Non ho più idea di cosa mi stia accadendo in amore

Inviata da Gaia Pacifici · 26 ott 2020

Salve a tutti, scrivo perché ho bisogno di un aiuto in amore. Sono fidanzata da 6 anni, da quando ho 15 anni, di cui 2 a distanza, perché io sono in Abruzzo e lui ha fatto il militare a Cuneo, fin quando a Novembre dell’anno scorso, del 2019, è entrato in Polizia, anche se ha dovuto aspettare Giugno 2020 per iniziare dato il Lockdown, quindi nel frattempo era ancora a Cuneo. È stato tutto bellissimo, non credevo si potesse provare un sentimento cosí forte fin quando il Lockdown di Marzo ha stravolto tutto. Ci siamo visti l’ultima volta il 23 Febbraio 2020, poi siamo stati molti mesi senza vederci ed è tornato il 15 Maggio definitivamente perché poi avrebbe iniziato il corso online da casa, 30 minuti da me e perché mi fece la sorpresa perché erano 6 anni di fidanzamento. Credo che il lockdown abbia rovinato psicologicamente le persone e infatti il 19 Maggio, fulmine a ciel sereno, nonostante i piani dopo la mia laurea, la convivenza, figli, ecc, decide di lasciarmi perché si era abituato a stare da solo, stava bene, rivedendomi aveva sentito che qualcosa era cambiato e voleva capire se non mi amava davvero più, era semplicemente un amore adolescenziale o era una cosa passeggera, dicendomi “non mi aspettare, non ti assicuro nulla, vai avanti e se sarà destino e ci sarai ancora bene, altrimenti è stato bello, anche perché devi andare avanti, se non torno perdi tempo e non te lo meriti”. Nel frattempo ha iniziato a Giugno il corso in Polizia online e durante l’estate ogni tanto ci sentivamo e ci vedevamo. Io ero single, stavo malissimo, non studiavo, non mangiavo, ho perso 11 kili, arrivando a pesare 48 kili per 170cm e pian piano ho cercato comunque di riprendere in mano la mia vita e sapendo allora che non saremmo tornati insieme, gli scrivevo e ci uscivo per non perderlo neanche amichevolmente. Il 7 Agosto, giorno del mio compleanno, torna da me e mi dice di essersi reso conto che voleva solo me, che ne era certo di volere un futuro e una famiglia con me e tutto è tornato come prima. Durante l’estate, dopo un po’ di tempo che mi ha lasciato e mi ha detto di non sentire la necessità di vedermi e sentirmi, io ho voluto pensare a me stessa e non mi sono preclusa niente. Ho conosciuto 2 ragazzi e ci sono stati dei baci, mentre lui ha sempre pensato solo a me, sarà anche questo che mi ha fatto sentire in colpa. Durante l’estate mi chiese se avevo fatto qualcosa e io dissi di no per non rovinare il minimo salvabile e soprattutto perché non stavamo insieme e non dovevo rendere conto a nessuno. Questo segreto e questa bugia, da quando siamo tornati insieme, mi logoravano, tanto che ero sempre nervosa a casa, con lui, litigavamo sempre, non riuscivo a studiare, ero paranoica pensando alla mia estate e, nonostante ribadisco che ero single e non dovevo rendergli conto, anche se ogni tanto ci vedevamo e sentivamo, gli ho detto tutto la settimana scorsa. Da allora mi ha rilasciato di nuovo dopo solo 2 mesi, mi ha messo muri, mi aveva bloccato ovunque, mi diceva “tu mi hai nascosto le cose e mi hai preso in giro mentre ci vedevamo, stronza” “io devo andare in giro con una che questa estate ha baciato altre persone” e cose simili, come se lo avessi lasciato io o lo avessi tradito. Aveva anche detto a Maggio che metteva in conto che ci potesse essere il rischio di perdermi per sempre e che si poteva avvicinare qualcuno, eppure non lo ha messo in conto se si comporta così. L’altro ieri dopo una settimana ci siamo visti dicendomi “fatti la tua vita, tutto ha un inizio e tutto ha una fine, io non mi fido più di te”, mentre ieri sera ci siamo visti e abbiamo fatto l’amore, specificando che ciò però al momento non cambia le cose. Io non so cosa devo fare, lo amo davvero, non l’ho tradito, ero single e gliel’ho detto perché mi sentivo sporca e l’ho concepita una cosa irrilevante. Sta di fatto che so che lui mi ama, continua a dimostrarmelo, io lo amo, voglio solo lui e le esperienze estive da single erano un modo “chiodo scaccia chiodo”, ha semplicemente detto che non mi crede più e non si fida. Non so se dimostrargli di doversi fidare, se devo lasciare perdere questa relazione anche se non voglio, se non devo dimostrare nulla e devo solo dargli i suoi spazi, non so davvero cosa fare, perché non è ragionevole, ho la coscienza pulita, non capisce che ciò che è successo al di fuori della relazione non ha significato e che non potrei mai fargli del male. E non capisco cosa significa che ogni volta comunque il destino ci riporta sempre uno affianco all’altro nonostante gli ostacoli. Cosa fare e cosa non fare? Cosa ne pensate? Aiutatemi per favore! Grazie mille anticipatamente!

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 26 OTT 2020

Cara Gaia, gli dia tempo e modo di accettare quello che è accaduto questa estate. Lei, d'altro canto, non deve sentirsi in colpa per ciò che ha vissuto. Deve comunque pensare al Suo benessere, e, in quel momento, ha messo se stessa al primo posto, come il Suo compagno, quando ha deciso di lasciarla. Anche lui aveva perseguito il suo benessere. Probabilmente, non si aspettava che davvero Lei potesse pensare di "rifarsi una vita" in sua assenza, e questo lo ha ferito e colpito nell'orgoglio. Ad ogni modo, se il sentimento continua ad esserci da parte di entrambi, riuscirete a costruire un nuovo equilibrio che porterà pace e serenità tra voi. Può capitare, per molti fattori, di allontanarsi, ma se lo si vuole entrambi, si troverà il modo di riavvicinarsi, con fiducia e rispetto reciproco.
Buona fortuna.
Dr.ssa Amanda D'Ambra.

Dr.ssa Amanda D'Ambra Psicologo a Torino

1628 Risposte

903 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 35650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 20950

psicologi

domande 35650

domande

Risposte 121250

Risposte