Entro che tempi (dalla/e seduta/e) uno psicoterapeuta deve emettere fattura?

Inviata da roberto. 23 ago 2016 9 Risposte

Salve,
sono andato 3 volte da una psicoterapeuta (1 volta nel mese di giugno 2016 e 2 volte nel mese di luglio 2016): alla fine di ognuno dei 3 incontri, pagavo in contanti. Non ho però ancora ricevuto la fattura (oggi è il 23/8/2016), che comunque ho sollecitato. Mi piacerebbe capire quali sono i tempi di legge, entro cui uno psicoterapeuta è tenuto ad emettere la fattura. Grazie e saluti, Roberto.

capire

Miglior risposta

Caro Roberto,
gli psicologi, come tutti gli altri professionisti, sono tenuti ad emettere fattura contestualmente al pagamento, salvo accordi differenti con il cliente.
Cordialmente,

Annalisa Anni
Psicologa Psicoterapeuta Padova

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Roberto,
come per tutte le prstazioni professionali la fattura andrebbe emessa contestualmente el pagamento, salvo diversi accordi fra le parti, accordi che andrebbero specificati nel contratto terapeutico o per lo meno verbalmente.
Le consiglio di chiarire quanto prima la questione sia per una questione di corrattezza professionale, sia perchè tale stato di dubbio non fa certo bene alla relazione terapeutica.
Mi accodo inoltre al suggerimento della dr.ssa Canossa di verificare la reale iscrizione all'albo del professionista in questione (una buona prassi da seguire per ogni consulto di professionisti).
Un cordiale saluto

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

30 AGO 2016

Logo Studio di Psicologia Clinica e Psicoterapia dr. Michele A. Vecera Studio di Psicologia Clinica e Psicoterapia dr. Michele A. Vecera

25 Risposte

17 voti positivi

Buongiorno Roberto,
Le modalità di pagamento e di emissione della fattura andrebbero concordate già nel corso del primo colloquio, contestualmente al contratto terapeutico e alla liberatoria per l'utilizzo dei dati personali del cliente. Personalmente consegno la fattura e percepisco l'onorario alla fine di ogni seduta. Altri colleghi possono concordare modalità diverse, comunque chiarisca subito con il suo terapeuta, così si definisce meglio anche il rapporto terapeutico, visto che dopo tre sedute si trova ad avere dei dubbi che rischiano di compromettere la fiducia.
Cordiali saluti
Giovanni Iustulin
Psicologo psicoterapeuta Udine

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

30 AGO 2016

Logo Dr. Giovanni Iustulin Dr. Giovanni Iustulin

59 Risposte

51 voti positivi

Gentile Roberto,
non ci sono tempi di legge, ma buona prassi vuole che nel primo incontro si definiscano questi aspetti. Io faccio una ricevuta di pagamento ad ogni seduta (a mano) e a fine mese faccio la fattura fiscale riepilogativa (con il pc) e spiego questo fin da subito. Consiglio di sollecitare ancora, è un suo diritto

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

26 AGO 2016

Logo Lia Cama Lia Cama

20 Risposte

20 voti positivi

Buona sera Roberto la fattura va emessa contestualmente al pagamento.
Cordialmente,

Dott.ssa Elena Consenti
Psicologa - Psicoterapeuta Latina

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

25 AGO 2016

Logo Dott.ssa Elena Consenti Dott.ssa Elena Consenti

42 Risposte

689 voti positivi

Gentile Roberto,
la fattura dovrebbe essere emessa ogniqualvolta avviene il pagamento. Lo chiarisca con il suo terapeuta, perché questo altrimenti potrebbe compromettere la relazione di fiducia tra lei e lui.
Dott.ssa Maria Concetta Culcasi


Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

25 AGO 2016

Logo Dott.ssa Maria Concetta Culcasi Dott.ssa Maria Concetta Culcasi

69 Risposte

15 voti positivi

Buongiorno Sig. Roberto, solitamente si prendono accordi direttamente col paziente in prima seduta. Pagando ad ogni seduta dovrebbe ricevere la relativa fattura.
cordialmente

