COSA QUANDO IL SENSO DI COLPA TI PERSEGUITA

Inviata da Azzurra2 · 20 lug 2021

Salve,
arrivata ai 30 anni mi sono all'improvvisa resa conto che non ho imparato nulla dalle storie passate: ho sempre lasciato il ragazzo con cui stavo per una storia nuova, ferendo all'improvviso i sentimenti di chi mi amava e credeva in me/noi. Facendolo anche da poco, mi rendo conto però che questa volta il SENSO DI COLPA MI PERSEGUITA. Non riesco a scacciare il malessere che ho se penso alla sofferenza che sta provano il mi ex ragazzo, che non se lo meritava, che sono stata troppo superficiale e leggera. Mi rendo conto che il passato non si può cambiare e che non posso sentirmi responsabile della vita di altri adulti, ma purtroppo ad oggi me sento così. Nonostante abbia iniziato questa nuova relazione che mi soddisfa, non riesco a viverla in pace a causa di questa sensazione di colpevolezza.
Come posso fare per stare meglio?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 21 LUG 2021

Cara Azzurra2 , il senso di colpa è un sentimento molto presente, direi ingombrante, ma la sua utilità per le nostre vite è pressoché nulla. Potrebbe esserle utile trasformare questo sentimento in qualcosa di più utile per lei, come ad esempio chiedersi che cosa la spinge ad interrompere le relazioni in corso e riflettere su quelli che sono i suoi bisogni, esigenze e desideri. Mettere a fuoco ciò che lei desidera davvero la può orientare meglio nelle scelte e nelle decisioni a monte. Un percorso di psicoterapia potrebbe essere la strada per una maggiore consapevolezza. Spero di esserle stata utile, cordiali saluti, dr.ssa Valentina Romeo, psicologa psicoterapeuta.

Dr.ssa Valentina Romeo Psicologo a Roma

29 Risposte

26 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 LUG 2021

Buongiorno Azzurra,
Un percorso terapeutico potrebbe aiutarla a comprendere i suoi circoli viziosi, elaborare vecchi vissuti che li hanno creati e spezzare il copione, per vivere una vita piena. Soprattutto nelle relazioni amorose emergono i nostri schemi, modi di agire inconsapevoli e automatici che divengono chiari quando iniziamo a notare somiglianze nelle varie storie. Sono disponibile.
D.ssa Michela Martini

Dott.ssa Michela Martini Psicologo a Genova

29 Risposte

31 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 LUG 2021

Gentilissima Azzurra,
Le lascio una frase che mi è molto cara di Carl Gustav Jung:“Rendi cosciente l’inconscio, altrimenti sarà l’inconscio a guidare la tua vita e tu lo chiamerai destino”. Nonostante io sposi un altro approccio credo che questa frase valga per ciascuno di noi, prima come persone e poi come professionisti. Oggi il suo senso di colpa credo che più che un richiamo al perdono sia dovuto al bisogno di capire cosa si attiva in lei nella relazione di coppia e per capirlo è necessario ampliare di molto il raggio di osservazione. Sicuramente il suo ex è un bravo ragazzo ma le dinamiche sentimentali viaggiano su binari particolari. È fondamentale accettare che i nostri comportamenti non sono buoni o cattivi, hanno sempre un senso e una funzione. Una domanda può valere sempre nel dubbio: dove sto andando e da cosa mi sto allontando. Resto a disposizione
Un caro saluto

Dott.ssa Ludovica Autelitano Psicologo a Reggio Calabria

12 Risposte

2 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 LUG 2021

Gentile Azzurra 2,
secondo quanto lei dice, sembrerebbe che il motivo principale per cui lei in passato più volte ha interrotto la relazione in atto per intraprenderne un'altra sia stata la superficialità e la leggerezza ma solo dopo la chiusura con il suo ultimo ex-ragazzo ha avvertito un senso di colpa molto forte.
Premesso che l'origine del senso di colpa va indagata attentamente, esso in genere, ove sia possibile, può essere attutito da un atto riparatorio per l'errore eventualmente commesso e riconosciuto come tale.
Inoltre, poichè questa dinamica ripetitiva potrebbe realizzarsi di nuovo anche nella relazione attuale, è decisamente consigliabile intraprendere un percorso di psicoterapia per comprendere le cause originarie di tale dinamica e migliorare le sue consapevolezze e competenze affettivo-relazionali.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7462 Risposte

