Scrivere una lettera all'ex per liberazione?

Inviata da Ele il 14 nov 2017 Terapia di coppia

Salve,
cercherò di essere breve e concisa. Io e il mio ex ragazzo ci siamo lasciati da 8 mesi decisione presa da parte di entrambi, ma siamo rimasti molto legati, tanto legati da continuare ad andare a cena fuori in due, passare serate a casa come se niente fosse, a coccolarci,baciarci e fare tutte quelle cose che fanno due fidanzati. Nel frattempo, lui ha preso una cotta per una ragazza fra il mese di marzo- agosto, continuando però a comportarsi con me nella medesima maniera. Quindi, deduco che forse sia il tipico atteggiamento di convenienza. Lui afferma di no, ed assume atteggiamenti contraddittori, oltre che che non mi degna mai di risposte quando io domando o cerco di parlargli seriamente. Siccome non abbiamo mai più parlato di sentimenti, vorrei fargli capire attraverso questa lettera ciò che provo realmente per magari mettere un punto o smuovere la situazione. E' sbagliata come idea?

In attesa di risposta,
Ele

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Gentile Ele,
A me sembra che la relazione non sia terminata realmente. Di fatto vi frequentate ed assumete comportamenti da fidanzati.
Questa persona intrattiene ora due relazioni in sostanza, la situazione è cambiata. Bisogna comprendere quali sono le proprie aspettative in relazione a questo tipo di rapporto e se lei si sente rispettata.
Una lettera è sicuramente indicata per esprimere ciò che sente, porre dei limiti ed eventualmente chiudere la relazione se non ottiene ciò che desidera.
Lei è libera di scegliere una relazione appagante e paritaria!
Cari saluti
Dott.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2415 Risposte

2044 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve Ele, da quanto scrive sembra chiaro che la relazione tra voi non è terminata, onestamente non ho compreso perché avete deciso di lasciarvi visto che poi avete continuato a frequentarvi non solo come amici. Comunque le consiglio di scrivere la lettera perché scrivere, indipendentemente da se poi la consegna o no, aiuta prima di tutto lo scrittore a chiarirsi, a comprendere appieno i propri sentimenti e poi aiuta anche l'altro a comprenderli (se gliela consegniamo). Nella vostra situazione c'è tanta ambiguità e mi chiedo se lei ha accettato una situazione che poi non era quella che voleva fino in fondo. Faccia chiarezza dentro di se e poi lo comunichi al questo ragazzo, in modo che possiate vivere più serenamente e nel rispetto reciproco. Buona fortuna.
Eleonora

Studio di Psicologia Clinica Dott.ssa Eleonora Carozza Psicologo a Pomezia

5 Risposte

2 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Ele,
dice che non avete più parlato di sentimenti: quali sono i suoi? Dal suo racconto è evidente che, sebbene non la vogliate chiamare in questo modo, voi avete una relazione; inoltre, il suo "ex" ne ha attualmente due: come la fa sentire questo pensiero? Cosa desidera per sé, prima ancora che per voi? Se ciò che vuole è ciò che ha non c'è problema, ma dalle sue parole parrebbe non essere così. Credo sia importante chiarire le aspettative e i desideri di entrambi, ricordando che in ogni relazione, che sia di coppia o di amicizia, entrambi i partecipanti hanno lo stesso diritto ad esprimersi e stare bene. La lettera può essere un modo per comunicare in maniera più chiara ciò che si vuol dire, ma è una comunicazione "a una via": ha il limite di non contemplare risposta, se non in un secondo tempo. Credo che potrebbe avere più chiarezza con un confronto faccia a faccia, anche se questo è sicuramente più impegnativo; dovrebbe però avere ben chiaro cosa desidera dire e a quali domande desidera ricevere risposta.

Dott. Gianclaudio Plebani Psicologo a Castegnato

19 Risposte

13 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Genr.ma Ele, scrivere una lettera è un modo molto efficace per esprimere ciò che si pensa e ciò che si sente. Mi sorprende il fatto che si metta in dubbio. Ho l'impressione che da una parte desideri molto chiarire e prendere una decisione, dall'altra ne abbia paura. Potrebbe esserle utile chiarire prima con sé stessa che cosa desidera e cosa teme e poi confrontarsi con lui. Magari può chiedere una mano ad uno psicologo per farsi aiutare a guardarsi allo specchio con sincerità e senza timori. Buon cammino.

Dott. Christian Giordano Psicologo a Roma

50 Risposte

26 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Terapia di coppia

Vedere più psicologi specializzati in Terapia di coppia

Altre domande su Terapia di coppia

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 19650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15250

psicologi

domande 19650

domande

Risposte 77150

Risposte