Le persone non cambiano… o forse sì?

<strong>Articolo rivisto</strong> dal

Articolo rivisto dal Comitato di GuidaPsicologi

Forse le persone non cambiano, forse le vediamo diverse perché siamo noi che le guardiamo con altri occhi. Ma a volte abbiamo visto alcune persone cambiare davvero. Dove si trova la verità?

12 set 2019 · Tempo di lettura: min.
Le persone non cambiano… o forse sì?

Per capire se una persona sta cambiando, occorre prima conoscerla bene.

Conoscere una persona richiede tempo ed esperienza, richiede vivere insieme esperienze, per capire i meccanismi profondi dell’animo umano. Molto spesso tendiamo a idealizzare, o a vivere superficialmente gli atteggiamenti di chi ci sta accanto senza approfondire molto.

Ma prima o poi arriva sempre il momento in cui questi veli cominciano a cadere. Ma non è l’unica occasione in cui possiamo trovarci davanti al cambiamento di una persona o di anelare ad esso: potrebbe essere il caso in cui stiamo con qualcuno che ci ha promesso di cambiare o siamo noi ad aspettare un cambiamento nell’altro, perché il suo attuale comportamento ci fa star male. Oppure potrebbe capitare che siamo noi stessi a decidere di cambiare, ma non siamo sicuri di poterci riuscire.

Come facciamo a sapere se è possibile che le persone cambino davvero?

In questo articolo analizzeremo 3 punti di vista sul cambiamento:

  1. Quando cade la maschera e la persona si rivela: quando dopo molto tempo iniziamo a scoprire che una persona è diversa da quello che pensavamo e ci iniziamo a chiedere se era sempre stata così o se è davvero cambiata.
  2. È possibile cambiare per amore? Quando stiamo vicini a qualcuno, sperando che questa persona cambi un comportamento o la sua personalità, perché ci ha fatto del male.
  3. Noi possiamo cambiare? : Quando decidiamo di affrontare un cambiamento personale.

Possiamo dire che le persone possono cambiare se lo vogliono: tutti noi cambiamo un po’ ogni giorno, perché cambiano le circostanze, le esperienze, le persone, etc che gravitano intorno a noi.

Ma la nostra essenza e personalità, insieme ai valori e alla nostra identità, rimane abbastanza costante nel tempo. E l’amore può offuscare la nostra capacità di essere obiettivi e capire bene chi ci troviamo davanti.

le persone non cambiano si rivelano

Quando cade la maschera

Il primo punto che analizzeremo è quando ci troviamo di fronte a un cambiamento repentino di qualcuno che pensavamo di conoscere da tempo, ossia cosa succede quando cade la maschera? È proprio vero che le persone non cambiano, ma vengono solo smascherate?

Vi è mai successo di stare accanto a una persona, che sia un amico o un innamorato, e improvvisamente, vi appare diverso e vi rendete conto di come sia davvero?

L’idealizzazione, l’amore e le illusioni che avevate fino a questo momento vi avevano impedito di vedere che persona fosse davvero, e poi improvvisamente eccola lì la delusione: non sapete più chi avete davanti!

Questo succede perché all’inizio di una relazione le persone si mascherano e cercano di combaciare con il partner o di conquistarlo, mostrando così caratteristiche e virtù che non necessariamente sono vere, ma in maniera così perfetta (e forse anche grazie al "prosciutto sugli occhi” che si ha nelle prime fasi dell’innamoramento) che non si riescono a scorgere come atteggiamenti falsi o costruiti.

C’è da aggiungere che molto spesso questi comportamenti sono realmente sentiti all’inizio di una relazione, perché sono comportamenti che sono stati appresi per essere utilizzati nelle fasi di seduzione e corteggiamento dove normalmente mostriamo il meglio di noi, e impariamo a mostrare solo quello che sappiamo potrebbe essere utile per conquistare l’altro.

