Come affrontare il cambiamento di una professoressa speciale?

Inviata da Alessia il 15 set 2013 Relazioni sociali

Sono alessia. Ho cominciato la quinta superiore con una tristezza che mi accompagna da giorni. Purtroppo la mia prof di tedesco che adoravo insegna ora in un'altra scuola e per me è molto difficile da accettare come cambiamento. Le volevo un bene infinito, mi ha insegnato moltissime cose e mi ha donato sorrisi e soddisfazioni che mi hanno aiutato a ricredere in me stessa e nelle mie potenzialità. La pensavo continuamente perchè sentivo di aver trovato un modello.. insomma un idolo per me. Probabilmente ciò che mi ha spinto a provare un profondo affetto per lei è stato dovuto alla tragica morte di un mio prof, anch'egli una persona speciale dal punto di vista professionale. Non mi soffermo ora sulle cause e sulle circostanze di quella morte, ma vorrei sottolineare soltanto che, in quel momento difficile della mia vita, ho ritrovato il coraggio e la forza di andare avanti grazie alla prof.
è per questo che a poco a poco ha cominciato a diventare così importante per me, quasi un'ossessione. Cercavo sempre di dare il massimo nelle sue ore, cercavo di farle capire tutta la mia passione per la materia e non vedevo l'ora di vederla ogni giorno in cui avevo lei nell'orario. Ogni volta che una mia compagna doveva fermarsi un po di più per chiederle delle cose, io le facevo compagnia per farle capire (alla prof) che le volevo bene, per sentirmi"meglio". Non ho mai capito cosa volevo ottenere da lei come persona, forse niente, eppure ad ogni sua mail di risposta a domande scolastiche mi sentivo benissimo, quasi "rinata". L'altro giorno ho trovato il coraggio di scriverle che mi dispiaceva di non poterla avere più come insegnante e che la ringraziavo per tutto quello che mi aveva insegnato in due anni. Dalla sua risposta confortante sono stata felicissima, però ho notato un rifiuto a volersi rivolgere solo a me personalmente. Ha infatti dato consigli alla classe più che a me, forse per essere più professionale. Mi chiedo ora se sia giusto scambiarsi delle mail ogni tanto o se devo semplicemente abituarmi a una nuova prof( che per'altro già conosco) accettando il cambiamento e non avendo più contatti suoi. Non so se le faccia piacere che le scriva ancora sinceramente. Non abbiamo mai avuto un vero rapporto di amicizia. Per la mia timidezza mi sono sempre tenuta tutto dentro; ci siamo sempre limitate a conversazioni attinenti la scuola. Mi piacerebbe anche poterla aggiungere su facebook per averla più "vicina". E' troppo questo? Ho paura di non accettare i cambiamenti che verranno se resto ancora legata troppo a lei. Vorrei dei consigli.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Cara Alessia uno dei passi più difficili da affrontare nella crescita è quello che riguarda il processo di separazione che, nello specifico del tuo caso, hai già dovuto affrontare con la morte del professore. Ti consiglio di soffermarti a riflettere su questa difficoltà che, purtroppo e con diverse modalità e in diverse situazioni, nella vita dovrai come tutti affrontare spesso. A te la decisione. Un caro saluto

Studio Di Psicologia In Corso Vittorio Psicologo a Torino

124 Risposte

54 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Alessia, questa professoressa per lei è stata un forte punto di riferimento sia educativo che personale.
Da ciò che lei scrive, da valida educatrice ha rispettato il suo ruolo e ha permesso a lei di sperimentare le sue risorse migliori sperimentandole al massimo grado proprio con lei. Forse per ciò che le ha permesso di sperimentare e di conoscere di se stessa, sta cercando di mantenere un contatto con la sua professoressa. Ritengo però che ciò che lei chiama cambiamento sia un momento di crescita: la paura può essere una sensazione normale nel momento in cui ci si allontana da un porto sicuro che le dava sicurezza nella propria sperimentazione.

