Voler cambiare università e sentirsi un fallimento

Inviata da Franci · 29 nov 2021

Buonasera. Sono una ragazza di 19 anni che si ritrova in un periodo di completa confusione e insicurezza. Quest’estate ho conseguito la maturità classica con il massimo dei voti. Per cinque anni mi sono sempre impegnata e ho sempre dato il massimo, pretendendo tanto da me stessa e privandomi anche di qualche uscita in più con gli amici o di qualche momento di svago; cosa che poi, alla fine del liceo ho rimpianto molto, tanto da arrivare ad odiare la scelta del liceo classico e di non essere neanche realmente soddisfatta di tutto il percorso. Questo perché dopo cinque anni, tanto studio e tanto impegno non sapevo cosa fare in futuro, non ne avevo alcuna idea. Mi affascinavano diverse facoltà ma nessuna mi portava realmente a sceglierla come quella giusta e adatta a me. Così, sentendomi psicologicamente stanca, escludo le facoltà per cui avrei dovuto studiare durante l’estate per poi affrontare il test a settembre, e decido di godermi l’estate (anche perché gli ultimi due anni vissuti in piena pandemia mi avevano un po’ destabilizzata). Intanto dentro di me era nato un certo interesse verso ingegneria, mi affascinava molto l’idea e inoltre avevo questa convinzione di voler rivolgermi verso qualcosa di più dinamico dopo cinque anni di studio prettamente “teorico”, ma provenendo dal classico mi spaventava il passaggio. Decido comunque di buttarmi e di provarci.
Ed ora eccomi qui, insoddisfatta della scelta fatta, non per la mole di studio o per le difficoltà, ma proprio perché le materie che mi trovo a trattare non mi provocano alcun interesse, non le studio con piacere sebbene io mi impegni al massimo. Sento, quindi, di voler cambiare (anche se ormai tardi, dovrei aspettare settembre) ma sento anche un forte senso di colpa per aver perso tempo, per aver scelto un qualcosa che oggettivamente non faceva per me. Passo le giornate sul letto a piangere, a pensare a cosa potrei fare, perché fondamentalmente non ho un’altra opzione (sebbene io sia orientata verso qualcosa più vicino alla medicina)non ho un’altra scelta valida e questo fa crescere il mio senso di colpa, il mio sentirmi un fallimento, una nullità. (Anche nei confronti dei miei genitori che avevano grandi aspettative su di me). Sento di non essere più capace a far niente, di non essere in grado di affrontare alcun percorso e di non avere alcuna speranza per il futuro. Insomma mi sento inutile. Spero solo che questo periodo passi in fretta.
Vi ringrazio per avermi ascoltato

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 30 NOV 2021

Cara Franci,
quello che lei descrive è sicuramente un momento di grande sofferenza, ma le suggerirei di vedere ogni scelta come qualcosa che ci permette di imparare, anche e soprattutto sbagliando. Non è possibile essere perfetti e conseguire i propri obiettivi senza errori o passi falsi. Quello che sicuramente è molto importante, come suggerito anche dalle altre colleghe, è lavorare su questo "Io giudicante" che non le permette di fare passi falsi e finisce per schiacciarla e farla sentire inutile, quando sente di fallire.
Il tempo non è stato perso, ma impiegato a fare esperienza di sè, anche nel fallimento...Una delle esperienze più preziose che può fare! Faccia tesoro del fallimento e, se necessario, intraprenda un percorso di supporto psicologico, per accogliersi ed imparare a gestire il proprio autogiudizio (e di conseguenza, anche il giudizio degli altri).

Tanti auguri per ogni cosa,
rimango a disposizione.

Dott.ssa Federica Flammini

Dott.ssa Federica Flammini Psicologo a Montesilvano

15 Risposte

39 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 DIC 2021

Gentile Franci,
proprio perché siamo esseri umani, e non macchinette, può succedere di intraprendere dei percorsi e fare delle scelte che, solo in seguito, si rivelano sbagliate. Tuttavia, non dobbiamo farcene una colpa, perché nel tuo caso, se non avessi provato una facoltà completamente diversa dal tuo corso di studi precedente, non avresti mai saputo che argomenti di quel tipo non ti entusiasmano.
Ti consiglio di prendere del tempo per valutare cosa ti interessa veramente e a quale professione aspiri; un supporto psicologico potrebbe esserti d'aiuto per intraprendere questo momento di scelta nel modo più neutro possibile e senza colpevolizzarti.
Rimango a disposizione qualora sentissi il bisogno di approfondire l'argomento, ricevo anche online.
Dott. Massimiliano Compagnone

