Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

perché dipendo emotivamente da mia madre?

Inviata da Lena il 19 giu 2016

Buonasera dottori, ho 42 anni, single anzi zitella visto che non ho mai convissuto nè avuto fidanzati seri. Sono cresciuta con un'educazione molto rigida soprattutto da parte di mia madre perché che mio padre era spesso all'estero per lavoro. Ho un fratello di 8 anni più grande che è sempre stato il mio opposto: io remissiva lui scapestrato tanto che ha sempre dato grattacapi ai miei , ma se ne è andato di casa appena maggiorenne per vivere negli Stati Uniti. Non mi sono mai ribellata ai miei genitori ma allo stesso ho subito intimidazioni e proibizioni. Ogni mio piccolo errore mi veniva e mi viene rinfacciato anche a distanza di anni. L'unica volta che mi sono impuntata è stato nella scelta della facoltà Universitaria (dams) che si è rivelata del tutto inutile e il commento (ancora oggi a quasi 20 anni di distanza dalla laurea) dei miei genitori è "hai voluto far di testa tua e hai sbagliato". Da anni vivo sola ma ancora mi sento controllata dai miei genitori e soprattutto da mia madre, anche se economicamente sono indipendente. Ad esempio non faccio vacanze di trekking perché so che lei non approverebbementre dall'arredamento della mia casa alla macchina, ho scelto sempre secondo il suo gusto

Purtroppo la colpa è anche mia che non so prendermi responsabilità: il più delle volte faccio le cose di nascosto come andare in palestra o frequentare uomini. Se fino a qualche anno fa mi sentivo felice come una Vispa Teresa dopo aver marinato la scuola ora mi sono stufata di questi sotterfugi. Come ho detto sopra non ho mai avuto storie serie, ma relazioni vissute di nascosto il più delle volte con uomini impegnati. Ora frequento una persona libera, ma, a lui ho detto di essere impegnata perché davvero non potrei vivere questa storia senza che i miei lo vengano a sapere (ad esempio ogni fine settimana sono a casa loro e non potrei certo uscire con lui ) quindi ci si vede durante la settimana. Ecco so che è una situazione assurda ma davvero non so come uscirne.
grazie per l'attenzione
LEna

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Cara Lena,
immagino che vivere in questa situazione possa essere davvero limitante per diversi aspetti.
La invito a trovare uno spazio per comprendere come mai l'approvazione dei suoi genitori sia tanto importante per lei e cosa comporterebbe assumersi il rischio di fare delle scelte che i suoi non approverebbero. Immagino che i motivi che l'hanno portata ad assecondarli abbiano avuto un loro senso e una loro logica, anche se ora sfortunatamente le stanno costando molto. Non sono domande a cui é facile e immediato rispondere e penso che un percorso terapeutico potrebbe aiutarla a comprendere e ricostruire il senso di quanto é accaduto finora è tracciare nuove possibilità per il futuro.
Rimango a disposizione, un caro saluto.

Annalisa Anni
Psicologa Padova

Dott.ssa Annalisa Anni Psicologa Psicoterapeuta Psicologo a Padova

505 Risposte

916 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Gentile Lena,
anche se in ritardo, lei sta arrivando da sola a comprendere che questa eccessiva dipendenza dai suoi genitori e soprattutto da sua madre, la fa vivere male e, d'altra parte, è consapevole della difficoltà a prenderne le distanze nonostante sia indipendente economicamente vivendo da sola e avendo, per fortuna, un lavoro.
Penso poi che abbia sbagliato a mentire alla persona che frequenta dicendo che è impegnata anche perchè questa menzogna non le giova; al contrario, dovrebbe prendere spunto da questa nuova situazione per ridurre l'invadenza che finora ha consentito a sua madre nella sua vita.
Poichè la cosa, comprensibilmente, non è per lei facile da fare, sarà bene affidarsi all'aiuto di uno psicoterapeuta per correggere la rotta senza necessariamente guastare il rapporto con i suoi genitori.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6726 Risposte

18819 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20250 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15850

psicologi

domande 20250

domande

Risposte 80000

Risposte