È una cosa che facciamo un po’ tutti, ma in molti casi potrebbe essere patologica. Però prima o poi la prima delusione arriva: le persone non possono fingere a lungo di essere qualcosa che non sono e prima o poi si rivelano per quello che sono davvero.

le persone cambiano

Quando si è innamorati, è difficile vedere la verità

Quando si è innamorati è difficile vedere la verità, perché vediamo solo l’idillio che ruota attorno alla nostra storia e al nostro amato, e non scorgiamo o fingiamo di non scorgere i segnali che indicano che una persona non è realmente quello che appare.

Non ci sono regole né tempistiche certe per sapere quando una persona cambierà, ma è il tempo stesso che ci permette di vedere la verità. Il rimedio migliore in questi casi è cercare di avvicinarci a qualcuno razionalizzando a volte le situazioni.

In questo senso, alcuni consigli potrebbero essere:

  • Non mettetevi una benda sugli occhi: non idealizzate e non buttatevi a capofitto in una storia. Cercate sempre di osservare come si comporta l’altro, i dettagli di certi suoi atteggiamenti: sono tutti indizi che vi permetteranno di capire magari alcuni comportamenti nascosti e la sua vera personalità. Ma cercate allo stesso tempo di conoscere la totalità della persona in tutti i contesti. In questo modo potrete capire chi è davvero, non solo perché in alcune situazioni si comporta in un certo modo.
  • Le persone non cambiano per voi. Se un atteggiamento di una persona vi arreca danno, non crediate che questa persona potrà cambiare. Non ripetetevi la frase “con me sarà diverso e cambierà”, perché è molto difficile. È vero che i cambiamenti sono possibili, ma deve essere la stessa persona a voler cambiare, e molto spesso richiedono tempi molto lunghi oltre al fatto che molto spesso si riescono ad attenuare i comportamenti o migliorarli, ma è molto difficile estirpare le caratteristiche intrinseche di una persona.

Quandi potreste aspettare invano, distruggendo la vostra autostima e speranza. Se qualcosa vi fa star male, non aspettate che l’altro cambi, ma cercate di rivedere la vostra relazione, o magari provate a chiedere aiuto a uno psicologo, esperto in relazioni di coppia.

Quando si è innamorati è difficile vedere chi sia una persona in realtà e il cambiamento, o lo smascheramento, si vivono sempre molto di petto. Provate ad affrontare l’innamoramento anche di testa e di pancia (ossia d’istinto) per vedere meglio le caratteristiche reali di una persona. E in caso di aiuto non abbiate timore a rivolgervi a un professionista in terapia di coppia.

cambiare per amore

Si può cambiare per amore?

Le persone possono cambiare?

Il nostro innamorato ha detto che cambierà per noi, e noi siamo sicuri che cambierà, oppure neanche ce l’ha detto, ma noi siamo sicuri che non si comporterà mai come con le/gli altri.

E così rimaniamo in attesa, o aspettiamo, o crediamo, che quelle due volte che si è comportato diversamente, siano davvero sintomi di un suo cambiamento radicale.

In generale il cambiamento è qualcosa di personale, e deve essere la persona stessa a decidere di voler cambiare. E non sempre l’amore è una motivo sufficiente per riuscire a cambiare, anche se la persona ci crede veramente. Perché ci vuole tempo, motivazione e richiede molto impegno, quindi è qualcosa che una persona deve sentire davvero per sé stessa, e non solo per chi gli sta accanto (anche se ovviamente una persona che sta accanto a te e ti motiva è sicuramente un grande aiuto)!

È molto difficile che qualcuno cambi dall’oggi al domani, ma sicuramente se qualcuno intende intraprendere un percorso di cambiamento, potrebbe essere importante valutare una terapia di accompagnamento in questo senso.

È giusto cambiare per amore?

Scatta automaticamente l’altra questione, ossia se sia giusto cambiare per amore.

Partendo dal presupposto che se si vuole cambiare, bisogna farlo per sé stessi non per gli altri, la risposta dipende da voi.

