Io 23 anni e lui 32

Inviata da Confusione · 3 nov 2020

Salve
Sono due anni che ho una frequntzione molto importante con un ragazzo di 32 anni, io ne ho 23. Al! 'inizio essendo vicini di casa era partito tutto come un gioco per divertirci insieme poi piano piano abbiamo capito di essere persone affini e ci siamo innamorati. Lui, quando ci siamo conosciuti, era uscito da poco da una relazione di 5 anni con una ragazza che pensava di sposare, lo aveva lasciato lei, e durante la nostra frequentazione si continuavano a vedere per provare ad aggiustare il rapporto, io lo, accettavo non avevo intenzione di legarmi nonostante ma cosa mi logorasse e più volte glielo feci presente interrompendo il nostro rapporto, ma per poi incontrarci per strada, prendersi un bicchiere di vino e ricominciare di nuovo questo tris amoroso. Io mi vedevo i fatti miei, sono stata con altri ragazzi, mi creavo altre situazioni, per di staccarmi da lui, non perché provassi davvero interesse per altri, io volevo solo lui ma ero bloccata anche io per intraprendere, se lui avesse voluto, una relazione seria con lui. Lui mi ha detto che iniziare una storia importante con me era un problema per come è fatto, mi amava ma aveva paura che fossi troppo piccola per costruire qualcoaa di serio e che la mia età bene o male prima poi sarebbe uscita fuori, vuoi per voler fare esperienze, vuoi perché ancora sto studiando e devo trovare il mio posto nel mondo, vuoi perché lui ha una visione di vita che a 32 anni vorrebbe sentirsi realizzato con una donna vicino con cui convivere e creare una famiglia. Ovviamente tutti questi fattori mi hanno sempre influenzato dal volere poi davvero fidanzarmi con lui, accettando situazionii al limite ( che lui avesse due piedi in 2 scarpe) nonostante ci stessi male e non riuscissi a fare a meno di lui nella mia quotidianità. Dopo un anno passato così ( l'estate siamo anche partiti insieme 2 settimane nonostante non stessimo insieme), passato il lockdown insieme praticamente convinvendo due mesi decido di porlo davanti ad una scelta se provarci a metterci insieme davvero oppure lasciarxci definitivamente, lui decide di provarci e ci mettiamo insieme. In realtà, cosa successe davvero: un po' di tempo prima parlando io gli rivela che ero stata con altri ragazzi l'anno prima, e lui non la prese bene perché si sentii preso in giro, in quanto io professavo amore e mi infastidito per il suo rapporto con lei mentre mi, facevo gli affari miei con altre persone. Io provai a spiegargli che non avevo avuto il coraggio di dirgli che ero andata a letto con altri e che se lo avevo fatto, lo avevo fatto unicamente per distrarmi da lui. Ma non lo hai mai accettato. Decide lo stesso di mettersi insieme a me, ma in realtà arrivando a settembre so pro che lui non si considerava affatto fidanzato con me, anzi ha continuato a guardarsi intorno in cerca di altre ragazze. Gli presi il telefono a settembre perché era un po' di tempo che notavo atteggiamenti strani e scoprii che scriveva ad altre ragazze per uscirci insieme. Durante questi 3 mesi di fidanzamento non si è comportato bene, non mi ha dato quello che mi meritavo, era sempre un passo indietro a me, mentre io lo amavo e mi ero convinta a stare con lui e a mettere da parte le mie paure per il futuro, che un po' in fondo mi aveva fatto venire lui, lui si permetteva di essere distaccato,senza darmi quell'amore che io gli davo. A settembre scopro queste chat e decido di lasciarlo. L'ho lasciato in un periodo impegnato della sua vita dove aveva tanto lavoro da fare e questa cosa lo ha un po' irritato. Quindi non è stata una rottura serena, ne da parte mia ne da parte sua. Io mi sentivo ferita, umiliata, in questi 3 mesi non ero davvero felice di questo rapporto, perché non mi fidavo di lui, lui non si fidava di me, io gli davi amore e non lo ricevevo come avrei meritato e voluto, avevo l'ansia per il futuro derivata dal fatto che sia avevo paura di ferirlo perché magari davvero troppo piccola per intraprendere una relazione così seria,e magari lo avrei lasciato dopo due anni e gli, avrei fatto perdere tempo