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

25 AGO 2016

Logo Dr.ssa Serafina Baglieri Dr.ssa Serafina Baglieri

3 Risposte

3 voti positivi

Gentile Roberto,
concordo con ció che ha scritto la dott.ssa Anni: uno psicologo è tenuto a emettere fattura al momento del pagamento, salvo diversi accordi presi a voce col cliente. Esistono, infatti, professionisti che ad esempio emettono fattura ogni 5 incontri, ma questo generalmente viene sempre concordato a voce col cliente che deve dare la sua autorizzazione. Generalmente nei primi due-tre colloqui professionista e cliente si mettono d'accordo su pagamenti e fatture. Oltre a questo, dovrebbe esserle stato consegnato il modulo del consenso informato che elenca diritti e doveri del professionista e del cliente, cosí come stabilito dal Codice deontologico degli psicologi italiani.
Se nel suo caso tutto ció non è ancora avvenuto, le suggerisco di sollecitare la terapeuta richiedendo la fattura alla prossima occasione e nel frattempo verifichi sull'Albo degli psicologi online se è effettivamente iscritta all'Ordine degli psicologi di una regione italiana.
Verificare che si tratti realmente della professionista che dice di essere è una precauzione in piú per la sua salute e il suo benessere e per evitare di pagare consulenze da persone non qualificate, che fanno piú danni che altro.
Diffidi dei sedicenti professionisti che eludono le domande su fatturazione o rifiutano di comunicare il numero dell'iscrizione all'Albo degli psicologi e la regione del proprio Albo di appartenenza.
Le auguro tutto il meglio.

Cordiali saluti,

dott.ssa Elisa Canossa, psicologa psicoterapeuta

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

24 AGO 2016

Logo Dott.ssa Elisa Canossa - Studio di psicologia e psicoterapia Dott.ssa Elisa Canossa - Studio di psicologia e psicoterapia

709 Risposte

2077 voti positivi

Salve Roberto, le chiedo: ma come vi siete messi d'accordo durante il primo incontro? Ne avete parlato, in modo specifico, della modalità di compenso e certificazione dello stesso? In termini di legge la questione è semplice: non ci può essere passaggio di denaro senza certificazione immediata. Quindi, se lei paga un professionista privato (chiunque esso sia), tale professionista le dovrà corrispondere la fattura esatta del denaro ricevuto. Un modo alternativo, è quello di mettersi d'accordo che il pagamento avverrà in soluzione unica (ad es., dopo un mese o 10 sedute o 15, etc.) con relativa fattura unica comprensiva di tutte le fatture. Insomma, il concetto è che o si paga una seduta immediatamente ed immediatamente si riceve fattura, oppure si paga il totale dopo un pò di tempo e dopo quel pò di tempo si riceve fattura. Personalmente, non conosco altri modi. Non so se i colleghi la possano aiutare maggiormente. Comunque, oltre alla questione burocratica, credo sia utile chiarire con il suo terapeuta, l'effetto che le sta facendo (emotivamente) questa incomprensione che, evidentemente, si sta creando.
Buona fortuna
dott. Massimo Bedetti
Psicologo-Psicoterapeuta
Costruttivista-Postrazionalista Roma

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

24 AGO 2016

Logo Dott. Massimo Bedetti Psicologo/Psicoterapeuta Dott. Massimo Bedetti Psicologo/Psicoterapeuta

652 Risposte

914 voti positivi

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Psicologi e fatture?

56 Risposte, Ultima risposta il 28 Aprile 2014

Controllo su Psicoterapeuti

2 Risposte, Ultima risposta il 31 Agosto 2017

Enormi dubbi sul comportamento del mio psicoterapeuta

5 Risposte, Ultima risposta il 21 Dicembre 2018

Lo psicoterapeuta puo'avere delle preferenze su alcuni pazienti

9 Risposte, Ultima risposta il 08 Luglio 2013

Come spiegarlo alla psicoterapeuta ?

7 Risposte, Ultima risposta il 21 Maggio 2015

Devo per forza dire al mio psicoterapeuta che mi piace?

2 Risposte, Ultima risposta il 23 Ottobre 2018

Malpractice?

2 Risposte, Ultima risposta il 27 Settembre 2017

Senso di infatuazione e di colpa

2 Risposte, Ultima risposta il 27 Febbraio 2019