Tanatofobia, percorso giusto?

Inviata da Daniele Bastia · 7 giu 2021

Buongiorno a tutti, sono un ragazzo di 29 e circa due mesi fa ho perso mio nonno a causa del covid. Ho passato due settimane tranquille dopo il fatto ma una sera, a letto, sono stato colto da un violento attacco di panico e mi sono ritrovato a pensare alla morte, alla fine inevitabile che prima o poi toccherà anche me e gli altri miei famigliari. Ho vissuto momenti di profonda angoscia e ansia che ho cercato di placare, insieme ai pensieri distruttivi e nefasti con valeriana e melatonina. Ovviamente non mi aspettavo una soluzione immediata nè tantomeno pensavo di farcela da solo. Così mi sono rivolto ad una psicoterapeuta specializzata in psicanalisi per cercare di venire fuori da questo tunnel per il quale non vedo una via d'uscita. Ora ho finito gli incontri conoscitivi e un altro paio di incontri con la dottoressa, mi trovo molto bene con lei ma non vedo nessun tipo di miglioramento. Dopo i primi incontri c'è stato qualche giorno di sollievo ma poi ho avuto una ricaduta, non più con attacchi di panico ma sempre con pensieri ossessivi sulla morte e sul non riuscire ad accettarla. Quello che mi chiedo è se la terapia psicanalitica sia indicata in questo caso di fobia, alle volte sono talmente abbattuto e in ansia da cercare in rete possibili modi per rimuovere questi pensieri per farli sparire dalla mia testa. Mi chiedo sempre come sia possibile che nessuno pensi alla fine o alla perdita dei propri cari, mi sento come se fossi l'unico al mondo ad avere pensieri simili. Senza contare il mio sentimento del tempo che lo vedo scorrere sempre troppo velocemente mentre io non riesco a combinare nulla nella vita quando invece avrei voluto avere una sorta di stabilità e magari un inizio di famiglia mia. Quello che chiedo a voi esperti, quindi, è se io abbia scelto il tipo di terapia adatto alla mia situazione anche se mi dispiacerebbe e non vorrei lasciare la dottoressa, visto che mi trovo bene con lei, ma ho paura di non riuscire ad uscire da questa situazione. Grazie per la comprensione

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 8 GIU 2021

Caro Daniele,
è normale avere timore della morte.
Tutti ci pensano, chi con intensità e profondità maggiore e chi, di meno, ma tutti.
Che tipo di relazione avevi con nonno?
Il fatto è che magari ti manca molto, hai empatizzato e ti sei immedesimato molto con la sua esperienza.
Magari il fatto di non aver condiviso con altri tale situazione, i sentimenti e le emozioni che stava e sta provando le potrebbe averle creato disagio emotivo.
Le serve elaborare il lutto per la perdita di suo nonno e l'ansia eccessiva sulla morte che non la fa vivere bene il presente.
Le suggerirei una terapia cognitivo comportale dato che le serve stare bene al momento, nel presente.
Resto a disposizione per qualsiasi chiarimento o consiglio.
Resto a disposizione per qualsiasi informazione.
Dott.ssa Margherita Romeo

Dott.ssa Margherita Romeo Psicologo a Roma

1115 Risposte

324 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 GIU 2021

Buongiorno Daniele, scientificamente parlando per le fobie la terapia consigliata e la più efficiente è quella cognitivo-comportamentale: la rende consapevole dei suoi pensieri automatici (pensieri brevi, telegrafici, inconsapevoli e nella maggior parte dei casi non veritieri, non realistici) che le causano emozioni e comportamenti disfunzionali. Si lavora modificando il suo modo di pensare, ricordando che non è un evento in sé a creare tutto quello che lei sta provando in questo momento, ma l'interpretazione che lei fa di quella situazione stessa.
Resto a disposizione se desidera ulteriori informazioni
Un caro saluto
Dott.ssa Stefania Lombardi

Dott.ssa Stefania Lombardi Psicologo a Cascina

73 Risposte

20 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 GIU 2021

Ciao Daniele
Sei stato molto bravo a riconoscere le tue problematiche e i tuoi limiti chiedendo aiuto ad uno specialista.
Purtroppo il tuo malessere non sempre viene elaborato in poco tempo, soprattutto in questo periodo nel quale covid, paura e morte hanno preso il sopravvento.
non dovresti perdere fiducia nel percorso che stai intraprendendo, piuttosto ne parlerei con la tua psicoterapeuta sicuramente riuscirà a sostenerti.
Inoltre volevo rassicurarti sul fatto che non sei l'unico ad avere questi pensieri ossessivi sulla morte.
La morte spaventa la gran maggioranza degli esseri umani.

