Tradimento, il senso di colpa mi sta uccidendo, confessare o no?

Inviata da Ferdinand Egbo · 5 lug 2021

Buonasera, mi scuso già se sarà una storia lunga ma spero possiate aiutarmi a capire cosa fare.
Sono un ragazzo di 23 anni che da meno di una settimana ha iniziato una relazione con una ragazza di 20 anni conosciuta un mese fa.

Io e la mia ragazza ci siamo conosciuti per caso in un bar una sera, da quel giorno ci siamo sempre visti due o tre volte a settimana, ci siamo piaciuti entrambi da subito anche se più che altro io credevo all’idea che lei potesse essere la ragazza giusta per me senza ancora aver approfondito la nostra relazione.
In più c’è il fatto che molti dei miei e suoi amici ci hanno sempre “spinto” a stare insieme da quando ci siamo conosciuti, perché eravamo la coppia perfetta secondo loro. Sembrerà stupido ma mi sono sentito quasi in dovere di chiederle di stare insieme per l’idea che mi ero fatto è che gli altri si erano fatti su di noi, piuttosto che su un vero coinvolgimento emotivo. Quindi dopo meno di un mese di conoscenza ci siamo messi insieme.

Lei mi piace ma la verità è che non ero pronto per una relazione seria e soprattutto ho fatto le cose in modo affrettato nonostante sappia che a me serve molto tempo prima di sviluppare dei sentimenti forti.

Una sera qualche giorno fa sono uscito con degli amici, abbiamo conosciuto delle ragazze che erano nel nostro stesso locale, turiste che molto probabilmente io non vedrò mai più. Ho parlato con una di loro che era chiaramente interessata a me, le ho fatto capire che non potevo andare oltre qualche chiacchiera perché impegnato, ma le cose piano piano da lì sono degenerate. Alcuni dei miei “amici”, forse presi dall’alcol, dall’atmosfera hanno cercato di convincermi ad andare oltre con questa ragazza, dicendo che tanto non l’avrei mai più rivista, così io e lei ci siamo spostati e siamo andati a parlare da soli, a quel punto è scattato il bacio da parte sua e io non l’ho respinta sbagliando… Da lì poi c’è stato molto di più di un bacio quella sera, potete immaginare.
Da quella sera la mia vita è un incubo, dormo e mangio pochissimo e non riesco a darmi pace per un errore del genere, sono sempre stato considerato una brava persona, dopo tutto questo non riesco a guardarmi allo specchio, mi odio moltissimo, mi sento sporco e sicuramente non sono la brava persona che fa sempre la cosa giusta come pensavo.

Non so se devo confessare l’accaduto alla mia ragazza o no, so che non lo rifarei mai più in vita mia ma sento di non meritare più il suo affetto. A volte vorrei dirle che dovrebbe odiarmi, perché non sono il bravo ragazzo che crede. Ho degli attacchi di rabbia nei miei confronti. Ho compromesso la nostra relazione praticamente ancora prima che iniziasse, mi merito tutto il male di questo mondo…

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 6 LUG 2021

Buongiorno Veeti,
Non siamo la somma dei nostri errori!
Quando si impara a guidare una macchina la prima cosa necessaria è saper guardare avanti e mantenere uno sguardo vigile, di ampia prospettiva. Anche il volante della nostra vita richiede uno sguardo simile, capace di prospettiva e che punti ad una meta. Che cosa succede se sbaglio strada? Se foro una ruota? Recupero le informazioni corrette e chiedo aiuto per cambiare la ruota. Non butto l’auto, né la considero sbagliata. C’è sempre un modo per ritrovare la rotta, se per caso il cammino intrapreso non è quello giusto, o cambiare qualcosa di noi per stare meglio e dare il meglio. Non mi butto via, né mi identifico con il mio errore. La mia vita vale molto di più di un’auto e le potenzialità che la compongono sono più stupefacenti di un motore da 1000 cavalli. Dov’è la difficoltà maggiore? Accettare che l’errore faccia parte della tua condizione esistenziale, sperimentare con serenità la tua impotenza, il tuo limite, la tua fragilità e scoprire che proprio tutto questo ti rende più umano e quindi più accessibile.
Ti consiglio di fare prima questo lavoro su di te e poi saprai essere te stesso con la tua ragazza.
Sono a disposizione e ti auguro il meglio
Dott.ssa Oriana Parisi

