Laura, la signora

Inviata da Laura · 26 mag 2016 Crisi esistenziale

Laura, la signora sconvolta
Gentilissimi,
innanzitutto vi ringrazio tutti per le vostre numerose risposte e la comprensione che avete saputo darmi: fate un lavoro davvero difficile!
In particolare ringrazio chi ha avuto il coraggio di prendere le distanze da un collega per dar voce ai pensieri di una perfetta sconosciuta.
Vorrei precisare che non mi aspetto da un terapeuta che mi riceva con tè e pasticcini: sono una persona diretta e amo che lo siano gli altri con me. Quello che mi ha destabilizzato è la possibilità di dire a voce 'non ho la forza di vivere' e sentirmi rispondere 'è una cosa stupida'.
Ne approfitto per raccogliere i vostri inviti ad esporre il mio problema.
Ho 45 anni e ho dedicato gran parte della mia vita al lavoro. Sono un medico gastroenterologo (lo preciso perché credo sia uno dei nodi fondamentali) e ho sempre lavorato con grande passione.
La vita privata è stata fallimentare se non drammatica: una convivenza di nove anni conclusa per incompatibilità di obiettivi e un matrimonio con la persona giusta, il vero uomo della mia vita, che però è mancato improvvisamente quattro anni fa, in un incidente stradale due anni dopo le nozze. Non ho figli.
Mi sono sempre ritenuta una donna forte, capace di risalire dal fondo. Anche quando scrivo che sento di poter cedere al desiderio di farla finita sento che sarebbe un finale poco adatto a me.
Ma sono così stanca adesso. E così sola. Sono orfana di madre da quando avevo quattro anni e sebbene mio padre si sia risposato con una donna che adoro e che ha davvero svolto eccelsamente il ruolo di madre, ho sempre avuto con lui un rapporto unico e speciale. Ma a gennaio, dopo otto mesi di sofferenza infinita, un tumore se l'è portato via.
Sono cosciente del fatto che è nella natura delle cose che un genitore se ne vada prima di un figlio, e sono anche consapevole che nonostante sia la mia materia, non avrei potuto fare nulla per lui, ma nonostante questo non riesco ad accettare che a portarselo via sia stato proprio un tumore al pancreas.
Non mi sento depressa: continuo a lavorare con professionalità, esco e frequento le amiche, non ho smesso di leggere e fare volontariato in un canile. Ma sono stanca. Quando vado a dormire l'ultima domanda che mi frulla in testa è 'perché tutto questo a me?'(forse per questo cercavo qui delle situazioni simili).
Scusate se sono stata prolissa ma ho provato a sintetizzare i punti più importanti.
Anche in questo caso, purtroppo non ho una domanda precisa.
Vi sono grata comunque per l'attenzione.

Laura

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 28 MAG 2016

Cara Laura,
con le sue parole conferma la sensazione che avevo avuto di lei come di una donna molto sensibile e soprattutto attenta e predisposta all'autoriflessione: lo dimostrano le associazioni per nulla facili che ha messo tra parentesi, ma che non sono affatto passate inosservate.
Ho letto una riga dopo l'altra sentendo emergere l'alternanza di una sofferenza profonda, di una punta di orgoglio, della sensazione di vuoto e solitudine e poi ancora del desiderio di rialzarsi un'altra volta.
Purtroppo gli eventi della vita l'hanno messa a dura prova fin da quando era molto piccola: è una donna piena di risorse e questo le ha permesso di superare diversi momenti bui, ma ritengo assolutamente umano, di fronte all'ennesima difficoltà, provare un senso di stanchezza.
La sua domanda sul perché succeda tutto a lei è lecita, ma non esiste una risposta che possa suonarle soddisfacente.
Comprendo bene anche la sensazione di solitudine.
Ha bisogno di darsi tempo per ritrovare la forza di rimettere in campo le sue preziosissime risorse.
Valuti la possibilità di chiedere aiuto ad uno psicoterapeuta che possa accelerare il recupero e aiutarla a medicare le ferite.
Per qualunque dubbio mi trova qui.
Un caro saluto

Dott.ssa Ilenia Mariani

Dott.ssa Ilenia Mariani Psicologo a Parabiago

13 Risposte

17 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Crisi esistenziale

Vedere più psicologi specializzati in Crisi esistenziale

Altre domande su Crisi esistenziale

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 23700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16800

psicologi

domande 23700

domande

Risposte 85550

Risposte