Dott. Massimiliano Compagnone Psicologo a La Spezia

199 Risposte

50 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

1 DIC 2021

Salve, Mi spiace molto per la situazione che descrive poichè comprendo il disagio connesso. A mio parere, le sarebbe molto utile un supporto psicologico al fine di affrontare il senso di colpa che la assilla per poterle permettere di non avere paura nel compiere delle scelte: può succedere a volte di fare delle scelte sbagliate, L'importante è non sottrarsi mai al farlo. Ritengo che un consulto psicologico possa esserle utile al fine di esplorare la situazione con ulteriori dettagli, elaborare pensieri e vissuti emotivi connessi, identificare eventuali pensieri rigidi e disfunzionali che mantengono la sofferenza e le impediscono al cambiamento al fine di trovare strategie utili per fronteggiare i momenti particolarmente problematici ogni evitare che la situazione possa irrigidirsi ulteriormente.
Resto a disposizione, anche online.
Cordialmente, dott FDL

Anonimo-181068 Psicologo a Roma

1811 Risposte

527 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 NOV 2021

Buonasera Franci,
lei sta attraversando un periodo importante della sua vita, ossia la scelta universitaria e la conseguente scelta del "Cosa farò da grande". Anche se lei "si sente in colpa per aver perso del tempo e per aver scelto qualcosa che non fa per lei" (riporto cosa ha scritto lei), dovrebbe prendere consapevolezza del fatto che ha compiuto una scelta di coraggio nel decidere comunque di provare a iscriversi a una facoltà e si è messa in gioco. Anche se non ha ottenuto ciò che si aspettava, dato che come lei riporta non è soddisfatta della scelta fatta, ha potuto mettersi alla prova e prendere atto di ciò che le potrebbe realmente interessare. Infatti, probabilmente se non avesse provato a iscriversi a Ingegneria, adesso non saprebbe che in realtà è più orientata verso qualcosa più vicina alla medicina.
Dovrebbe provare a focalizzarsi su questo aspetto positivo di cui ha parlato e provare a partire da qui, cercando di lavorare anche sul senso di colpa e sulla mancanza di speranza per il futuro che potrebbero portarla a vedere solo aspetti negativi e a tralasciare gli aspetti positivi di ciò che le accade.
Sono a disposizione per ulteriori confronti

Dott.ssa Marilena Minei

Dott.ssa Marilena Minei Psicologo a Bologna

18 Risposte

6 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 NOV 2021

Salve Franci, lei deve fermarsi un attimo. Da quello che scrive sembra che si stia correndo troppo con i pensieri e i sensi di colpa. Forse ha sempre corso per essere la figlia, la donna ecc che tutti idealizzavano, ma adesso si trova in un limbo (dantesco), e deve imparare a sentire le sue emozioni non congelandole. Un percorso le permetterebbe questo.
A disposizione
Le auguro il meglio
Dott.ssa Fabiana Marra

Dott.ssa Fabiana Marra Psicologo a Lecce

228 Risposte

127 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 NOV 2021

Cara Franci,
ci troviamo in un periodo storico in cui la possibilità di riflettere e poter cambiare idea sono fortemente additate. E' in un momento della sua vita molto delicato, un passaggio importante e una grande sfida: "scegliere cosa si vuol essere e fare da grandi". Si dia il tempo e lo spazio per poter sentire cosa è più giusto per lei, oltre le sue e altrui aspettative. Capire che la facoltà scelta non fa per lei e scegliere di non proseguire sulla strada del dovere e dell'insoddisfazione è un grande atto di amore e attenzione verso se stessa. Se lo reputa necessario, le consiglierei di intraprendere un percorso che le permetta di capire da dove origina e gestire al meglio questo momento di tristezza e timore, ritrovando i suoi veri valori al fine di poter prendere la strada più calzante per se stessa.
Resto a disposizione per ulteriori chiarimenti.
Un caro saluto!

Dr.ssa Arianna Buttafuoco Psicologo a Perugia

47 Risposte

16 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 NOV 2021

Ciao Franci. La scelta dell'università è senza dubbio una scelta importante, una scelta che condizionerà e influenzerà il tuo futuro. Inoltre è importante scegliere qualcosa che ti appassiona, in quanto dovrai dedicare molto tempo allo studio di quella disciplina. Se questa facoltà non ti appassiona non c'è niente di male a voler cambiare. Questo fa di te una persona coerente con se stessa. Inoltre ci sono molti modi di passare il tempo in attesa del prossimo anno accademico: seguire lezioni di altre facoltà, consultare gli altri programmi accademici, fare percorsi di orientamento...
Resto a disposizione se vorrai un ulteriore confronto, anche online. Ti auguro il meglio.