20934 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 LUG 2021

Buongiorno Azzurra,
mi sembra una buona consapevolezza quella che la porta a riflettere su dinamiche che si ripetono. Potrebbe essere un passo avanti il suo senso di colpa? Si sta mettendo nei panni del suo ex e ne avverte la sofferenza. Potrebbe essere utile per lei lavorare su se stessa con l'aiuto di un professionista, per comprendere meglio le ragioni del suo comportamento, che mi sembra abbia effetti controproducenti anche per lei stessa. Passare da una storia ad un'altra non le permette di elaborare fino in fondo la conclusone della relazione precedente. E poi mi chiedo: è possibile per lei stare da sola? com'è il suo rapporto con se stessa?
Le auguro il meglio restando a sua disposizione. Dott.ssa Franca Vocaturi

Franca Vocaturi Psicologo a Torino

347 Risposte

154 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 LUG 2021

Buongiorno Azzurra,
quasi sempre, il senso di colpa nasce da condizionamenti esterni che giudicano il nostro modo di agire e non ci lasciano liberi di prendere le decisioni che più sentiamo affini a noi stessi. Con tutta probabilità il vissuto della colpa ha origini molto antiche e andrebbe ricercato nel suo passato il motivo alla base di questo schema di comportamento che la porta a interrompere una storia quando ha la possibilità di iniziarne una nuova. Provare interesse per un'altra persona, sicuramente, fa luce sulle mancanze che, inconsapevolmente, si provano all'interno di quella relazione. Tuttavia, è come se affidasse all'altro (il nuovo potenziale compagno) il "compito" di salvarla: è come se non si sentisse sicura di se stessa ed efficace al punto di salvarsi da sola, ponendo fine ad una relazione anche senza un gancio esterno.
Forse questo nucleo di insicurezza si è strutturato all'interno di un altro tipo di relazione e funge da linea guida anche per le relazioni attuali.
Provi a prendere in considerazione l'ipotesi di iniziare un percorso che possa aiutarla a raggiungere il cuore di questo nucleo e a sciogliere i nodi che vive come bloccanti.
Resto a disposizione,
Dott.ssa Federica Beglini

Dott.ssa Federica Beglini Psicologo a Milano

76 Risposte

53 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 LUG 2021

Cara Azzurra2,
parla di uno schema che si ripete.
Il senso di colpa è legato alla sofferenza che ha generato all’altro in sè e per sè o a comportamenti che ha avuto che ritiene scorretti?
Dice che ha “sempre” fatto così, specificando che sono scelte che prende “all’improvviso”, dunque mi chiedo se è di punto in bianco che lo comunica all’altro o che matura queste scelte. Ne consegue che potrebbe esserci un’assertività non ben bilanciata nel primo caso, uno schema disfunzionale che si ripete automáticamente, a prescindere dalle circostanze, nel secondo, o entrambe le cose. Tuttavia sono davvero poche le informazioni per esprimersi dandole delle indicazioni specifiche.
Dunque quello che può fare per stare meglio é senz’altro intraprendere un percorso psicologico mirato a sciogliere i nodi della matassa che ad oggi la fanno sentire così, “perseguitata dalla colpa”.
Ad ogni modo, il senso di colpa è molto connesso al controllo e al potere che si sente di avere o meno. Può sembrare un concetto contorto, ma per liberarsene e stare in pace con se stessa é necessario capire cosa lo genera, quali pensieri lo alimentano e quali schemi automatici sono presenti, così da poter lavorare a 360 gradi su ogni aspetto che lo mantiene vivo.
Resto a Sua disposizione per qualsiasi informazione in più e al momento sono disponibile, eventualmente, per accoglierla. Ricevo anche online e mi occupo anche (ma non solo) di vita relazionale e affettiva.
Buona giornata,
Dr.ssa Annalisa Signorelli

Dott.ssa Annalisa Signorelli Psicologo a Belvedere Marittimo

319 Risposte

388 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 LUG 2021

Cara,

fino a che non andrà all'origine del suo comportamento, che lei definisce leggero e superficiale, non potrà mai stare in pace con se stessa fino in fondo. Solo grazie all'avvio di un percorso psicologico potrà aiutarsi ad approfondire le sue relazioni significative e i condizionamenti/esperienze che l'hanno portata a mettere in atto determinate scelte piuttosto che altre.
Sono a sua completa disposizione, anche online.

Dott.ssa Francesca Orefice.

Dott.ssa Francesca Orefice Psicologo a Bologna

373 Risposte

132 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 LUG 2021

Gentile Azzurra,

come sottolinea lei stessa, non possiamo “controllare” ogni conseguenza delle nostre scelte. È evidente che in una situazione del genere, qualcuno ne soffre. Non è nostra intenzione, ma una rottura implica sempre un dolore. È possibile, allo stesso tempo, stando alle sue parole, cercare di fare un passo in più. Ciò che colpisce, è la reiterazione della dinamica che ha descritto. Ha parlato, in effetti, della riproposizione di un modello relazionale/affettivo, caratterizzato dall’inizio di una nuova storia e dalla fine della stessa per il passaggio ad una nuova relazione. È possibile che valga la pena analizzare proprio questo. Come mai, ad ogni nuovo rapporto, si instaura suddetta dinamica. In questo modo, potremmo capire anche il perché di questo senso di colpa esasperato. Ricercare l’elemento diverso, “anomalo” in un certo senso, che questa volta sta generando sentimenti tali da impedirle di vivere serenamente la nuova storia.

