Non so cosa provo, ma vederlo con un’altra non lo sopporterei

Inviata da lovesecchia · 8 ott 2020

Sto insieme al mio ragazzo da quasi un anno, fino ad un mese fa tutto perfetto.. abbiamo 22 anni, pensavo ad un futuro insieme.. quando ad un certo punto mi sono venuti dubbi su dubbi. Non riesco a smettere di chiedermi se lui è l’uomo giusto per me, se i suoi comportamenti, le sue fisse ecc ecc. Pensare di lasciarlo mi fa stare ancora più male dei dubbi che ho, non riuscirei e non accetterei mai di vederlo con un’altra e comunque se lo lasciassi mi mancherebbe veramente tanto. È un mix di sentimenti, sensazioni che non riesco a spiegare ma che mi tormentano ogni qualvolta lui fa qualcosa di sbagliato nei miei confronti. (per sbagliato intendo non darmi le giuste attenzioni o comunque quelle che io vorrei, oppure non avere gli stessi pensieri o non dare la stessa importanza su determinate cose che per me sono importanti)Non so veramente cosa fare e cosa pensare..

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 9 OTT 2020

Salve. La discrepanza tra l'aspettativa (forse, ingravescente la prima o irrealistica la seconda) e l'esperienza genera una frattura che cerca di risolvere in modo riflessivo (ovvero con il dubbio, che porta al rimuginio). In vista di una progettualità, tale situazione è tanto più significativa quanto più, giustamente, foriera di sofferenza. Prima di assumere responsabilità o scelte, valuterei in serenità con un terapeuta la situazione. Cordialità. DP

Dott. Daniel Michael Portolani Psicologo a Brescia

1001 Risposte

1014 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 OTT 2020

Gentile utente, mi sembra che ci siano emozioni contrastanti che la spingono verso o la spingono via (almeno mentalmente) dal suo compagno. Quando questo accade è frequente che prenda un po' di ansia e che si faccia in modo di scacciare certi pensieri...che però non se ne vanno. Quando c'è confusione su qualcosa e non sappiamo spiegarci perchè, è importante dare ascolto a tutte quelle parti di noi che ci stanno parlando. A volte, infatti, facciamo l'errore di pensare che sia sbagliato o non sia possibile provare stati emotivi contrastanti verso la stessa persona mentre invece non solo è possibile ma quella confusione ci sta parlando di noi; di bisogni che quella relazione soddisfa e bisogni che quella relazione non soddisfa o soddisfa solo in parte. Certe volte capita che ci sia effettivamente qualcosa che non ci fa stare bene ma si cerchi di ignorarlo o di non darci troppo peso perchè le cose che piacciono sono più di quelle che non piacciono. Si tratta di una strategia frequente ma che alla lunga può creare problemi perchè ciò che non ci sta bene non può essere ignorato o sminuito in eterno. Altre volte ci portiamo dietro eredità dalla nostra storia di vita che ci fa leggere come "campanelli di allarme" qualcosa che in realtà non lo è; in quel caso il problema non è la relazione ma il modo in cui la interpretiamo. Ci sono persone, ad esempio, che hanno talmente imparato a non fidarsi che dopo un po' che vivono una relazione, devono per forza trovare un "alibi" che permetta loro di allontanarsi dalla relazione. Le suggerisco quindi, di pensare a un percorso psicologico che possa aiutarla a fare chiarezza su cosa le stiano dicendo diverse parti di sè.
Quando si riesce ad avere chiaro tutto ciò allora sarà anche più facile capirsi. Rimango a disposizione.
un caro saluto,

Luisa Fossati

Dott.ssa Luisa Fossati Psicologo a Firenze

404 Risposte

457 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 OTT 2020

Cara Lovesecchia,
dopo la fase dell’ innamoramento in cui idealizziamo il partner , di solito si passa nella fase dell’amore quando riusciamo a vedere l’altro per come è realmente, accettando i suoi pregi e i suoi difetti. La comunicazione e il confronto sono importanti in una coppia. Pertanto, le consiglio di seguire una terapia di coppia analizzando anche i suoi conflitti interiori.
Cordiali saluti
Dr.ssa Anna Capriati

Dott.ssa Anna Capriati Psicologo a Trieste

17 Risposte

48 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

9 OTT 2020

Carissima,
quali sono le caratteristiche del suo compagno che le fanno chiedere se è la persona giusta per lei? C'è qualcosa in particolare che non le dà la certezza di voler stare con questo ragazzo?
Se il motivo è questo (e dunque se sono i suoi atteggiamenti/comportamenti a non piacerle), può provare a parlarne con lui, esprimendogli i suoi disagi ed il suo non riuscire a smettere di rimuginare su certe dinamiche.
Se il motivo è una sua tendenza di base a non riuscire a prendere decisioni definitive, allora cercherei di capire qual è il blocco che si sta manifestando adesso, nella relazione con questo ragazzo.
Cerchi di pensare alla situazione con maggiore serenità e provi a capire se il suo blocco può dipendere da un non riuscire a lasciarsi andare nelle situazioni che, in qualche modo, richiedono un certo investimento di sé.
Un caro saluto,
Dott.ssa Federica Beglini

Dott.ssa Federica Beglini Psicologo a Milano

50 Risposte

27 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 OTT 2020

Cara lovesecchia, sarebbe utile per Lei capire come mai sorgono in Lei tutti questi dubbi. E' importante essere consapevoli che il futuro si costruisce giorno dopo giorno. I suoi dubbi potrebbero essere collegati al fatto che si sta proiettando troppo avanti; Le sarebbe d'aiuto, invece, osservare come vanno le cose, riflettendo sul come si sente e come si trova nella relazione, ad oggi. Nei primi anni di relazione si impara a conoscere l'altro, ci si rende consapevoli della possibilità o meno di condividere più concretamente una realtà insieme (a questo servono anche le discussioni, per capire se effettivamente si può arrivare a compromessi che facciano stare bene entrambi). Ma per fare questo, c'è bisogno di tempo. Quindi, Le consiglio di godersi con più tranquillità il presente, crescendo con il Suo compagno a livello di coppia, ma anche individualmente (partendo dal presupposto che l'altro deve essere un arricchimento per la nostra Persona). Se i dubbi persistono e causano malessere in Lei, Le consiglio di chiedere un supporto psicologico per fare chiarezza dentro sé e per tornare a vivere la relazione con benessere.
Buona fortuna.
Dr.ssa Amanda D'Ambra.

Dr.ssa Amanda D'Ambra Psicologo a Torino

1305 Risposte

760 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 27300 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17850

psicologi

domande 27300

domande

Risposte 94200

Risposte