Dislessia e grammatica

Inviata da Mario. 20 apr 2017 3 Risposte  · Dislessia

Buongionro,

sono giunto su questo sito cercando risposta a un quesito: leggevo che un soggetto dislessico ha solitamente difficoltà con l'automazione della lettura e della codifica delle lettere ecc.
Non capisco perché però alcuni soggetti dislessici abbiano anche difficoltà con la grammatica e le sue regole e altri no.
Son due disturbi ben differenti (decodifica lettere e regole grammaticali) eppure si chiamano entrambi "dislessia"?

Grazie a chi mi saprà spiegare

difficoltà

Miglior risposta

Gentile Mario,
la "dislessia" può interessare la velocità di lettura, la correttezza, o la comprensione del testo (o la combinazione dei tre); fra i Disturbi Specifici dell'Apprendimento ci è poi la Disortografia (scrivo con tanti errori), la Disgrafia (scrivo e graficamente non si capisce) la discalculia (è inficiata l'area del calcolo);
Forse lei si riferisce ad una difficoltà a ricordare le regole grammaticali per fare l'analisi? In questo caso è un problema di memoria (ma qui bisogna fare un'analisi funzionale con test specifici, ma non tutti i dislessici hanno questo tipo di profilo);
Cordiali saluti
Dott.ssa Sabrina Fontolan

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

Gent.le Mario,
Che cosa intende con difficoltà nella grammatica?
Dottssa Biancon Edy

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

2 MAG 2017

Logo Dott.ssa Edy Biancon Dott.ssa Edy Biancon

40 Risposte

5 voti positivi

Caro Mario,
la dislessia (difficoltà specifica nella lettura in termini di velocità e/o correttezza) è una delle difficoltà specifiche che rientrano sotto il "cappello" più ampio dei DSA (Disturbi Specifici dell'Apprendimento). Tra questi troviamo anche la Disortografia (che coinvolge la scrittura in termini di errori commessi durante, ad esempio, un dettato scritto), la Disgrafia (difficoltà nella modulazione dei movimenti coinvolti nel processo di scrittura per cui la grafia risulta spesso illeggibile) e la Discalculia (difficoltà specifica che si esprime a diversi livelli nell'area matematica). Tali disturbi spesso si associano tra loro, per cui è facile che un bambino con dislessia possa anche avere una diagnosi di disortografia, come da lei illustrato. In caso contrario è necessario approfondire il profilo di funzionamento di un bambino dislessico per verificare la presenza di eventuali deficit di memoria, e di quale tipo di memoria (di lavoro, a breve termine, a lungo termine,...), che potrebbero spiegare la difficoltà nell'apprendere e ricordare le regole grammaticali.
Sperando di esserle stata d'aiuto le porgo un cordiale saluto.
Dott.ssa Luisa Moschillo- Psicologia e Neuropsicologia Clinica Torino

Ti è stata utile?

Si No

Grazie per la tua valutazione!

26 APR 2017

Logo Dott.ssa Luisa Moschillo Dott.ssa Luisa Moschillo

27 Risposte

11 voti positivi

Domande simili:

Vedi tutte le domande
Quale consiglio mi potete dare per mia figlia?

5 Risposte, Ultima risposta il 30 Novembre 2016