Sono escluso dal gruppoclase

Inviata da Mario Rossi · 7 dic 2020

frequento la 2ª superiore ed è dalla prima che sono escluso dalla classe, sono abbastanza introverso ed ho legato solo con una persona, che viene sempre presa di mira perché durante il primo anno ha litigato con una delle persone popolari della classe. Io durante gli intervalli sto sempre solo seduto al mio banco senza parlare con nessuno, questo perché credo che le altre persone non siano interessate a me, nessuno mi saluta e se mi avvicino, prima delle lezioni, ai gruppetti di persone non mi rivolgono la parola e non mi salutano finché non sono io a prendere iniziativa. gli anni scorsi non stavo sempre solo e cercavo di parlare con i compagni di banco e con uno o due durante i momenti morti delle lezioni parlavamo di cinema o altri argomenti più affini a noi maschi (non so se mi spiego), mentre quest'anno sto sempre solo anche durante gli intervalli seduto da solo sl mio banco.
Mi scuso in anticipo per gli innumerevoli errori di grammatica e di forma.
Grazie .

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 9 DIC 2020

Buona sera Mario
Mi viene da chiederti subito una cosa, cosa è successo quest'anno rispetto all'anno scorso? Ti è capitato un episodio o altro che in qualche modo ti ha CHIUSO dentro al tuo guscio? A scuola purtroppo si devono fare i conti, alle volte, con atteggiamenti, comportamenti ostili e poco piacevoli di diversi "gruppi" di ragazzi /ragazze... E importante parlarne come hai fatto, e non tenersi tutto dentro, perché una lieve sofferenza, di oggi, può diventare qualcosa di più grande tra qualche anno.
Hai scritto che se tu non prendi INIZIATIVA nessuno si avvicina a te, ma diversamente vieni accettato e incluso, quindi questo già ti dovrebbe far capire che hai le QUALITÀ E LE CAPACITÀ di poter stare gon gli altri, non serve essere POPOLARI a tutti i costi, è importante ESSERE QUELLO CHE SI È, senza snaturarsi e senza PERDERE SE STESSI. alla tua età è sicuramente difficile...ma ci si può riuscire... Cerca di chiederti :"cosa penso qua ndo devo avvicinarmi ai miei coetanei? Quali sono le mie paure? Cosa può succedere?..... FORSE TENDI A SVALUTARTI ad avere poca stima di te..per quale motivo? È successo qualcosa, hai dei DATI DI REALTÀ che di dicono DAVVERO questo? Prova a riflettere.... E forse, potresti valutare un aiuto di un professionista per lavorare su certi aspetti (FALSE CREDENZE / BASSA AUTOSTIMA) per scoprirti più forte di quello che credi.
Un caro saluto
Dott.ssa Andreoni Laura

Dott.ssa Laura Andreoni Psicologo a La Spezia

36 Risposte

24 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 DIC 2020

Salve Mario

Ho letto con attenzione la tua richiesta, hai fatto bene a scrivere come ti senti, per un confronto. Spesso quando teniamo tutto nella nostra testa, i pensieri possono farci credere che siamo solo noi quelli sbagliati e potrebbe essere che non riusciamo a trovare altre soluzioni.
Gli anni della scuola, che stai attraversando, sono complicati e difficili un pò per tutti, anche per la tua stessa età. Tuttavia è proprio in questi anni che si gettano le basi per la nostra identità ed autostima e soprattutto iniziamo a capire chi ci piace e chi no, e come riusciamo ad interagire con le persone che ci circondano. Per queste ragioni, vista la tua sensibilità e anche sofferenza, in questo momento, ti suggerirei di prendere in considerazione l'idea di fare un percorso psicologico con un professionista per parlare di questo tuo malessere, per capire che non è detto che le persone non siano interessate a te per esempio e che non hai niente di sbagliato nel disagio che provi. A volte appunto, è proprio il tipo di lente che usiamo per guardare la realtà che ci fa più male, basta solo cambiare prospettiva :)

Resto a disposizione per altri eventuali dubbi se vorrai

UN caro saluto
Drssa Giorgi

Drssa Giulia Giorgi Psicologo a Viareggio

55 Risposte

16 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 DIC 2020

Caro Mario buongiorno,
Grazie per aver scritto su questa piattaforma.

Gli anni scolastici e di interazione col gruppo classe sono anni complessi e per questo possono essere forieri di traumi. Infatti si trascorrono molte ore al giorno in un gruppo chiuso, con ruoli definiti.

Le consiglierei di parlare con i suoi genitori della possibilità di affrontare un breve percorso psicologico.
Di avere un luogo dove poter parlare di ciò che accade in classe, di come si sente, e poter trovare un equilibrio e un benessere con sé stesso.
Le sofferenze che si affrontano a scuola possono avere conseguenze gravi sulla propria autostima e il tono dell umore se non vengono elaborate.
Questi anni passeranno e lei ha tutta una vita meravigliosa davanti.
Inizi adesso.
Cordialmente

Dott.ssa Luciana Maníaci Bocchiardo

Dott.ssa Luciana Maniaci Bocchiardo Psicologo a Milano

26 Risposte

9 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 27300 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17850

psicologi

domande 27300

domande

Risposte 94200

Risposte