Potrebbe essere bisessuale?

Inviata da Daniela Santoro · 15 lug 2021

Buongiorno, sono una ragazza di 20 anni e mi sto frequentando da un mese con un ragazzo di 28 anni. Sembra un bravo ragazzo, dolce e attento, ma ci sono alcune cose che da qualche giorno mi sta facendo dubitare delle sua sessualità. In primis ci tengo a precisare che non sono retrograda oppure omofoba, ma su alcuni aspetti della vita sono un po’ prevenuta e sull’omosessualità provo anche una sorta di paura. Voglio dire che se lui realmente fosse bisessuale per me sarebbe un problema e tra di noi finirebbe, non soltanto per non avermi detto niente, ma anche per una questione personale. Tutto è partito da delle brevi conversazioni a telefono in cui non ricordo il motivo, ci siamo messi a parlare dell’omosessualità, che da entrambe le parti consideriamo, un evento non naturale. Mi scuso per chi legge e potrebbe offendersi, ma questa è la mia opinione e va rispettata in quanto tale. Mi ha raccontato dell’episodio con un ragazzo gay che era affascinato da lui e si fece dare un passaggio a casa per poi chiedere al mio ragazzo di praticargli del sesso orale, ovviamente, secondo quanto mi ha spiegato, non soltanto si è rifiutato, ma anche ricalcato il fatto che spesso gli omosessuali siano abbastanza spregiudicati. Ho paura però che l’influenza del mio pensiero abbia in qualche modo influito sulla conversazione, e se fosse stata più libera quella conversazione forse sarebbe stata una fonte di verità. Mi spiego, non era necessario accompagnarlo a casa se già sapeva che questo ragazzo avesse una cotta per lui, mi è sembrato una provocazione e allo stesso tempo una presa in giro. Oltre questo, ieri eravamo in metro e mi ha detto che un ragazzo gay lo seguiva e lo adocchiava, aggiungendo anche “quanti gay che ci sono per strada”. Dopo la nostra uscita sono ritornata a casa e gli ho chiesto se fosse arrivato a casa e mi aveva detto di sì, dopodiché ho visto una storia che ha condiviso con l’amico con il quale mi aveva detto di essere al bar, ma spinta dalla curiosità sono andata a vedere sul profilo di questo ragazzo e mi è sembrato parecchio effeminato, da li mi sono partiti i dubbi e ora non riesco a smettere di averli, non so come fare per chiarirgli questa cosa, esternarla senza ferirlo o offenderlo, senza essere indelicata. Nel sesso è fantastico, passionale, mi cerca e fa di tutto pur di farmi stare bene, ma ieri in particolare in albergo ha cercato di fare del sesso anale con me e lo ha intentato più volte nonostante i miei no. So che potrebbe essere una stupidaggine però ho fatto due più due e mi sono incuriosita è spaventata insieme. Forse questo amico di ieri è davvero più di un amico oppure potrebbe essere tutto frutto della mia di sfiducia e malizia? Il mio ragazzo è un ragazzo che ha stranezze che non riesco a decifrare ancora, tra cui il fatto che anche senza auto, riesca ad uscire la notte e stare per strada fino a quando non abbia l’esigenza di tornare a casa. È sempre stato molto confuso sul darmi una spiegazione in merito a queste cose. Cosa posso mai pensare? Cosa mi consigliate di fare per togliermi questo dubbio? Come decifrereste questo che vi ho raccontato?
Grazie per l’attenzione dottori,
Cordialmente,
Daniela

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 16 LUG 2021

Cara Daniela,
i suoi timori sembrano essere pervasivi.
Per gli argomenti che espone e per quanto riguarda il suo ragazzo, possono esserci davvero tante spiegazioni diversificate e non necessariamente legate a ciò che lei invece teme.
Come mai ricollega tutto a questo suo dubbio?
È certa che non ci sia una fobia più in profondità? Perché per lei é così importante questo aspetto? Cosa significa per lei omosessualità, bisessualità ed eterosessualità?
La disturberebbe anche se lui fosse gay friendly? Se praticasse ragazzi omosessuali vedendolo di buon occhio?
Alle volte i pregiudizi guidano le interpretazioni di quanto ci accade intorno, distorcendolo a loro favore, e questo si traduce in una cattiva qualità di vita, purtroppo. Sarebbe utile lavorare sui suoi perché, per vivere serenamente e non farsi influenzare negativamente dai suoi valori, che restano validi e rispettabili in quanto tali. La sospettosità eccessiva può rovinare una relazione in maniera anche molto subdola. Una comunicazione più assertiva con il suo ragazzo potrebbe aiutare ad entrambi a chiarire le cose.
Le auguro di vivere in linea con se stessa e nel rispetto della propria e altrui libertà, senza subirne timori e limitazioni.
Resto a sua disposizione, qualora avesse necessità di un supporto per venire a capo della situazione (ricevo anche online).
Buona giornata,
Dr.ssa A. Signorelli

