Psicofarmaci senza percorso?

Inviata da Cloesottosopra · 15 feb 2021

Salve a tutti, ho 21 anni e da quando ho memoria soffro di un enorme problema di ansia che mi ha da sempre portato ad avere problemi a relazionarmi con gli altri e in generale mi ostacola nella vita quotidiana insieme a una forte depressione e un disturbo alimentare. Il mio problema è opposto a quello che vedo scritto un pò ovunque online, io vorrei psicofarmaci senza però fare un percorso. Il motivo principale è che senza alcun tipo di farmaco io non riesco nemmeno a uscire di casa (con la pandemia poi...tutti i progressi che avevo fatto negli anni sono andati persi) spesso per fare piacere ai miei due unici amici e riuscire a uscire con loro (ogni 6 mesi tipo...) faccio uso pesante di alcolici e droghe leggere (solo che serve a poco dato che quando torno a casa e l'effetto svanisce la mia ansia mi da il benservito). Onestamente non me la sento di iniziare un percorso per due motivi: 1- ho avuto un esperienza a dir poco orribile quando andai da una psicologa a 15 anni (era omofoba e diceva tutto ai miei genitori) 2- sono abbastanza consapevole di me stessa, me ne rendo conto quando sta arrivando una grossa crisi depressiva, mi "metto al sicuro" e avverto chi mi sta attorno che per una settimana o due non sarò al massimo della forma. In generale non mi sento pronta ad affrontare per ora un percorso con un* psicolog* e anche se lo fossi non riuscirei ad aprire bocca perché mi blocco fisicamente in situazioni che mi mettono a disagio e rimango muta per ore finendo poi per autolesionarmi per contrastare lo stress. Tutta la mia situazione mentale è peggiorata da quando ho circa 19 anni, facendomi venire il dubbio che possa soffrire di disturbo bipolare (essendo che alterno periodi di depressione con pensieri suicidi ad altri dove inizio mille progetti e dove si "riattiva" se così si può dire il mio disturbo alimentare, tornando a contare ossessivamente le calorie e facendo ore di esercizio, oltre che ad iniziare progetti che ovviamente non porto a termine). Dunque: esiste un modo per farsi prescrivere psicofarmaci senza affrontare un percorso?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 16 FEB 2021

Buongiorno Cloe, mi dispiace molto per l’ansia che prova e che la ostacola nella sua quotidianità.
Il quadro che lei descrive risulta essere complesso e coinvolge diverse aree, poiché oltre all’ansia ha parlato di disturbi alimentari, depressione ed eventualmente disturbo bipolare.
Non è indicato prescriverle i farmaci senza seguirla, le spiego perché. Gli psicofarmaci sono farmaci che vanno assunti per periodi di tempo più lunghi rispetto ad altri farmaci (la cura antibiotica dura 7 giorni per esempio, mentre l’utilizzo di un ansiolitico andrebbe assunto per diversi mesi in un caso di ansia cronica), per cui è indispensabile seguire la persona durante questo periodo. Lo psichiatra dovrà valutare come si sente durante la cura farmacologica, in modo da aggiustare la terapia, le dosi oppure se è necessario aggiungere altri farmaci o sostituirli con altri più adeguati.
Soprattutto se ha il dubbio di soffrire di un disturbo bipolare sarebbe indicato che lei chiedesse un consulto, anche perché la terapia farmacologica è molto diversa da quella prevista per la depressione, ed è importante prescrivere la cura giusta.
Aggiungo anche che la terapia farmacologica non è risolutiva, pur essendo un ottimo (e a volte indispensabile) supporto. La terapia psicologica va sempre affiancata alla terapia farmacologica, non solo per imparare a gestire quest’ultima (che spesso risulta complicata) ma anche per cercare una soluzione che le permetta di migliorare la qualità della sua vita in modo definitivo, eventualmente anche senza l’ausilio dei farmaci, qualora fosse possibile.
Mi dispiace molto che lei abbia incontrato una psicologa con cui non si è sentita a suo agio e capisco che questa cosa la freni molto. Le sembrerà banale ma comprendo molto bene il disagio che prova perché pur sapendo che non tutti gli psicologi sono uguali, è difficile fidarsi di una persona sconosciuta anche se è un professionista, dargli fiducia e sperare di avere una persona competente davanti a sè. Tuttavia lei stessa ha detto di essere molto consapevole, quindi questo la aiuterà e la faciliterà nel comprendere se il professionista che ha di fronte merita la sua fiducia e sarà senz’altro un grandissimo aiuto in un percorso psicologico. È una risorsa molto importante che lei ha a disposizione e può usarla a suo vantaggio. Riguardo al blocco che sente non deve preoccuparsi perché lo scopo della terapia è anche quello, aiutare la persona a sbloccarsi, ad aprirsi e andare nel profondo. La figura dello psicologo può aiutarla a gestire questi momenti di blocco e immobilità fisica, magari individuando strategie alternative che le permettano di gestire lo stress senza ricorrere a comportamenti autolesivi.
Mi rendo conto che è davvero una scelta difficile, complessa, che richiede tantissimo sforzo da parte sua, non deve prenderla oggi questa decisione. Si prenda del tempo per riflettere su questa possibilità senza escluderla a prescindere, il primo passo è il più difficile, ma man mano che si va avanti si iniziano a sentire i benefici, nonostante la sofferenza ci metta un po’ ad andare via.
Spero che queste parole siano per lei uno spunto di riflessione e, se possibile, spero siano state di conforto.
Le auguro di trovare un po’ di serenità e stare presto meglio.

Dott.ssa Federica Papagni

Dott.ssa Federica Papagni Psicologo a Faenza

17 Risposte

74 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 36450 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 21250

psicologi

domande 36450

domande

Risposte 124050

Risposte