Dott.ssa Laura Lolli Psicologo a Rocca Priora

6 Risposte

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 GIU 2021

Buonasera Daniele,
può mai un tema così importante e delicato come la morte essere affrontato e superato in pochi incontri conoscitivi?
Non esistono ricette miracolose o bacchette magiche nei percorsi psicologici, esistono i percorsi terapeutici, la psicoanalisi è fra questi, una terapia seria in grado di poterla aiutare a superare questo suo difficile momento, si dia tempo e affronti questo suo disagio con la sua terapeuta.

Dott.ssa Silvana Censale Psicologo a Prato

157 Risposte

69 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 GIU 2021

Gentile Daniele,
Mi spiace per i vissuti che sta vivendo;
Ma il suo pensare a un cambio terapia ne ha parlato con la sua psicoterapeuta?
Vi sieti confrontati?
Non so quanti incontri abbiate fatto ma parlando di incontri conoscitivi sono pochi ... Il cambiamento avviene dopo... Non subito ... Abbi pazienza si affidi e per ottenere qualcosa ci vuole del tempo consapevolezza ... Farà male ogni tanto ma sarà il viaggio poi bello che farà insieme alla sua psicoterapeuta.
Dott.ssa Daniela Canacari

Daniela Canacari Psicologo a Roma

17 Risposte

1 voto positivo

Fa terapia online

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 GIU 2021

Buongiorno Daniele
la paura della morte è umana, forse e in un certo senso pietra miliare dell'essere umano, ricordandoci la nostra transitorietà. Non sei affatto solo in questo. E non ci sono esperti che tengano, nessuno di noi credo possa avere risposte esaustive su questo.
Per rispondere però alla tua domanda, ti dirò ciò che penso. Non esiste una terapia giusta in senso assoluto; piuttosto ogni terapia acquista valore in funzione dell'uso che se ne fa e della bontà della relazione instaurata. Il fatto che dopo una sensazione di miglioramento tu ti sia sentito di nuovo abbattuto è naturale perchè nessuna terapia è una linea dritta verso lo stare bene ma più che altro passa attraverso momenti delicati e critici, andando a toccare nodi in ombra del nostro intimo. Piuttosto, potresti confrontarti con la tua terapeuta riguardo a questi pensieri e usarli, insieme a lei, per ottenere uno sguardo nuovo sul tuo mondo.

Dr. Gabriele Calsolaro - Psy.Home Psicologo a Maglie

11 Risposte

9 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 GIU 2021

Caro Daniele, si dia tempo e dia tempo alla relazione terapeutica di elaborare il malessere che prova. Porti tutto quello che sente in analisi, pian piano sentirà la stabilità di cui ha bisogno per realizzarsi.
Buona fortuna.
Dr.ssa Amanda D'Ambra.

Dr.ssa Amanda D'Ambra Psicologo a Torino

1615 Risposte

878 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 GIU 2021

Caro Daniele

Credo proprio che lei non sia l'unico ad avere questi pensieri. Purtroppo vivere un lutto di una persona molto cara ci obbliga a confrontarci bruscamente e repentinamente con il tema della morte. Ma prima che questo accada, molte persone cercano di evitare tali pensieri proprio perché generano sentimenti spiacevoli di angoscia, paura e ansia. Piuttosto che etichettarla come una "tanatofobia" credo sia importante riflettere sul fatto che questa è una paura naturale e contestualizzarla al periodo che sta vivendo. Per quanto riguarda la sua terapia credo, inoltre, che sia utile darsi del tempo visto che sta affrontando un tema molto importante ed emotivamente complesso, con cui magari prima non si era mai confrontato. Ed è anche normale che abbia delle oscillazioni e che, a seguito di un sollievo, possano ripresentarsi dei sintomi. Le auguro davvero il meglio!
Un caro saluto
Dott.ssa Maria Isabella Ciampi

Maria Isabella Ciampi Psicologo a Perugia

65 Risposte

18 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 GIU 2021

Buongiorno Daniele, per prima cosa la voglio rassicurare sul fatto che tutti pensano alla morte (chi prima, chi dopo, chi più intensamente chi inconsapevolmente) e devono cercare un modo per non farsi sopraffare dall'ansia e gestire il rimuginio che ne consegue, La psicoanalisi richiede forse un tempo troppo lungo per lei che ha bisogno di una psicoterapia basata sul qui ed ora, su un approccio razionale e fruibile nel quotidiano con l'adozione di strategie ad hoc per la risoluzione dei problemi, per questo mi sento di indicarle un approccio cognitivo-comportamentale. Legga qualcosa in merito e chieda un primo colloquio ad una specialista di questo settore poi valuterà lei stesso qual' è il tipo di terapia a lei più congeniale.
Cordiali saluti,
Dott.ssa Elena Cutillo (ricevo anche online)

Dott.ssa Elena Cutillo Psicologo a Pavia

52 Risposte

13 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 30550 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 19000

psicologi

domande 30550

domande

Risposte 104800

Risposte