non riuscire ad andare a mangiare fuori

Inviata da Mia99 · 28 giu 2021

Salve a tutti.
Premetto che ho riniziato da poco un percorso con uno psicologo, da maggio (quando ci hanno “liberato”) ho iniziato a soffrire di attacchi di panico e ansia a causa del caldo.. ho preso così tanta paura di svenire che sono andata in panico. Mi era già capitato tre anni fa e ne sono uscita e per tre anni sono stata bene, la causa scatenante la scorsa volta era un mezzo svenimento.
Comunque ora ho il terrore di uscire a ristorante o andare al bar, e ovviamente fare tutto il resto delle cose. C’è da dire che non mi sono lasciata travolgere e nel mio piccolo le cose le faccio ad esempio colazione al bar, la spesa, un giro per negozio o anche solo andare a lavorare ma anche se le riesco a fare le faccio sempre con la preoccupazione che possa tornarmi l’ansia. Diciamo che al momento il mio blocco più grande e il ristorante ( questa settimana sono riuscita ad andarci per la prima volta) però non riesco a vivere così… mi pesa troppo. Voglio tornare alla normalità ma non riesco a s concentrarmi quando viene l’ansia ci penso e ci ripenso. Ho iniazayo anche una cura molto leggera con il lexotan. Qualche consiglio per non pensarci?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 29 GIU 2021

Buongiorno,
probabilmente deve avere un po' di pazienza con se stessa, avendo ricominciato da poco il percorso psicologico. Ad ogni modo,
per i disturbi d'ansia la terapia psicologica più indicata è quella cognitivo -comportamentale.
Le auguro di poter presto risolvere i suoi disagi
Un caro saluto
Dott.ssa Oriana Parisi

Dott.ssa Oriana Parisi Psicologo a Bari

804 Risposte

490 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 GIU 2021

Buongiorno Mia,
ha iniziato un percorso psicologico si affidi al suo terapeuta che immagino sia a conoscenza anche della cura farmacologia che ha iniziato.
Tutte queste preoccupazioni potrebbe scriverle e annotarle su un foglio, quaderno, diario, per poi parlarne in seduta con il suo terapeuta, impari ad occupare la mente in attività quotidiane affinché le sue ansie incomincino, un po' alla volta, a trovare contenitori emotivi.
Dott.ssa Silvana Censale

Dott.ssa Silvana Censale Psicologo a Prato

157 Risposte

69 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 31200 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 19350

psicologi

domande 31200

domande

Risposte 107000

Risposte