Vorrei riuscire a guidare

Inviata da Mary · 22 apr 2021

Salve,
ho 35 anni e la patente di guida da 10 anni, ma non ho mai guidato. Inizialmente non avevo la necessità, poi, ho cominciato a lavorare e guidare mi avrebbe facilitato le cose, invece sono 8 anni che mi districo tra pullman, treni, ecc ecc, facendo orari assurdi,ma a mettermi alla guida non ce la faccio proprio.
L'Estate scorsa sono pure tornata a scuola guida per rifare le guide, l'istruttre mi ha detto che non ho problemi, che sono in grado di farlo, ma appena ho preso la macchina da sola, sono entrata nel panico. Premetto di non avere mai avuto incidenti o altri eventi traumatici, solo il fatto che si sia spenta in salita e non sia più riuscita a partire.
Ora però ho proprio la necessità di prendere la macchina, come posso risolvere?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 23 APR 2021

Cara Mary,
grazie per aver condiviso con noi questa domanda.
La paura di mettersi alla guida può limitare di molto l’autonomia personale, influenzando lo stile di vita e il benessere psicosociale. Infatti lei stessa riporta di essere stanca di dover fare tardi ogni giorno e destreggiarsi tra le varie coincidenze dei mezzi. E’ da questo affaticamento che ha trovato la motivazione di superare la sua paura, ed i suoi tentativi sono stati ottimi: prima mettendosi alla prova con le guide e poi chiedendo un consiglio qui.
Lei ha già avuto la prova quest'estate che è capace di guidare, nonostante siano passati anni dalla patente. Il blocco e l’ansia sono rimasti, quindi ora è necessario lavorare sul panico che si presenta quando guida o pensa di mettersi al volante. Per questa ragione le consiglierei di effettuare un percorso psicoterapeutico. Sicuramente sarà necessario avere qualche informazione in più su di lei, ma potrà comunque concordare con il collega di voler lavorare su questo obiettivo che al momento per lei è urgente. Ritengo che la necessità e la motivazione che ora lei sente l’aiuterà enormemente durante il percorso psicoterapeutico. In bocca al lupo Mary!
Dott.ssa Irene Pifferi

Dott.ssa Irene Pifferi Psicologo a Faenza

12 Risposte

17 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 APR 2021

Cara Mary,
il suo disagio può essere assimilabile ad una vera e propria fobia e le fobie si superano non con l'evitamento ma con l'esposizione allo stimolo fobico e accettando di stare nella difficoltà per poi poterla superare.
Dalle sue parole mi pare di capire che il suo problema principale sia l'ansia, che si manifesta in modo particolarmente acceso quando è alla guida.
E' evidente che questa situazione che lei vive le crea pesantezza e in certi sensi ansia anticipatoria che le provoca un blocco nell'atto della guida.
La cosa che occorrerebbe capire innanzitutto è quale sia stato, e sia, il suo rapporto con l'auto da passeggera ovvero prima di prendere la patente, questo servirebbe ad individuare le cause della sua forte ansia al volante e ad identificare una via risolutiva.
È stato identificato nell'ultimo decennio un disturbo specifico legato alla paura di guidare: la amxofobia (dal greco antico amaxos, “carro”).
Per farlo è indispensabile affidarsi ad un professionista che possa guidarla in questo percorso interiore alla scoperta delle sue emozioni e paure per costruire insieme una nuova prospettiva di benessere.
Resto a disposizione e le auguro il meglio,
Dott.ssa Monteleone (disponibile per terapia online)

Dott.ssa Monteleone Maria Alessia Psicologo a Palo del Colle

280 Risposte

161 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 APR 2021

Buongiorno Giusy!
Ci sono persone che non guidano nonostante abbiano la patente, ma nel tuo caso capisco che questo rappresenti un disagio oltre che una complicazione dal punto di vista pratico.
Hai pensato che la tua difficoltà a metterti alla guida possa essere collegata a qualcosa di diverso dalla guida stessa? Penso che sarebbe utile allargare lo sguardo per capire meglio questa tua difficoltà. Io rifletterei inizialmente sul tuo presente, chiedendomi se ti capita di avere altre paure nella tua vita quotidiana. Successivamente lavorerei sul passato recente, ossia come e perché hai preso la patente. È possibile che valga la pena comprendere se ti è capitato anche in un passato più lontano di avere paure o fobie in relazione a qualcosa.
Potrebbe risolversi tutto facilmente, oppure potrebbe richiedere un poco più di analisi. Sicuramente, per come lavoro io, si tratta di accogliere questa tua difficoltà. Se è così forte nonostante il disagio concreto e se persiste nel tempo, c'è probabilmente un buon motivo: non intendo dire che sia "buono" dal punto di vista razionale, ma lo è dal punto di vista emotivo, ossia di un bisogno o di una paura più intima.
Io ti invito ad ascoltarti e a farlo, possibilmente con accoglienza e senza giudicarti. è possibile che piano piano qualcosa si smuova. Altrimenti prova a rivolgerti a qualcuno che ti consenta di sentirti a tuo agio per poter dare spazio a questa paura, che in qualche modo, probabilmente, esprime un bisogno profondo.
Un caro saluto, Giorgia Andreoli

Dott.ssa Giorgia Andreoli Psicologo a Borgo San Lorenzo

1 Risposta

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 APR 2021

Buongiorno signora,
credo che debba comprendere perché entra nel panico se prende la guida dell'auto. Una psicoterapia la potrebbe aiutare in questo. Forse la causa di questo panico non è diretta (lei non ha avuto incidenti che possano essere considerati un trauma) ; potrebbe essere indiretta, cioè riguardare qualche altro ambito della sua vita. si tratta di comprendere quale.
G. Gibellini

Dott.ssa Giuliana Gibellini Psicologo a Carpi

435 Risposte

303 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 APR 2021

Carissima Mary,
sicuramente un percorso con uno specialista potrebbe aiutarla ad arrivare all'origine di questa sua fobia e capire come risolvere il suo problema.
Sono a disposizione
Un caro saluto
Dott.ssa Stefania Barbaro
(ricevo anche on line)

Dottoressa Stefania Barbaro Psicologo a Milano

703 Risposte

212 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

23 APR 2021

Gentile Mary,
credo vada conosciuta la condizione di panico e la sua origine al fine di individuarne la causa.
Un cordiale saluto
Dr.ssa Elisabetta Ciaccia

Dott.ssa Elisabetta Ciaccia Psicologo a Milano

502 Risposte

186 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

22 APR 2021

Cara Mary, può esserLe utile comprendere e analizzare i motivi di questo blocco, per apprendere a gestirli e anche a superarli. Si affidi ad un percorso psicologico per riconoscere e sviluppare le Sue risorse per portare a termine i Suoi obiettivi quotidiani con benessere ed efficacia.
Buona fortuna.
Dr.ssa Amanda D'Ambra.

Dr.ssa Amanda D'Ambra Psicologo a Torino

1614 Risposte

887 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 33500 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 20150

psicologi

domande 33500

domande

Risposte 114600

Risposte