression/
  • Sansone RA, Sansone LA (2011). The christmas effect on psychopathology. Innov Clin Neurosc; 8:10–3.

Lascia un commento

PUBBLICITÀ

ultimi articoli su depressione