La depressione e il corpo

Per l'essere umano il piacere è un orientamento psico-corporeo fondamentale che lo sostiene verso la vita. La depressione è uno stato di dolore che annulla questo orientamento.

9 GEN 2020 · Tempo di lettura: min.
La depressione e il corpo

La depressione è uno stato molto frequente e doloroso che può affliggere l'uomo temporaneamente (depressione reattiva) o in maniera costante ( cronica ) oppure ciclicamente come nei disturbi bipolari di personalità (depressione alternata a mania). La depressione è molto dolorosa e questo dolore si sente nel corpo: nel petto, nello stomaco, nella schiena…

La depressione è caratterizzata da un corpo senza vitalità e da una struttura caratteriale che rivolge l'aggressività contro se stessi. Il depresso non è più in contatto con il desiderio che è stato represso e rimosso. La persona depressa non è più guidata dal principio del piacere. Questa situazione è veramente molto dolorosa e caratterizzata da forti sensi di colpa. Se questa sofferenza non trova sollievo, può portare la persona a distruggersi anche con il suicidio.

Cause della depressione

Il carattere depressivo si forma in tenerissima età nella relazione con le figure parentali. La tendenza innata del neonato di protendersi verso la mamma o le figure di accudimento (Caregiver), con un sentimento di amore non è adeguatamente corrisposto. Questo suscita prima le proteste, la rabbia e il pianto del neonato. Se la situazione di non accoglienza perdura nel tempo il neonato inizierà a bloccare il suo movimento vitale di protendersi e svilupperà il senso di colpa ( per la rabbia contro la figura materna ) ed una impotente rassegnazione. Per trattenere la rabbia e per non sentire il dolore terribile di non sentirsi accolto e amato il neonato impara a trattenere il respiro e ad irrigidirsi nel corpo. Vedi Eva Reich "Il massaggio bioenergetico dolce".

Cura della depressione

Il lavoro terapeutico verbale e corporeo consiste nel sostenere il paziente nella rielaborazione delle sue relazioni primarie e del transfert sul terapeuta. Sul piano corporeo si sostiene il paziente a recuperare una respirazione migliore per alzare il livello energetico e con specifici lavori corporei si allentano le tensioni croniche che bloccano il corpo e le emozioni. Ben presto compariranno anche i sogni come riapertura della comunicazione con la vita inconscia e le pulsioni. Se si evidenziano rischi di suicidio dovremo prendere in considerazione con il paziente la possibilità di allertare la famiglia e le strutture sanitarie preposte.

Attività di prevenzione e di gestione del dolore depressivo

In particolare la classe di Esercizi Bioenergetici ed i trattamenti che restituiscono una migliore respirazione e vitalità al corpo sono molto utili per contrastare la depressione. Ballare, camminare, correre, respirare all'aria aperta facilitano la produzione degli ormoni che alzano il tono dell'umore e riaccendono la speranza nella vita e nel piacere di viverla. Anche il massaggio del neonato sofferente ma anche dell'adulto ha un valore terapeutico e di riparazione della situazione di deprivazione affettiva / nutritiva che sta alla base della depressione. In Umbria abbiamo attivato una terapia di particolare efficacia preventiva e curativa, la Terapia Amniotica e Bioenergetica in acqua per recuperare le memorie corporee preverbali di attaccamento e sostegno. Questa pratica ha una forte valenza antidepressiva

Scritto da

Dott. Lorenzo Truffi

Lascia un commento
4 Commenti
  • Martina Cafaro

    mi dica, il centro è presente in modo esclusivo soltanto in umbria? Lei non sa indicarmi uno studio una clinica che effettua la medesima terapia bioenergetica? L'articolo è stato molto interessante in quanto sin dall'infanzia sono entrata in contatto con figure genitoriali disfunzionali a causa della loro marcata depressione .....

  • Teresa oliver

    La depressione è scaturita da un senso di vuoto...di abbandono

  • Daniela Zucchi

    Tutti i vostri articoli sono interessanti....complimenti

  • Aika avonlea

    Buongiorno Molto interessante. A Roma c'è qualcosa di simile?

ultimi articoli su depressione