Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Infelicità e apatia

Inviata da Fabio · 29 dic 2015 Ansia

Buongiorno, da molti mesi ormai sto vivendo in uno stato cronico di apatia, svogliatezza, mancanza di entusiasmo genericamente abbastanza triste. Sono da molto tempo alle prese con problemi gastroenterologici, dormo male, spesso malissimo, talvolta mal di testa. Mi dicono spesso che il mio problema è l'ansia che si riflette su stomaco e intestino, ma io ritengo che sia invece vero il contrario. Insomma sto vivendo malissimo e credo di essere abbastanza depresso.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 29 DIC 2015

Gentile Fabio,
come le hanno anche detto altri colleghi occorre innanzitutto escludere possibili cause organiche dei suoi disturbi attraverso visite mediche e accertamenti clinici.
Eslusa l'origine organica dovrà essere indagata quella psicologica con l'aiuto di uno psicoterapeuta che possa intervenire sull'ansia e sul tono depresso dell'umore.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6840 Risposte

19098 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 GEN 2016

Buongiorno Fabio,
intanto grazie per aver sottoposto il suo quesito. Certamente, come già le hanno suggerito, è necessario escludere cause organiche.
In un secondo momento, potrà chiedere una consulenza ad uno psicoterapeuta per approfondire il suo malessere e trovare insieme il percorso più efficace.
Chiedere aiuto è un passo importante per stare meglio.

Le auguro una buona giornata,
Dott.ssa Tiziana Porta
Psicoterapeuta cognitivo-comportamentale
Monza

Dott.ssa Tiziana Porta - Psicoterapeuta cognitivo-comportamentale Psicologo a Agrate Brianza

1 Risposta

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 GEN 2016

Gentile Fabio,
nei disturbi a componente psicosomatica le cause organiche e qualle psicologiche sono strettamente interconnesse e si influenzano a vicenda.
Perciò chiedersi se l'origine sia ansioso-depressiva o organica equivale a chiedersi se sia nato prima l'uovo o la gallina e non porterebbe a niente.
Ciò che le suggerisco vivamente invece è di affiancare alle cure mediche, un supporto di tipo psicologico, magari a orientamento psicodinamico.
E' ampiamente dimostrato ormai che lo stato dell'umore influenza in maniere importante anche il sistema immunitario e la resilienza ai trattamenti medici, per cui affrontere il problema in maniera globale e integrata (aspetti mentali e corporei) è sicuramente la soluzione migliore.
Cerchi di agire al più presto. Lo stato depressivo può rendere difficile iniziare qualcosa, ma le assicuro cheuna volta trovata la forza di "alzarsi", dopo diventa meno faticoso camminare.
I più sinceri auguri
Michele Vecera
Psicologo-Psicoterapeuta, Cagliari

Studio di Psicologia Clinica e Psicoterapia dr. Michele A. Vecera Psicologo a Cagliari

25 Risposte

22 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

31 DIC 2015

Caro Fabio
in questa situazione fai in modo di assicurarti di essere seguito ed aiutato da uno psicoterapeuta.
Dal momento che i sintomi che descrivi possono essere curati e tu puoi davvero migliorare molto, non perdere tempo e non aspettare che il quadro si croniocizzi.
Forza! è arrivato il momento di credere che puoi evolverti e trovare motivazioni di vita forti che, insieme alle cure, ti faranno vivere più pienamente.
Prova a pensare anche a dare agli altri ed evita il più possibile un ripiegamento su te stesso e sui tuoi sintomi.
Augurissimi
Dott Silvana Ceccucci psicologa psicoterapeuta

Dott.ssa Silvana Ceccucci Psicologo a Ravenna

3084 Risposte

6898 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 DIC 2015

Buon giorno Fabio, da quello che dice ritengo che Lei abbia consultato uno o più medici, e che da loro abbia avuto il suggerimento di considerare il Suo umore mentale come concausa o causa pricipale dei sui disturbi fisici. E' scientificamente assodato che il corpo e la mente sono inestricabilmente legati e che uno stato di depressione psichica si rifletta sulle funzioni somatiche.
Perchè non rivolgersi anche ad un fidato psicologo che possa aiutarLa ad esplorare anche il versante psichico dell'insieme dei Suoi disturbi ?
Per esperienza con molti pazienti so che la depressione di cui lamenta può essere affrontata e risolta, e che questo porta spesso alla risoluzione anche dei disturbi fisici. Cordialmente. Dr. Marco Tartari, Asti

Dott. Marco Tartari Psicologo a Roatto

723 Risposte

427 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 DIC 2015

Buongiorno Fabio,
com prima cosa cercherei di fare un check up completo del suo stato di salute, in modo da escludere un problema di tipo medico. Se dagli esami dovesse risultare tutto nella norma proverei a consultare uno psicologo che la sottoporrà a test per inquadrare il suo disagio. Bisogna capire quale sia il problema a monte che scatena questo sua stato di apatia e tristezza.
Spero di aver risposto alla sua richiesta, ne caso dovesse avere altri dubbi non esiti a contattarmi.
Un saluto

dott.ssa Miolì Chiung
Stduio di Psicologia Salem

Anonimo-125892 Psicologo a Milano

220 Risposte

912 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 DIC 2015

Buongiorno Fabio,
ci descrive quello che pare essere una situazione in cui convivono ansia e depressione, e i suoi problemi fisici costituiscono uno spiacevole contorno.
Per quanto riguarda l'origine dei problemi gastrici, questa rimane ignota fino a ulteriori approfondimenti presso uno specialista. Sia nel caso in cui l'origine sia psicologica che quello in cui siano strettamente fisici, essi hanno un tangibile riverbero sul suo stato d'animo, e richiedono certamente di essere gestiti.
Non ci specifica se questo malessere ormai presente da molti mesi abbia avuto una causa scatenante o pare essere comparso dal nulla, o ancora se sia riemerso dopo un periodo di maggiore benessere.
Pur non ponendo una richiesta specifica, mi permetto di dirle che si tratta di condizioni risolvibili, magari attraverso un intervento combinato di pertinenza sia farmacologica che psicoterapeutica, di durata e tipologia variabili in rapporto alle sue condizioni e alle sue aspettative.
Un saluto

Dott. Alberto Idone Psicologo a Torino

34 Risposte

105 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Ansia

Vedere più psicologi specializzati in Ansia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 21850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16200

psicologi

domande 21850

domande

Risposte 82350

Risposte