Mia madre non accetta il mio fidanzato

Inviata da Clara · 10 ago 2020

Eccomi qui a parlare della mia storia. Ho 28 anni e sono fidanzata con questo ragazzo da 3 anni.
Vivo solo con mia madre, mio padre sta con la sua compagna.
In passato ho avuto altre relazioni, mia madre qualcuna L ha accettata, qualcun altra no.
In questo caso, non accetta il mio ragazzo, perché crede che sia una persona egoista, che pensa solo a se stesso e che vuole sfruttarmi.
Studiamo ancora entrambi, lui ha 3 anni meno di me, e facciamo dei lavoretti ogni tanto.

Lei per questa persona si rifiuta di averci a che fare, lui non viene più a casa, all inizio ogni tanto lo invitava a mangiare ecc, ormai no non più non vuole proprio più vederlo. Cosa ha scatenato tutto ciò? Il mio ragazzo causa Covid è rimasto qui nella mia città, non tornando al suo paese, così da poter stare con me. A sua madre invece ha detto di non tornare lì a casa sua perché forse poteva esser stato a contatto con persone del nord (noi siamo a sud) la madre ha detto questo a mia madre, allora lei si è offesa, siccome lui a casa mia ci È venuto, si è offesa pensando appunto che lui di noi non si interessava e da noi il virus poteva portarlo, a casa sua no.

Quando invece non è così, è rimasto qui 3 mesi solo per stare vicino a me qui e non lasciarmi sola.

Oppure altro episodio, dovevo prendere L autobus per andar da lui, e portargli anche qualcosa di suo in valigia. Mamma ha controllato che in valigia invece non ci fosse nulla di suo, perché lui non deve approfittare ma doveva venirsele a prendere lui le sue cose.

Io non so più che fare, credo di impazzire. Sono grida continue tutti i giorni per qualsiasi cosa. È un continuo poi a dirmi fai questo fai quello, con la minaccia costante che se non faccio tutto come dice lei mi faccia da casa perché io sto a casa sua quindi comanda lei. Questa frase viene ripetuta almeno 5 volte al giorno.

So che potrei andare da mio padre, o meglio, per legge potrei. Ma non mi va molto di star con lui e la sua compagna, anche con lui il rapporto non è niente di che, appena 2 anni fa ho provato a dirgli che poteva tenermi lui ha casa, mi ha minacciata o scoraggiata non so, dicendomi che avrei dovuto fare tutto io poi, cucinare e tutto. Appunto per farmi dire ok allora no non ci vengo.
Mi consigliate qualcosa? Fondamentalmente si, il problema è con la mia famiglia.
Purtroppo non provo affetto per loro, mi feriscono solo terribilmente ormai da anni.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 11 AGO 2020

Gentile Clara
Dal suo messaggio si evince una grande sofferenza dovuta al rapporto con sua madre e al fatto che lei non accetti il suo ragazzo.
Si è interrogata sul significato profondo dei pensieri di sua madre su di lui? Avete parlato a cuore aperto di quali sono i motivi che la spingono, in maniera così accentuata, a definirlo in questi termini?
Potrebbe essere utile un confronto sincero sulla questione per indagare cosa spinge sua madre a comportarsi così.
Spesso i processi di individuazione portano a sviluppare personalità non più compatibili con quelle dei genitori, nel suo caso la convivenza con sua madre può esacerbare le differenze caratteriali e portare a litigi frequenti.
Sarebbe opportuno affidarvi ad un professionista per risolvere le vostre incomprensioni.
Sperando di essere stata d'aiuto, resto a disposizione.
Dott.ssa Eleonora Bono Psicologa

Dott.ssa Eleonora Giulia Bono Psicologo a Vibo Valentia

74 Risposte

30 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 34650 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 20600

psicologi

domande 34650

domande

Risposte 118350

Risposte