Sicuramente se il vostro amato/a vi pone davanti dei muri, con frasi tipo:

“io sono fatto così, sei tu che non mi capisci” O “sei tu che devi cambiare e devi comprendermi”… O frasi simili, sta mettendo in atto una barriera comunicativa e si sta deresponsabilizzando dei suoi comportamenti, quindi prima di valutare un cambiamento, cercate di parlare con il vostro partner per capire cosa stia succedendo.

In ogni caso, prima di affrontare un percorso di cambiamento o mettervi in discussione, è sempre meglio chiedere aiuto ed essere seguiti da un professionista nel settore della crescita personale.

si può cambiare?

Il cambiamento personale

Si può cambiare e uscire dai soliti schemi?

Cambiare è possibile ma non sempre si parla di cambiamenti sostanziali.

La nostra mente si relaziona con il mondo attraverso degli schemi che ha creato con l’esperienza nel corso degli anni. Questi schemi sono un’insieme di idee, comportamenti e azioni, che indicano come agire davanti a determinate situazione, o cosa aspettarsi.

Abbiamo imparato tutti che il fuoco brucia, e per questo impariamo a non toccarlo. Ma in seguito abbiamo anche imparato che può scaldarci in una fredda giornata invernale. Con l’arrivo di nuove informazioni, riusciamo a modificare tali schemi e aumentare la comprensione dei fenomeni e le aspettatative. In questo senso, tutte le persone cambiano continuamente, noi inclusi, perché ampliamo il nostro bagaglio di conoscenza del mondo e come ci rapportiamo ad esso.

Ma non sempre riusciamo a cambiare: molto spesso nonostante alcuni comportamenti ci facciano star male o ci conducano sempre nella stessa situazione, reiteriamo gli stessi comportamenti, che ci portano un’altra volta al dolore a alla sofferenza.


Perché rimaniamo intrappolati in questa paura del cambiamento?

Ci sono diversi motivi per cui questo accade:

  • il cambiamento fa paura: nonostante ci facciano star male alcuni tipi di comportamento che mettiamo in pratica (che sia innamorarsi sempre della stessa tipologia di persona, o non essere in grado di esprimere i nostri sentimenti, o non essere in grado di dire “no”), normalmente sono schemi che già conosciamo e molto spesso preferiamo rimanere dove siamo, piuttosto che scegliere un’alternativa, che anche se razionalmente reputiamo migliore, risulterebbe peggiore, in quanto sconosciuta.
  • La nostra mente è abitudinaria: per cambiare dei meccanismi e dei comportamenti, occorre impegnarsi e lavorare con fatica. È molto più facile agire in automatico senza dover faticare per cambiare il nostro schema.
  • Non riusciamo a farcela da soli: molto spesso per non volere chiedere aiuto finiamo impantanati nei nostri schemi e comportamenti e non riusciamo a uscirne. Un terapeuta o un esperto in crescita personale possono aiutarci molto a superare questo momento di empasse.

Le persone cambiano se riescono a realizzare il primo passo verso qualcosa di diverso: perché anche un piccolo cambiamento può creare una serie di nuove abitudini e nuovi modi d’essere che potrebbero essere le basi per cambiamenti più grandi o essere l’incipit di una reazione a catena verso il cambiamento.

cambiamento psicologico

Il cambiamento in psicologia

Il cambiamento in psicologia è visto come un fattore di studio importante.

Lo studio dei comportamenti e degli schemi mentali, permette di creare una terapia per ogni tipo di patologia. Esistono alcune patologie inerenti il cambiamento: la resistenza al cambiamento e il “paradosso nevrotico” si verificano quando vogliamo cambiare perché i comportamenti che mettiamo in atto ci portano solo dolore, ma non vi riusciamo.

La psicoterapia, cerca di lavorare su questo tipo di resistenza per poter creare esperienze nuove positive che creino, nuovi schemi mentali di comportamento che non facciano soffrire.

