Pressioni genitori su scelte di vita ed università

Inviata da Giorgi · 9 nov 2020

Ciao a tutti,
Sono una ragazza di 29 anni, lavoro come consulente estetica nel settore del fitness con partita iva e studio privato da più di due anni.
Mancano pochi esami al termine della mia laurea (scienze motorie), 8 esami per la precisione. Avevo intrapreso il mio percorso universitario a 19 anni con un altro corso che non aveva nulla a che spartire con me, i miei volevano che prendessi l'università e a fine liceo mi sono trovata smarrita a scegliere corsi che non mi interessavano affatto. Arrivata a 23 anni mi sono stufata, avevo una buona media ma ero frustrata .. odiavo l'ambiente,le materie erano sterili e non le sentivo mie. Quindi con tanto coraggio,tanta determinazione ed entusiasmo ho cambiato corso di laurea in scienze motorie perché era quello che volevo. Peccato poi che dopo un anno ho dovuto ricredermi, ciò che volevo fare nella vita e che mi aveva spinto a scegliere questo percorso non era in linea con l'insegnamento della triennale e neanche con quello di possibili lauree magistrali a cui avrei potuto accedere dopo (ovviamente).Delusa ed amareggiata,ho continuato ad investire in corsi e a studiare da autodidatta il settore che amo: il bodybuilding. Nel frattempo ho continuato a sostenere esami universitari conseguendo sempre discreti risultati( media del 26)ma senza sentirmi mai pienamente parte di questo percorso accademico e dell'ambiente stesso,ho sempre sentito una parte di me fuori posto ma ho continuato. Sono arrivata due anni fa ad un crollo che nessuno in famiglia ha compreso, l'ultimo esame che ho sostenuto è stato pesante a livello mentale. Ho riportato a casa un 30 e lode sudatissimo, ho sentito le mie energie sfinite e un blocco pesante da cui non sono più riuscita a riprendermi completamente. Questo episodio è capitato in concomitanza con l'apertura della partita iva e del lavoro, quindi ho avuto modo di slegarmi dalle pressioni dei miei e di trovare "una scusa" per giustificare la mia mancata attenzione sullo studio. Dopo più di due anni, sento ancora questo blocco e non so più se volere al momento di nuovo terminare un percorso accademico che non è richiesto per il mio ruolo e proprio ora.
Sento le pressioni dei miei e questo non mi aiuta a prendere una decisione: se riprendere quest'anno o aspettare ancora un po',il tempo di esserne sicura e di non mandare all'aria tasse universitarie da fuoricorso.
L'anno scorso per le esasperate pressioni dei miei,ho rinnovato le tasse perché mi ero sentita pressata e avevo preso la decisione di riprendere perché loro lo volevano. Morale della favola? Non mi sono neanche presentata un giorno in università, potevo farlo ed organizzarmi anche con il lavoro . Ma non l'ho fatto perché non volevo. Non vorrei ripetere lo stesso errore quest'anno,non mi sento ancora pronta totalmente a mettere il lavoro in secondo piano o a dare priorità all'università. Sento di non volere ma percepisco anche la forzatura dei miei alla quale resisto ma con difficoltà. In tutto questo, quest'anno i miei si sono fatti più pressanti, mi parlano di università in maniera subdola costringendomi con atteggiamenti manipolatori a riniziarla... addirittura proponendomi di pagarmela loro, non mi chiedono se voglio o se non voglio, non mi chiedono perché non voglio, se ho un problema o se con il lavoro mi sento tanto tranquilla al momento da slegarmene un po' .. arrivano direttamente a dirmi "hai visto le tasse?".
Specifico che ho tanti progetti per il mio lavoro ed è la cosa per cui ho sudato e sacrificato me stessa di più, per questo al momento per me sarebbe impensabile dedicare anima e corpo ad altro o togliere qualcosa al mio lavoro.
Come posso uscirne illesa? Ogni volta che mi fanno queste pressioni subentrano dubbi,frustrazioni e la sera poi arrivo a dormire poche ore, ad avere l'ansia,a sentirmi svalutata, a sentirmi incapace.
I miei hanno il vizio di giudicare ogni scelta che faccio, a pretendere sempre qualcosa in più che forse loro non hanno realizzato e che rivedono in noi figli ( siamo 3 fratelli e tutti risentiamo di queste pressioni ).
Sono sfinita mentalmente.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 10 NOV 2020

Cara Giorgi, sembra che le pressioni dei Suoi genitori La stiano spingendo a ciò che non desidera, e che stia continuando gli studi per "farli star buoni". E' arrivata ad un momento in cui, però, inizia a pesare la scelta universitaria, e si sente divisa tra ciò che vuole fare davvero e ciò che fa per i Suoi genitori. Il punto è: cosa vuole davvero Lei per il Suo benessere? Bisogna concentrarsi solo su ciò che Le dà benessere, che sembra essere il Suo lavoro. Mi rendo conto che sia molto complicato affrontare i comportamenti dei Suoi genitori, l'unica soluzione sarebbe aprirsi al dialogo tra voi figli e loro, per renderli consapevoli che il modo in cui si approcciano a voi vi fa stare male. E' difficile, è vero, ma Lei si dia la possibilità di sviluppare le risorse necessarie da utilizzare nell'affrontare efficacemente queste dinamiche che Le creano disagio, per perseguire il Suo benessere e la Sua soddisfazione personale, intraprendendo le scelte più giuste per Lei.
Le auguro tanta fortuna e serenità.
Dr.ssa Amanda D'Ambra.

Dr.ssa Amanda D'Ambra Psicologo a Torino

1615 Risposte

872 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29950 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18800

psicologi

domande 29950

domande

Risposte 102100

Risposte