Muri da buttare già

Inviata da Anonimo · 11 giu 2021

Buonasera,sono una ragazza di 27 anni e vi scrivo perché ultimamente mi capita di non riuscire a dialogare con le persone che mi interessano di cui sono attratta... mi chiudo a riccio temendo di apparire stupida o poco interessante e quando provo ad espormi o a dire la mia divento paonazza e inizio a sudare... oppure mi metto sulla difensiva quando dall'altra parte noto una personalità apparentemente più forte o aggressiva della mia fino ad ignorarla. Questo per me sta diventando un problema perché se ci fosse anche solo una possibilità di essere ricambiata,facendo così è come se io mettessi dei muri tra me e l'altra persona rischiando perdere un occasione. Non mi succede con tutti però con le persona che potrebbero interessarmi si. Sono una persona abbastanza solare a cui piace conoscere persone nuove di solito cerco di parlare un pó con tutti e riesco ad infilarmi nei discorsi ma in queste situazioni mi blocco e questo aspetto mi sta dando fastidio perché mi sento limitata.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 13 GIU 2021

Buongiorno,
comprendo il disagio che stai vivendo e anche il desiderio di volerne uscire. Chiedere aiuto è certamente un buon modo per cominciare a lavorare nella direzione giusta.
La paura nel relazionarsi spesso ha la sua origine nella preoccupazione verso la propria immagine. Provi a pensare ad un funambolo che deve attraversare la distanza tra due grattacieli: se guarda i suoi piedi cade sicuramente. Quando nel relazionarci piuttosto che guardare avanti, cioè chi ci sta di fronte e interessarci sinceramente a lui/lei, guardiamo interiormente la nostra persona (cioè ascoltiamo i pensieri che ci gridano "cosa penserà di te"...) allora ci facciamo investire dalla paura e fuggiamo.
Si impara a lavorare con efficacia sulla relazione e sono disposta ad aiutarla se ne sentisse il bisogno.
Le auguro il meglio!
Dott.ssa Oriana Parisi
Neuropsicologa e Istruttrice Mindfulness MBSR

Dott.ssa Oriana Parisi Psicologo a Bari

256 Risposte

134 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 GIU 2021

Carissima, capisco che questa situazione le crei disagio e ha fatto bene a chiedere aiuto. Bisognerebbe indagare perché crede di apparire stupida o poco interessante a chi le interessa; le cause di tutto questo sono da ricercare nel suo funzionamento psicologico, cercando di capire cosa significa per lei approcciarsi ad una persona per cui prova interesse. Resto a disposizione se ha dei dubbi o se desidera approfondire.
Un caro saluto
Dott.ssa Stefania Lombardi

Dott.ssa Stefania Lombardi Psicologo a Cascina

73 Risposte

19 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 GIU 2021

Gentilissima, comprendo a pieno il suo disagio ed è importante capire l'origine della sua sofferenza. Spesso, quando proviamo disagio nell'interagire con le altre persone, il problema non è legato all'interlocutore con cui ci stiamo relazionando ma a noi stessi. Per questo motivo, andare a fondo, comprendere le ragioni delle sue difficoltà e magari quali esperienze passate le hanno determinate le sarà sicuramente utile, anche per il futuro. Per fare ciò, un percorso di supporto psicologico le potrebbe sicuramente essere d'aiuto.
Le auguro il meglio e rimango a sua completa disposizione, anche online.
Dr. Massimiliano Compagnone

Dott. Massimiliano Compagnone Psicologo a Aulla

153 Risposte

34 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 GIU 2021

Gentilissima,
grazie per aver scritto. Dal suo messaggio emerge volontà di approfondire le origini del disagio che prova e che vive. Ritengo potrebbe esserle utile un percorso che approfondisca alcuni aspetti quali il possibile giudizio interno che ha di se stessa quindi il giudizio che probabilmente anticipa ovvero ciò che crede gli altri, nelle circostanze descritte, pensano di lei. Essendo queste dinamiche relazionali potrebbero esserci degli agganci nella sua storia personale nonché nel sistema in cui è cresciuta pertanto le consiglio di valutare di effettuare un percorso sistemico-relazionale.
Resto a disposizione,
Dr. Matteo Radavelli

Dr. Matteo Radavelli Psicologo a Arcore

77 Risposte

30 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 GIU 2021

Buongiorno,
trovo molto interessante ciò che scrive, soprattutto quando riconosce che la sua difficoltà emerge non in modo indiscriminato, bensì con le persone che potrebbero “interessarla”. L’incontro con l’Altro fa paura perché richiede un’esposizione verso una diversità (che è rappresentata proprio dall’altra persona); e aprirsi al diverso implica necessariamente l’accettazione di un rischio: quello dell’ignoto. Il rischio di non sapere e non poter prevedere “cosa” quell’incontro produrrà. Da qui l’innalzamento dei muri di cui parlava. Difese, che se da un lato possono proteggerci da un’esposizione priva di certezze, dall’altro (come suggeriscono le sue stesse parole) fanno perdere un’occasione: allontanano, di fatto, la possibilità di essere felice.
Dott. Simone Evangelista

Simone Evangelista Psicologo a Milano

23 Risposte

14 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 GIU 2021

Salve, mi dispiace per il disagio espresso. Potrebbe essere utile crearsi uno spazio d'ascolto in cui riflettere su ciò che sente, avviando un percorso psicologico che possa esserle di supporto nel costruire un maggiore consapevolezza dei propri vissuti.
Cordialmente,
Dott.ssa F.M.