Dottoressa Silvia Di Stefano Psicologo a Palermo

11 Risposte

2 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 NOV 2021

Gentile Franci,
la scelta del percorso universitario porta con sé tanti impliciti che riguardano il passato e il futuro di chi sta compiendo la scelta. Se questi impliciti non sono ben delineati e chiari, può accadere che la persona si senta smarrita e atterrita all'idea di fare scelte ripetutamente errate. In più si aggiungono l'idea sociale del fallimento nel ritardare l'uscita dal mondo universitario e il condizionamento di un brillante percorso alle sue spalle.
L'ascolto profondo di se stessi è l'unica risorsa su cui basarsi per una scelta scevra da condizionamenti e pregiudizi. Potrebbe partire dalla sua insoddisfazione per ingegneria e da lì ricollegare tutti le materie che la farebbero sentire in quel modo, come in una mappa concettuale. I rami più esterni all'ingegneria sono quelli da esplorare e sentire se "sono nelle sue corde".
Se questo tipo di analisi personale non la soddisfa, potrebbe pensare di rivolgersi ad un professionista per un'esplorazione più approndita e guidata della sua situazione.
Coraggio, non è sola.
Resto a sua disposizione anche online,
Dott.ssa Simona Delli Santi

Una Stanza per Sé: servizi per il benessere psicologico Psicologo a Oria

176 Risposte

67 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 NOV 2021

Ciao Franci,
Intanto complimenti per la forza di volontà e l'impegno che metti nelle cose che fai. Per quanto riguarda invece la tua scelta universitaria, non credo che sia stata una perdita di tempo e nemmeno una scelta da rimproverarsi, semplicemente perché ti sei tolta un dubbio, ti sei buttata come scrivi tu. Il fatto che non credi abbia funzionato non è da pensare come un fallimento ma come un'apertura mentale. Non eri decisa su nessun tipo di indirizzo e hai voluto provare, senza pregiudizi, qualcosa di diverso. Se l'esito è questo, non è un errore, è solo una risposta da considerare per una virata di direzione.
Prenditi un pochino di tempo fino a settembre per capire te stessa e vedrai che troverai la tua strada.
Rimango a disposizione anche online se avrai bisogno di un confronto più personale.
Un abbraccio

Dott.ssa Laura Dini Psicologo a Pescia

14 Risposte

5 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 NOV 2021

Buongiorno,
Resto disponibile se vorrai crearti uno spazio tuo personale di ascolto e supporto per gestire al meglio questa situazione che ti fa soffrire emotivamente.
Cordiali saluti.

Dott.ssa Margherita Romeo

Dott.ssa Margherita Romeo Psicologo a Roma

1788 Risposte

549 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 NOV 2021

Buongiorno Franci,
credo che la cosa più importante in questo momento non sia tanto il cambio di università, che in ogni caso potrà effettuare, ma piuttosto il sentirsi inutile, un fallimento. Credo inoltre che il fatto che i suoi genitori abbiano grandi aspettative su di te sia un altro punto da approfondire su come questo possa influenzare le tue decisioni. Ritengo che un consulto psicologico potrebbe aiutarti a fare chiarezza nei tuoi pensieri ed emozioni.
Rimango a disposizione, anche online.
Dott.ssa Valeria Marangi

Dott.ssa Valeria Marangi Psicologo a Firenze

20 Risposte

2 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 NOV 2021

Buongiorno Franci,
lo stato confusionale in cui ti trovi è comune a molti ragazzi che come te, in uscita dal liceo, si ritrovano con tante incertezze e pochi orientamenti. Ascoltare se stessi è molto importante e si impara. Spesso siamo proiettati a guardarci negli altri, e questo perchè non sappiamo ancora chi veramente siamo.
Non scoraggiarti! è una condizione che appartiene all'età in cui ti trovi...
Possono rallentare e offuscare la tua riflessione la pressione del giudizio dei tuoi, il peso che avverti di non deluderli, l'ansia da prestazione che può avvolgerti...
se ti senti bloccata chiedi aiuto; un buon percorso di psicoterapia può aiutarti a mettere le ali ai sogni che ancora non osi fare su di te.
Ti auguro il meglio e resto a disposizione
Dott.ssa Oriana Parisi

Dott.ssa Oriana Parisi Psicologo a Bari

1412 Risposte

781 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 35600 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 20900

psicologi

domande 35600

domande

Risposte 121000

Risposte