nella ricerca della sua donna di vita, sia per me, ero in ansia per me, che stavo mettendo da parte la mia vita per lui, mi sentivo in ansia ad uscire con i miei amici eorche lui era geloso, e voleva stare sempre con me, e sentivo che questa dipendeza da lui era grande anche in me perché a vte sentivo il bisogno di stare a casa mia ma poi mi precipatvo da lui sentendomi poi anche in colpa, perché magari potevo stare con i miei genitori e la mia famiglia. Non ho vissuto serenamente ecco questo rapporto. Allora dopo aver visto queste chat hod eciso di lasciarlo, lui ha continuato a cercarmi da un mese a questa parte, all'inizio per parlare perché non c'eravamo chiariti, secondo lui, a dovere e, in questo periodo mid ava colpe su colpe che non mi meritavo, dicendo che io non ero pronta per questa relazione e infatti l ho lasciato e che non lo amavo davvero, altrimenti avrei superato questa cosa delle chat con altre ragazze, e che lui aveva fatto bene a non impegnarsi davvero con me perché sapeva come sarebbe andata a finire, e successivamente perché si era convinto a voler starw con me e a farmi capire in tutti i modi di essere innamorato di me e che aveva sbagliato, che doveva darmi quello che mi meritavo, che era consapevole di aver sbaglaito tutto. Abbiamo passato il weekdn insieme, dopo l'ultima chiacchierata, che doveva essere per chiarire le ultime cose, invece mi sono trovata lui che voleva tornare con me. Io gli ho detto di no, ma abbiamo passato il weekend insieme a fare l'amore, piangere, lui super dolce e disponibile a coccolarti a dirmi che mi ama, che con me sta ben, che vuole solo me al suo fianco. Io ora sono confusa. Non voglio tornarci insieme perché non mi fido e mi vivrei male il rapporto, credo che ormai dopo questi due anni di casini, non si possa ripristinare in modo sereno e spensierato, ho paura di deprimermi di nuovo come persona per lui, ho paura per il futuro, di non essere pronta per dargli la relazione "matura" che lui vorrebbe avere perché ancora "piccola" e come spiegavo prima ancora devo trovare un posto nel mondo e fare le mie sperienze di vita in modo graduale, paura perché nel rapporto su alcune cose non ero propriamente me stessa, magari a lui facevo vedere cose che volevo vedesse, per sentirmi accettata. Paura di ristare male.
Mi tormento chiedendomi se la scelta che ho fatto è quella giusta, se veramente sono innamorata di lui o deriva da problemi miei interni che devo capire e risolvere ( tipo dipendenza affettiva, mancanza di affetto, voglia di amore). Penso che Se fossi innamorata davvero metterei da parte le mie paure e le me insicurezze, e invece non riesco a farlo mi sento bloccata. Però il weekend passato insieme sono stata davvero bene, ricevere quell affetto e quell amore che tanto voelvo prima mi ha fatto sentire in quel momento benissimo. Però con la sensazione che doveva darmelo prima e che ora è troppo tardi. Sono una persona confusa

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 3 NOV 2020

Gentile, l'unica persona che può conoscere la risposta ai Suoi dubbi é soltanto Lei. Metta al primo posto il Suo benessere e rifletta sul come starebbe in una relazione, nella quale alla base c'é mancanza di fiducia. Credo che sia importante tenere a mente che in una relazione siano fondamentali gli ingredienti di rispetto, comunicazione e fiducia. Se uno di questi elementi manca, difficilmente si potrà vivere serenamente un rapporto.
Valuti la possibilità di chiedere un aiuto psicologico che L'accompagni in un lavoro su se stessa e sulle Sue risorse, da mettere in campo per decidere di intraprendere la giusta strada per la Sua soddisfazione e il Suo benessere, nonché aiutarLa a costruire un filo logico nella Sua confusione, per avere una visione della realtà, Sua ed esterna, coerente.
Le auguro buona fortuna e tranquillità.
Dr. Ssa Amanda D'Ambra.

Dr.ssa Amanda D'Ambra Psicologo a Torino

1614 Risposte

881 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 31350 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 19400

psicologi

domande 31350

domande

Risposte 107600

Risposte