Dott.ssa Francesca Moscetta Psicologo a Roma

101 Risposte

41 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 GIU 2021

Gentile ragazza,
tutto nasce dalla sua insicurezza e dal basso livello di autostima che soprattutto nelle situazioni sociali le incute il timore di apparire inadeguata nei confronti delle persone a cui vorrebbe piacere e, al contrario, la fa chiudere a riccio e ignorare quelle che si mostrano competitive perchè sicure e disinvolte.
Il suggerimento è di intraprendere un percorso di psicoterapia preferibilmente cognitivo-comportamentale per migliorare assertività e autostima.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7458 Risposte

20924 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 GIU 2021

Buongiorno carissima, credo di capire bene cosa le accade. Penso che il tutto sia dovuto ad una visione negativa di sé stessa. Una mancanza di fiducia nelle sue abilità relazionali. Cosa dovrebbero vedere gli altri di così negativo in lei da nasconderlo al punto di tale da chiudersi a riccio.? Capisco che a volte le persone che appaiono più forti caratterialmente ci possono incutere timore, sicuramente non è facile con certe persone trovare il modo giusto di interagire, ma si può comunque relazionarsi con essi facendo affidamento sulle proprie capacità.di ascolto e comprensione. Le consiglio di rivolgersi ad un terapeuta per iniziare un percorso che l'aiuti a trovare le giuste strategie per poter gestire le sue emozioni in certe situazioni e cercare di concentrarsi su ciò che vive in quel momento, invece di pensare a come appare e inoltre, ad avere una visione meno pessimistica riguardo a se stessa. Resto a disposizione.
Cari saluti. Dottoressa Barbara De Luca

Dott.ssa Barbara De Luca Psicologo a Catanzaro

652 Risposte

312 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 GIU 2021

Carissima Anonimo,
quando ci troviamo davanti qualcuno che ci piace la nostra spinta è quella di voler apparire al meglio, far vedere la parte solo bella di noi e questo può portarci a dover fare i conti con le nostre insicurezze, con qualche parte di noi che non si sente "abbastanza" da farci fare bella figura.
Andare a capire meglio come mai ha questi blocchi, cosa non la fa affrontare serenamente questi incontri e una migliore conoscenza di sé in generale potranno sicuramente aiutarla a recuperare il suo senso di sé e a funzionare meglio nei diversi ambiti della sua vita.
Sono a disposizione
Un caro saluto
Dott.ssa Stefania Barbaro
(ricevo anche on line)

Dottoressa Stefania Barbaro Psicologo a Milano

404 Risposte

113 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 GIU 2021

Carissima,

si conceda l'opportunità di approfondire l'origine della sua ansia sociale, la quale tende ad esprimersi verso persone caratterizzate da apparente forza e aggressività; da quali eventi personali, legati alle sue relazioni significative familiari, amicali, lavorative o scolastiche, scaturiscono questi timori che la portano a ergere delle barriere tra lei e l'altro?
Questi sono aspetti fondamentali da indagare che, unitamente alla riattivazione delle sue preziose risorse, dovrebbero essere approfonditi e gestiti allo scopo di favorirle un maggior benessere psico-fisico.
Rimango a sua completa disposizione, anche online.

Dott.ssa Francesca Orefice.

Dott.ssa Francesca Orefice Psicologo a Bologna

353 Risposte

128 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 GIU 2021

Gentile, un lavoro psicologico su di sé Le permetterebbe di comprendere al meglio se stessa, modificando quegli aspetti che non Le consentono di vivere se stessa e le relazioni serenamente, migliorando la percezione e l'immagine che ha di sé, riconoscendo le Sue risorse

Buona fortuna.
Dr.ssa Amanda D'Ambra

Dr.ssa Amanda D'Ambra Psicologo a Torino

1611 Risposte

863 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 GIU 2021

Cara,
descrive un forte disagio nel relazionarsi con persone di suo interesse o che, per caratteristiche personologiche, in qualche modo la intimidiscono.
Le reazioni che riporta sono connesse ad una forma di ansia sociale.
Per questo genere di problematiche ci sono delle tecniche mirate molto efficaci che possono aiutarLa. Con un percorso adeguato può imparare a gestire se stessa nei momenti più ardui lavorando sui suoi pensieri, sulle sue emozioni, sui timori e le paure in modo funzionale, così da avere i comportamenti desiderabili che vuole. Allo stesso tempo si lavora su ciò che l’ha portata a sentirsi così, ad inibirai e chiudersi a riccio, così da elaborarlo adeguatamente.
Mi rendo disponibile ad aiutarLa, qualora volesse (ricevo anche online).
Buona giornata,
Dr.ssa Annalisa Signorelli

Dott.ssa Annalisa Signorelli Psicologo a Belvedere Marittimo

293 Risposte

340 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28900 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18300

psicologi

domande 28900

domande

Risposte 98850

Risposte