Dott.ssa Annalisa Signorelli Psicologo a Belvedere Marittimo

752 Risposte

1106 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 LUG 2021

Cara Daniela,
Non so dirle dagli atteggiamenti se il suo ragazzo sia bisessuale o meno.
Le consiglierei di parlarne e rivolgersi a lui attraverso una comunicazione assertiva.
Una comunicazione in cui si apre un dialogo aperto e in cui ognuno di senta libero di esporre le proprie emozioni riguardo a questa tematica.
Potrebbe essere semplicemente che lui abbia delle amicizie gay e vuole mantenerle anche se il suo amico si è dichiarato.
Quante volte anche in una relazione etero anche se un amico/a si espone pur di non perdere e troncare l'amicizia si continua?
Le consiglierei di farsi delle domande e cercare di capire da dove si origina la sua preoccupazione e timore sulle relazioni non etero.
È giusto che lei mantenga la sua visione ma dovrebbe anche cercare di superare il pregiudizio verso altro tipo di relazioni, ovviamente che non interferiscano con la sua relazione sentimentale e con la sua più personale vita sentimentale privata.
Resto a disposizione anche online se vorrà ulteriori informazioni o chiarimenti.
Buona giornata!
Cordiali saluti.

Dott.ssa Margherita Romeo

Dott.ssa Margherita Romeo Psicologo a Roma

1788 Risposte

549 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 LUG 2021

Buongiorno Daniela,
i comportamenti sessuali sono espressione di una libera scelta, che fa appello sia alla sua libertà che a quella del suo ragazzo. Se dai comportamenti del suo ragazzo lei è colpita negativamente è importante che prenda le sue decisioni in coerenza con il suo modo di vivere la sessualità. E' importante che sia fedele a quello che sente e che lo difenda liberamente.
Rimango a disposizione e le auguro il meglio
Dott.ssa Oriana Parisi

Dott.ssa Oriana Parisi Psicologo a Bari

1412 Risposte

780 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 LUG 2021

Carissima Daniela,
la sessualità umana è molto complessa. Le nostre fantasie possono essere fantasie senza sentire la necessità di arrivare ad un agito.
Bisognerebbe capire se il suo ragazzo ha questa fantasia di sesso anale che vorrebbe provare e la spinta che sente in questa direzione lo sta portando magari a "valutare" altre possibilità. Ovviamente sono solo ipotesi, bisognerebbe parlarne apertamente per capire se può trattarsi solo di questo e non di una bisessualità magari non dichiarata.
Un percorso di coppia potrebbe aiutarvi ad aprire un dialogo su questa questione per chiarirvi e riuscire a comunicare anche su questo piano.
Sono a disposizione
Un caro saluto
Dott.ssa Stefania Barbaro
Psicologa, sessuologa clinica e consulente di coppia
(ricevo anche on line)

Dottoressa Stefania Barbaro Psicologo a Milano

700 Risposte

215 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

16 LUG 2021

Cara Daniela,
Chiaramente non posso rispondere al tuo dubbio. Credo che ci siano molte possibili motivazioni ai comportamenti del tuo compagno, ma poche nel mio immaginario riguardano la bisessualità. L'unico che eventualmente ti potrebbe rispondere è lui.
Vorrei spingerti, però, a riflettere su di te...
Tu dici di non essere omofoba ma di avere paura dell'omosessualitá.
In questa affermazione si palesa una certa incoerenza: forse guidata da una preoccupazione per il giudizio altrui? Quanto conta per te cosa pensano gli altri?
Con questo non intendo assolutamente giudicarti, ma provare a spostare l'attenzione su quanto quello che provi riguardo all'omosessualità venga da te e quanto sia stato introiettato. Come vedevano i tuoi genitori gli orientamenti sessuali diversi dall'eterosessualitá? Chi potrebbe giudicarti se il tuo fidanzato non fosse etero, ma bisessuale? A cosa ti esporrebbe la bisessualità ipotetica del tuo fidanzato?
Prova a farti queste domande e risponditi sinceramente, forse scoprirai parti di te che potrebbero non piacerti, ma è giusto mettersi in contatto anche con quelle. Ognuno di noi ha parti che piacciono o non piacciono. È normale!

Un abbraccio

Dott.ssa Isabella Negri Psicologo a Reggio Emilia

23 Risposte

14 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 35600 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 20900

psicologi

domande 35600

domande

Risposte 120950

Risposte