Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Cinque consigli utili per rilassarsi e prendere un momento di pausa

<strong>Articolo rivisto</strong> dal

Articolo rivisto dal Comitato di GuidaPsicologi

Quante volte vi è capitato di sentirvi sopraffatti, tristi, abbattuti? Non è sicuramente una bella sensazione. A volte quello che davvero ci serve è un momento per estraniarsi dal momento ch

23 NOV 2018 · Tempo di lettura: min.
Cinque consigli utili per rilassarsi e prendere un momento di pausa

L'occidente sempre più rimane affascinato e conquistato da tecniche che permettono distensione, distacco emotivo e soprattutto dalla logica. Siamo infatti, chiamati, chi più chi meno, ad la logica, il ragionamento come uniche risorse per affrontare la nostra quotidianità …e se la mente non fosse l'unica risorsa utile per stare bene? Cosa pensereste se vi dicessi che non tutti i pensieri esprimono chi siamo veramente?

Vi porto l'esempio di una paziente che chiamerò con un nome di fantasia: Sonia.

Sonia ha vissuto per un periodo della sua vita, nella paura delle sue ossessioni. Aveva una pesante dipendenza da internet. Il suo lavoro prevedeva che passasse la sua giornata davanti al computer e quando non lavorava amava rilassarsi davanti allo schermo del suo smartphone o del suo tablet. Trascorreva la maggior parte del suo tempo libero, oltre che quello a lavoro, davanti ad uno schermo e a spiare la vita di amici e conoscenti sui social network. Questo a lungo andare portò Sonia a fare dei paragoni, a sentire la sua come una vita vuota e desolante. Qualunque cosa facesse per non accedere ad internet nel tempo libero, era inutile " dai solo un attimo" oppure " mah si, hai bisogno di distrarti un po' " questi erano i suoi pensieri e lei non poteva fare niente per bloccare quella tentazione di navigare su internet.

Quando Sonia si è rivolta al mio studio, era disperata, era convinta che avrebbe dovuto convivere per sempre con questa ossessione e con questi pensieri.

Cosa voglio dire con questo? Intendo dire che quando si è presi da certi pensieri, pulsioni o circuiti negativi che dir si voglia, il modo migliore non necessariamente è quello di usare la logica o il ragionamento: Sonia sapeva che era irragionevole passare tutte quelle ore davanti al computer a curiosare gli altri, ma lo stesso, non riusciva a non farlo.

Questa premessa per darvi un ulteriore punto di vista: così come la meditazione cerca di farci smettere di pensare, allo stesso modo puoi allenarti ad interrompere il fluire di pensieri negativi, catasfrofici che ti buttano giù, interrompere delle abitudini che magari sono state utili in passato, ma che ora ti creano disagio, ti stanno strette.

Cambiando per un attimo prospettiva, concentriamoci un attimo su quello che ci comunica anche il nostro corpo:

- La respirazione è un modo efficace e immediato per recuperare la calma e la tranquillità;

Alcune respirazioni lente e profonde rimanendo in ascolto del proprio respiro che diventa sempre più calmo e regolare

- Immaginare un posto sicuro precedentemente ideato, nel quale niente può interrompere il vostro stato di benessere;

ognuno può immaginare un posto in cui è stato felice, al sicuro e aver provato un profondo stato di benessere, in alternativa va benissimo anche inventarne uno ad hoc

- Praticare delle tecniche di rilassamento. Molto efficaci possono essere il Training Autogeno, la Mindfulness o praticare lo Yoga, tutto ciò che per voi funziona va benissimo;

- Un buon metodo per tranquillizzarsi può essere scrivere le vostre sensazioni corporee andando a ripescare l'evento che le ha provocate o i pensieri;

- Andiamo a rinforzare la capacità di coping, di risoluzione, scrivendo le tecniche, le attività che fate per distrarvi o rilassarvi: andare a correre, fare una passeggiata, telefonare ad un amico, fare delle respirazioni ecc.

Lettura consigliata sul tema delle cattive abitudini : Il piccolo libro per cambiare vita di Amy Johnson

Scritto da

Dott.ssa Tania Sanna

Lascia un commento

ultimi articoli su coaching