Dott.ssa Jessica Geremia Psicologo a Lonigo

25 Risposte

29 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Alessia, se reputi questa docente come un modello di vita per te e se ci tieni ad avere dei suoi pareri, credo che nn ci sia nulla di male se le comunichi ciò, magari tramite email!
Tuttavia, ti consiglio anche di nn legarti troppo a lei, intanto si potrebbe sentire soffocare e magari nn potrebbe comprendere appieno i tuoi bisogni, ad ogni modo confidati cn lei ed esprimile il perchè la reputi così importante per la tua crescita!
Tanti auguri!

Dott.ssa Angela Virone Psicologo a Agrigento

315 Risposte

211 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Alessia,
non è facile accetare un cambiamento del genere. Ma lei è gia abbastanza anche grande di capire che la vita ci porta delle sorprese non tanto piacevoli. prava di raggionare e accetta questo cambiamento come una cosa positiva, perchè la proff. le ha datto tanto e lei l'ha ricambiato. una beslissima esperienza dirrei per cui tanti l'ha invidierebbero.
Essere pronti per i problemi quotidiani dipende dalla famiglia e della scuola e la sua proff. nè sarà orgoliosa di sapere che almeno una sua alunna le è grata di cuore e che la sua missione verso un giovane e compiuta.
buona fortuna

Dott.ssa Stoyanka Georgieva Psicologo a Omegna

225 Risposte

136 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

cara Alessia
è difficile separarsi dalle persone importanti. forse oltre al cercare dei modi per rimanere in contatto con la tua insegnante, è anche importante riflettere sul ruolo che ricopre. in questo modo i cambiamenti diventeranno più "sopportabili".
ti consiglio di rivolgerti alla psicologa dello spazio adolescenti del tuo territorio per essere aiutata e supportata in tale riflessione.

cordiali saluti
dott.ssa Manuela Vecera

Dott.ssa Manuela Vecera Psicologo a Torino

131 Risposte

140 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Alessia,
di sicuro questa Prof. è stata per te un punto di riferimento importante ed ora che lei ha cambiato scuola ti senti un po' persa, ma puoi sempre chiederle di mantenervi in contatto per essere sicura di non disturbarla quando le scriverai, in fondo non le stai chiedendo qualcosa di strano. Se lei dovesse risponderti di non voler continuare ad avere uno scambio con te allora dovrai accettarlo, ma fino ad allora non potrai sapere se anche a lei farebbe piacere continuare a sentirti. Da ciò che scrivi sembra che questa Prof. ti abbia aiutato ad incrementare la tua autostima, e questo è buono, soprattutto per superare momenti difficili, però considera che tra un anno ti ritroverai all'università o nel mondo del lavoro dove avrai bisogno di credere in te stessa ed incoraggiarti da sola, per questo sarebbe un bene per te iniziare da subito a farlo. Fa parte della crescita, e gradualmente ti accorgerai che ce la puoi fare anche senza l'incoraggiamento della tua prof. preferita. Coraggio.

Dott.ssa Caffarelli Cristiana Psicologo a Santa Maria delle Mole

6 Risposte

6 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Cara Alessia,
capita che i professori diventino figure significative per noi a livello personale e non più solo scolastico, diventino dei modelli a cui rifarci e a cui assomigliare, o persone con cui vorremmo mantenere dei contatti. Tutto questo è comprensibile in generale e tanto più nella tua storia specifica, in base ai trascorsi drammatici a cui accenni; per questo prova a parlare apertamente con la tua ex prof, per capire se e come poter continuare a sentirla. Se questa tua fatica ad accettare e gestire i cambiamenti ti sembra invece non limitata a questa situazione ma più presente in generale nella tua vita, prova a riflettere su come ti senti e se hai l'impressione di non riuscire a fare chiarezza dentro di te da sola, rivolgiti ad uno psicologo (spesso presente nelle scuole) che ti potrà aiutare. Un cordiale saluto, dott.ssa Lucia Mantovani, Milano

Studio di Psicologia Dott.ssa Lucia Mantovani Psicologo a Milano

992 Risposte

458 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Relazioni sociali

Vedere più psicologi specializzati in Relazioni sociali

Altre domande su Relazioni sociali

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15200

psicologi

domande 19650

domande

Risposte 77150

Risposte