Alcuni recenti studi nell’ambito nelle neuroscienze sembrano confermare che il cambiamento in psicologia è possibile. La psicologia può aiutare a correggere (e cambiare) con la psicoterapia, alcuni meccanismi e comportamenti che ci fanno male e può aiutarli a mantenerli stabili nel tempo.

In questo senso, con un training mentale continuo è possibile modificare alcune facoltà cognitive, come la compassione, l’attenzione e il cambio di prospettiva e ridurre lo stress.

Quindi alla domande “le persone cambiano?” , la risposta potrebbe essere sì: si può cambiare grazie all’allenamento mentale e sperimentando esperienze correttive positive. Ma bisogna seguire un percorso adeguato e una terapia, che aiuti a modificare i comportamenti che ci danneggiano, accompagnata da tanta forza di volontà, impegno e fatica.

Frasi sulle persone che cambiano

Esistono tante frasi sulle persone che cambiano, e canzoni e film sul cambiamento, qui di seguito lasciamo alcune indizi per riflettere artisticamente su questo tema:

“Le cose non cambiano; siamo noi che cambiamo.” Henry David Thoreau

Nel film Into The Wild, il protagonista ha spesso a che fare con il cambiamento e l'adattamento, e suggerisce che per apprezzare il mondo, molto spesso bisogna semplicemtne cambiare il modo di vedere le coese.

''Dio ha messo la felicità dappertutto e ovunque, in tutto ciò di cui possiamo fare esperienza, abbiamo solo bisogno di cambiare il modo di vedere le cose''

David Bowie canta:

“I said that time may change me But I can't trace time”

Ossia: Ho detto che il tempo può cambiarmi, ma io non posso determinarne il corso.

Siete d’accordo con queste frasi sulle persone che cambiano?

Conclusioni: Chi vuole cambiare può cambiare

Dopo questo excursus sul cambiamento e sulle persone che cambiano, possiamo concludere che l'essenza del cambiamento, risieda un po' nella frase chi vuole cambiare può cambiare.

Abbiamo affrontato il cambiamento sotto tre punti di vista: da un punto di vista personale (perché vogliamo cambiare noi), da un punto di vista relazionale (perché stiamo aspettando un cambiamento in amore o in un'altra persona) e da un punto di vista di cambiamento della personalità (la persona di cui siamo innamorati cambia improvvisamente e non capiamo il perché).

Abbiamo visto come le persone possano cambiare in amore, perché spesso rivelano semplicemente la loro essenza, mentre quando si parla di un cambiamento vero e proprio, deve essere sempre la persona che decide di affrontarlo perché è un percorso lungo e faticoso che coinvolge alcuni aspetti della persona (ma quasi mai la personalità completa).

Il cambiamento è fondamentale nella nostra vita, perché ci fa vivere aspetti diversi della nostra personalità e del mondo, ma richiede tanto sforzo, motivazione e lungimiranza, per questo molto spesso è una questione personale, ed è molto difficile che lo stimolo possa venire dall’esterno, nonostante sia qualcosa di forte come l’amore.

psicologi
Scritto da

GuidaPsicologi.it

Bibliografia

  • Karlsson Hasse (2011). How Psychotherapy Changes the Brain. Psychiatric Times. August 11. Vol.28 (8).https://www.psychiatrictimes.com/psychotherapy/how-psychotherapy-changes-brain
  • Valk, S. L., Bernhardt, B. C., Trautwein, F.M., Böckler, A., Kanske, F., Guizard, N., Collins, D. L. and Singer, T. (2017). Structural plasticity of the social brain: Differential change after socio-affective and cognitive mental training. Science Advances,DOI: 10.1126/sciadv.1700489https://advances.sciencemag.org/content/3/10/e1700489
  • https://www.mayoclinic.org/we-know-what-to-do-why-dont-we-do-it/art-20454742

Lascia un commento