Dott. Simone Evangelista

Simone Evangelista Psicologo a Milano

32 Risposte

22 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 LUG 2021

Carissima Azzurra,
sarebbe importante capire da dove arriva questo senso di colpa, se è legato alle sole storie o fa parte della sua vita da più tempo.
Un sostegno con un professionista potrebbe aiutarla a raggiungere maggiore consapevolezza di sé, a capire da dove arriva questa insoddisfazione che l'ha portata ad abbandonare storie passate per cercare sempre qualcosa di nuovo.
Sono a disposizione
Un caro saluto
Dott.ssa Stefania Barbaro
(ricevo anche on line)

Dottoressa Stefania Barbaro Psicologo a Milano

445 Risposte

124 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 LUG 2021

Carissima, innanzitutto penso possa essere utile comprendere il motivo della dinamica che agisce, oltre ad elaborare i vissuti passati che ancora la vincolano a questa persona e, andando piú indietro, che condizionano il Suo modo di agire. Questo per andare a modificare quegli aspetti che, ad oggi, Le causano malessere e non Le permettono di vivere e viversi in maniera serena. Un lavoro psicologico su di sé La guiderebbe ad una maggiore conoscenza e consapevolezza di sé stessa con l'obiettivo di orientarsi al Suo reale benessere personale e relazionale.
Buona fortuna.
Dr.ssa Amanda D'Ambra.

Dr.ssa Amanda D'Ambra Psicologo a Torino

1615 Risposte

866 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 LUG 2021

Buongiorno Azzurra,
Bisognerebbe comprendere come mai proprio questa volta non riesce a godersi la nuova storia e a sentire questo senso di colpa che la lega ancora al suo ex. Forse sente delle pressioni esterne che le rimandano di doversi “sistemare”?
Si sente in colpa perché sente di essere cattiva e non meritevole di amore?
Una cosa è certa: il senso di colpa la tiene ancorata al passato e non le fa vivere il presente con l’attuale ragazzo. Dovrebbe capire che significato ha tutto ciò per lei e lavorare su se stessa.
Rimango a disposizione
Dott.ssa Antonella Bascià

Dott.ssa Antonella Bascià Psicologo a Milano

122 Risposte

84 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 LUG 2021

Cara Azzurra,
lei ha perfettamente ragione, il passato non si può cambiare ma un percorso con un professionista può aiutarla a rielaborare tale passato e a vivere con maggiore serenità nel qui ed ora. Potrà anche aiutarla a confrontarsi con il suo senso di colpa, analizzarne le cause e aiutarla ad elaborarlo permettendole così di godere con maggiore serenità della sua quotidianità che al momento sembra appesantita da questa ombra del passato.
Resto a disposizione anche online
Un caro saluto,
Dott.ssa Camilla Ripa

Dott.ssa Camilla Ripa Psicologo a Torino

57 Risposte

24 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 LUG 2021

Gentile Azzurra2, quando facciamo le cose, per quanto negative ci possano sembrare col senno di poi, in realtà in quel momento ci sembravano quelle più in linea con i nostri bisogni. Giudicarsi per quanto si è fatto in passato non aiuta a superare quei momenti. Piuttosto è importante capire a fondo cosa la spingesse ad allontanarsi. A volte le risposte ci sembrano immediate e semplici, in realtà occorre veramente scavare a fondo e capire cosa ci spingeva a fare o non fare alcune cose. Un caro saluto

Dott.ssa Luisa Fossati Psicologo a Firenze

420 Risposte

468 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

21 LUG 2021

Buongiorno Azzurra,
Lasciare una persona comporta sempre una sofferenza, per tutto quello che di bene ci lega a lei. I motivi che ci portano a farlo sono legati al desiderio di porre una fine a ciò che invece di quella relazione ci fa star male. Se emergono sensi di colpa probabilmente qualcosa di profondo in lei si sta smuovendo. Occorre sapersi ascoltare senza paure e arrivare a dare un nome a quel disagio che avverte. Se questo le risulta difficile non esiti a chiedere aiuto per recuperare la serenità a cui aspira.
Resto a disposizione e le auguro il meglio
Dott.ssa Oriana Parisi

Dott.ssa Oriana Parisi Psicologo a Bari

296 Risposte

162 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29050 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18350

psicologi

domande 29050

domande

Risposte 99300

Risposte