Restituzione psicodiagnostica

Inviata da Vanessa · 25 apr 2017 Psicologia risorse umane e lavoro

Buongiorno,
sono stata in terapia per circa due anni presso uno psichiatra. Nei primi mesi della terapia lo psicoterapeuta ha avuto alcuni atteggiamenti 'ambigui' nei miei confronti (abbracci, carezze...). Non ho colto subito la situazione, ma con il tempo mi sono sentita confusa e, non avendo il 'coraggio' di parlarne apertamente, ho scritto i miei pensieri e li ho consegnati allo psicoterapeuta. Da quel momento non mi ha più avvicinata fisicamente e il mio disagio è aumentato, anche perché non abbiamo mai 'parlato' di quanto gli avevo scritto. Dopo qualche mese, faticando a portare avanti la psicoterapia con lui, ho bruscamente interrotto le sedute. Ora sono in cura con un altro psicologo, per fortuna, e mi trovo molto bene e a mio agio.
Il motivo per cui vi scrivo è che una settimana dopo aver interrotto le sedute, lo psicoterapeuta mi ha inviato via mail una "restituzione" in cui riassumeva per sommi capi il mio percorso terapeutico ma, soprattutto, dedicava pagine e pagine al mio rapporto con lui, dipingendomi come una 'bambina' in cerca di affetto e di attenzioni e facendomi sentire una stupida totale. Ci sono stata malissimo ma pian piano ho superato la cosa e ho ricominciato a fidarmi di uno psicologo. Io vorrei sapere se è eticamente corretto inviare una restituzione diagnostica via mail a un paziente, senza farsi poi più sentire.
Grazie per la risposta che vorrete inviarmi.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 19 MAG 2017

Gentile Vanessa,
sarebbe preferibile che la restituzione avvenisse a voce di persona durante una seduta anche per rifletterci insieme, tuttavia non è eticamente scorretto inviarla via email. In alcuni casi avviene che in un primo momento terapeuta e paziente parlano della restituzione durante la seduta e successivamente il terapeuta invia una copia scritta al paziente.
Sono contenta che adesso lei sia in terapia con un altro psicologo con cui si trova a suo agio. Posso capire bene come gli atteggiamenti ambigui del primo terapeuta, i non detti e le perplessitá che aveva su di lui l'abbiano portata a cambiare terapeuta.
Le auguro tutto il meglio.

Cordiali saluti,

dott.ssa Elisa Canossa, psicologa psicoterapeuta a Padova e Sustinente (MN)

Dott.ssa Elisa Canossa - Studio di psicologia e psicoterapia Psicologo a Sustinente

726 Risposte

2211 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Psicologia risorse umane e lavoro

Vedere più psicologi specializzati in Psicologia risorse umane e lavoro

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 25700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17450

psicologi

domande 25700

domande

Risposte 90450

Risposte