Padre irascibile e madre succube

Inviata da Emme · 14 set 2020

Salve, scrivo per mio padre che ha 79 anni portati fisicamente benissimo, mentalmente inizia invece ad avere un calo che negli ultimi anni lo ha condotto ad avere crisi di irascibilità sempre più frequenti, quasi sino a trasformare l'aggressività nel suo unico metodo d'interazione col prossimo, alternata all'apatia. Di questo meccanismo spietato, soprattutto è vittima mia madre, dato che tutte le sue attenzioni sono rivolte a lei, costantemente bombardata da esplosioni per qualsiasi nonnulla.

Mio padre non è un uomo con cui è mai stato facile comunicare, ad oggi è quindi diventato impossibile... Per questo e per il suo assoluto rifiuto a riconoscere il problema, restando sempre sulle difensive e ossessionato dall'essere nel giusto, sarebbe impensabile anche solo provare a parlargli della sua irascibilità e attacchi d'ira, che non riconosce tali.

Mia madre non di rado facendosi carico della tensione derivata da questa situazione opprimente ha manifestato problemi di pressione alta, insonnia, depressione, sconforto e disperazione, tenendo tutto nascosto a chiunque, all'infuori di me, la figlia.

La situazione si è deteriorata negli anni, ma negli ultimi mesi, sì è aggravata sino alla manifestazione di attacchi di ira durante il sonno, che hanno svegliato mia madre in piena notte, sotto raffiche di calci scagliati da mio padre nel sonno (a cani aggressivi sognati*).

Io sono estremamente preoccupata da questa situazione e dai resoconti di mia madre sulla frequenza degli scatti di mio padre e l'incidenza di motivi sempre più futili e inconsistenti, da aver sperato di poter trovare cure farmacologiche, da somministrargli a sua insaputa, per placare questi attacchi e limitarne l'incidenza. Davanti alla mia proposta di parlare con un medico ho però trovato il fermo rifiuto anche di mia madre e tutta la sua esaperazione e lacrime.

A questo punto non so realmente come comportarmi e come sia più opportuno agire...
E temo onestamente per l'incolumità di mia madre, ma anche che mio padre possa mettere in pericolo se stesso ed altri, data la sua prepotenza ed ossessione di essere al meglio della sua forma fisica e mentale.

Vi ringrazio per ogni consiglio che saprete darmi per gestire questa situazione da vicino ma non troppo.

Vorrei aggiungere che mia madre e mio padre pretendono di vivere una vita assolutamente normale, disseminata però di questi episodi di ira, arginando e dissimulando continuamente il problema.

Emma M

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 14 SET 2020

Emma ha provato a chiedere a sua madre il perché del suo rifiuto a parlare col medico curante? Per paura forse di qualche ritorsione? O forse perché si è abituata a tale condizione familiare? Ciononostante se lei figlia ritiene che sua madre possa essere in pericolo così come suo padre, potrebbe decidere di rivolgersi personalmente al medico di medicina generale e parlare con lui della situazione che stanno vivendo i suoi genitori. Comprendo la sua preoccupazione e soprattutto il peso di essere l'unica ad essere a conoscenza di un quadro di questo tipo.
Le consiglio di rompere il segreto e parlarne con un professionista.
Un abbraccio

Dott.ssa Sara Nepi Psicologo a Prato

93 Risposte

94 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 SET 2020

Buongiorno Emma,
dagli elementi che mette in evidenza nei comportamenti di suo padre di circa 79 anni, potrebbero leggersi indicatori di aggressività legati probabilmente a demenza senile o altzeimer, se ad esempio sono correlati anche a amnesie.
Per approfondire tali dubbi sarebbe assolutamente opportuno preliminarmente un controllo che stabilisca eventualmente tale diagnosi e procedere al relativo percorso o escluderla e dirigersi in una direzione differente.
A presto
Dott. ssa Daniela Calabrese psicoterapeuta Roma e online

Studio Psicologia Calabrese Psicologo a Roma

78 Risposte

105 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 27750 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18000

psicologi

domande 27750

domande

Risposte 95700

Risposte