Dott.ssa Oriana Parisi Psicologo a Bari

461 Risposte

283 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 LUG 2021

Carissimo,

come è stato condizionato dagli amici nell'intraprendere una relazione di cui non era convinto con la sua attuale ragazza, così si è lasciato trascinare da loro a divertirsi con quella che ha conosciuto nel locale; a questo proposito non si colpevolizzi in maniera così estrema. Sbagliare è umano, quindi alla luce di quanto successo, si dia l'opportunità di fare chiarezza sui sentimenti che prova davvero nei suoi confronti; peraltro le consiglio di intraprendere un percorso psicologico in modo da rafforzare la sua assertitvità, autostima e flessibilità rispetto alle decisioni che prende. La vita non è nera o bianca, ma è caratterizzata da varie sfumature che è importante saper cogliere nel migliore dei modi senza condannarsi prima del tempo.
Sono a sua completa disposizione, anche online.

Dott.ssa Francesca Orefice.

Dott.ssa Francesca Orefice Psicologo a Bologna

421 Risposte

147 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 LUG 2021

Gentile Veeti,
la mia impressione è che lei abbia una personalità alquanto rigida e con un lieve tratto ossessivo in quanto si evince un forte contrasto tra il senso di colpa di cui ha parlato e la cautela con cui ha descritto l'intensità della relazione con la sua ragazza.
Il suggerimento è di accettare l'errore fatto senza farne una tragedia e magari riflettere su questi aspetti di rigidità che fanno parte di lei.
Per tali motivi è anche consigliabile un percorso di crescita personale mediante una psicoterapia che la aiuti ad affrontare le relazioni in maniera più funzionale.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7510 Risposte

21024 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 LUG 2021

carissimo Veeti,
da quello che scrive la sua relazione non è partita nel migliore dei modi. Non dovrebbe permettere agli altri di spingerla verso qualcuno o qualcosa (non solo in campo relazionale) ma dovrebbe riuscire a strutturarsi abbastanza da poter respingere le pressioni sociali che potrebbero portarla - e questo che sta raccontando ne è un esempio - verso scelte che non sente sue e, come tali, non le considera correttamente o al massimo della loro potenzialità.
Purtroppo in questo caso c'è di mezzo una persona che non le ha fatto nulla ma si è trovata invischiata in una situazione che lei non ha scelto. Non le riveli quello che ha fatto, non serve ma il consiglio è quello di interrompere la relazione. Potrebbe anche succedere che magari, in un futuro, possiate ritrovarvi e partire da altre basi, magari più solide e soprattutto scelte con consapevolezza.
Per il resto non si colpevolizzi troppo: certamente quando avrà una relazione funzionale e affettiva non sentirà probabilmente nè il bisogno di tradire ne, soprattutto di ascoltare più consigli degli altri.
Sono a disposizione
Un caro saluto
Dott.ssa Stefania Barbaro
(ricevo anche on line)

Dottoressa Stefania Barbaro Psicologo a Milano

539 Risposte

158 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

6 LUG 2021

Caro Veeti,
Seguo con attenzione ciò che ha scritto sopra.
Lei sta vivendo un forte disagio a causa del tradimento.
In generale quello che si può notare da quanto lei racconta è la forte influenza che i suoi amici hanno su di lei.
Gli amici ci possono consigliare ma poi sta a noi decidere cosa sia meglio per noi.
Se lei ha tradito la sua ragazza è perché già non era convinto sul sentimento.
Lasci da parte i sensi di colpa e si interroghi se sta bene con la sua ragazza o preferirebbe al suo fianco un altra ragazza.
Immagini di vivere senza lei.
È in base a come si sente prenda una decisione.
Deve prenderla appena starà meglio e non per via dei sensi di colpa .
Prenda la decisione migliore per entrambi e non solo per la sua ragazza.
Resto a disposizione anche online se dovesse sentirsi confuso, smarrito e con forti sensi di colpa che la danno stare male.
Cordiali saluti.

Dott.ssa Margherita Romeo

Dott.ssa Margherita Romeo Psicologo a Roma

699 Risposte

218 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18600

psicologi

domande 29700

domande

Risposte 100950

Risposte