Doc o non accettarsi

Inviata da Anonimo · 25 apr 2019 Disturbo ossessivo compulsivo

Salve a tutti,mi chiamo Gaia e ho 20 anni..
Da circa 9 mesi ho pensieri intrusivi di tutti i tipi: omosesssuali, avere il demonio, avere l'hiv e altre malattie, avere paura di uccidere qualcuno,non amare più il mio ragazzo e molte altre..
Quella che mi tormenta di più è quella di poter essere lesbica,continuo a farmi immagini e testare se mi piaccia o meno, ci sono volte che non mi da sensazioni e altre che sembra sia vero e mi eccito, ho guardato anche video lesbo per testarmi e una volta ahimè ho raggiunto l'orgasmo e da li panico più totale,mi sono sentita sporca,traditrice nei confronti del mio ragazzo e veramente uno schifo.
Continuo a farmi domande su domande e chiedermi "ma se sto nascondendo a me stessa di esserlo" ma se non lo accetto e lo sono"
Mi capita spesso di guardare ragazze e testarmi anche con quello
A volte ho ansia e altre no, e quando non la sento li mi sembra più vero il fatto che io sia lesbica,continuo a chiedere pareri ad amiche e loro mi rassicurano ma ora come ora nemmeno loro riescono tanta è la mia convinzione
Non so più cosa fare...
Rivorrei indietro la mia vita
Scusate per il messaggio lunghissimo e grazie in anticipo

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 26 APR 2019

Gentile Gaia,

avendo grande esperienza nel disturbo doc posso confermarle che questi pensieri sono di natura ossessiva. Questo problema si può risolvere attraverso una psicoterapia cognitivo-comportamentale.

Mi scriva pure privatamente per qualsiasi informazione.

Cordiali saluti,

Dott.ssa Silvia Picazio

Dott.ssa Silvia Picazio Psicologo a Roma

343 Risposte

130 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 APR 2019

Ciao Gaia,
a 20 anni la sessualità ha sempre bisogno di sperimentazioni e a volte non risulta ancora strutturalmente ben definita e completa, essere incuriositi da tipi di rapporti (in questo caso omosessuali) che non si è mai provato è una cosa moto comune e a mio avviso fondamentalmente "sana". L'avere fantasie di tipo omosessuale non necessariamente significa "essere omosessuali", anzi in molte persone tali fantasie servono spesso per soddisfare le spinte omosessuali latenti (naturalmente presenti in misura variabile un po' in tutti noi) senza arrivare ad avere rapporti omosessuali veri e propri. Il mio invito è quindi quello di provare ad accettare senza timore tale curiosità, magari anche condividendo con il tuo ragazzo le paure legate a tutto ciò.
Se senti il bisogno di un aiuto per gestire questa situazione puoi rivolgerti ad uno psicoterapeuta o, se presenti nella tua zona, anche ai consultori delle asl.



Un abbraccio.

Dott. P. Salvi

Dott. Pierluigi Salvi - Associazione di Promozione Sociale LOGOS Psicologo a Empoli

146 Risposte

54 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 APR 2019

Gentile Gaia,
i suoi pensieri intrusivi ed ossessivi di natura omosessuale sono solo un aspetto del suo più ampio disturbo O-C.
Soprattutto nel caso delle ossessioni, è importante comprendere che, per quanto ansiogeni e angoscianti, si tratta soltanto di pensieri che non vengono poi agiti come comportamenti e che bisogna lasciar scorrere.
Anche l'aver raggiunto l'orgasmo con la masturbazione nel fare i suoi test visionando filmati lesbo non è prova di orientamento omosessuale.
Il suggerimento è di curare il DOC tramite un percorso di psicoterapia cognitivo-comportamentale eventualmente associato a farmaci SSRI.
Cordiali saluti.
Dr.Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicvologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7411 Risposte

20814 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 APR 2019

Gentile utente,
I pensieri intrusivi da lei lamentati sembrano classici pensieri di natura ossessiva. (sia per il contenuto che per l'insistenza con la quale si presentano). Sebbene per definirli tali è necessaria una valutazione psicologica. Il consiglio è quindi quello di rivolgersi ad un professionista per valutare ed eventualmente prendere in carico la situazione. La chiarezza, assenza di dubbi, sarà una conseguenza del lavoro psicoterapico eventualmente intrapreso. Spero di essere stata di aiuto. Saluti.
Dott.ssa Rosaria Nocera

Dott.ssa Rosaria Nocera Psicologo a Palermo

17 Risposte

14 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Disturbo ossessivo compulsivo

Vedere più psicologi specializzati in Disturbo ossessivo compulsivo

Altre domande su Disturbo ossessivo compulsivo

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28400 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18200

psicologi

domande 28400

domande

Risposte 97500

Risposte