Mia sorella è coinvolta in una relazione di dipendenza affettiva...

Inviata da Hope16 · 4 mag 2021

Mia sorella ha trascorso quasi dieci anni in una relazione tossica (seppur non continua, ma intervallata da pause o da relazioni con altre persone). Siamo stati malissimo sia io che i miei genitori.. Tutte le volte che si lasciava con lui (gli darò un nome a caso per comodità: RICCARDO), ritornavano insieme. Sono stati anni duri per tutti noi, che hanno cambiato mia sorella (portandola ad essere insicura, a credere di meritare questo tipo di relazioni, a dire spesso bugie) e noi. Nel 2019 finalmente si sono lasciati, credevo per davvero. Per questo anno e mezzo siamo stati tutti meglio, pensavo anche lei. L'ho vista diversa per la prima volta, diversa rispetto alle scorse volte in cui si lasciavano. L'ho vista quasi rinata, forte, più sicura. Durante questo periodo, tra l'altro, ha avuto una relazione di qualche mese con un ragazzo con cui è stata bene e che le ha permesso di capire come in una relazione possa esserci reciprocità e rispetto. Ad inizio Aprile però si sono lasciati, perchè a detta di mia sorella avevano progetti di vita diversi e lui non le ha dimostrato di amarla poi cosi tanto. Ci è un po' dispiaciuto ma le siamo stati tutti vicino. Quindi ripeto, voglio essere sincera, questo anno è stata davvero la prima volta che non ho dubitato di lei, neanche un attimo. Come dicevo prima, mi sembrava rinata. Pensavo ce l'avesse fatta per davvero a chiudere quel capitolo della sua vita (anche perchè ci ha lavorato anche un pò. In questi anni ha anche svolto delle terapie psicologiche e di gruppo..) Non ho dubitato un solo secondo che potesse tornare con RICCARDO.. un narcisista patologico. Questi giorni però TUTTO E' CAMBIATO. La vedevo strana, sospettosa. So che non è la cosa più giusta da fare, ma sono sua sorella, e volevo sapere. Ho guardato tra le chat archiviate sul suo cellulare e ho capito tutto. Da un mese è tornata con RICCARDO... si vedono quasi ogni giorno e il mondo mi è crollato addosso. Ha mentito a me e ad i miei genitori tutto questo mese... ed io non so che fare. Non so se dirle qualcosa, se dire qualcosa ai miei, mi sento un macigno sulle spalle. Sono preoccupata per lei ed ho difficoltà a credere in un suo possibile recupero. Dentro di me mi dico: "se non c'è l'ha fatta questa volta in cui stava veramente bene, ha sperimentato anche una relazione sana, ha avuto il nostro supporto, si è divertita nel lavoro, ed era sicura di se.. quando mai potrà riuscirci?". Forse è quello che vuole... Ho anche capito il perchè è terminata la relazione di qualche mese con il ragazzo che ha conosciuto quest'estate. Si sono lasciati perchè lei aveva iniziato a sentirsi con RICCARDO. Sto male, perchè tutta la fiducia che avevo riposto in lei è stata tradita in un certo senso. Tutti i discorsi che abbiamo fatto quest'anno, gli sforzi miei e di mamma nel parlarle... Quindi fondamentalmente sto male perchè: 1. ho paura che a questo punto non ne uscirà più 2. mi ha mentito per tutto il tempo.. Tra l'altro sto male per un altro motivo. Lei non sa che io so di questa situazione, e lo stesso vale per i miei. Vorrei parlarne con loro, perchè abbiamo sempre affrontato tutto insieme cercando di trovare insieme le strategie migliori per affrontare la situazione. Solo che ora vedo mamma così serena. La settimana scorsa è stata molto giù perchè aveva dei sospetti, ma io le ho dato forza dicendole che va tutto bene, che dovevamo fidarci di mia sorella. Scoprire ora questo, mi ha fatto sprofondare. E vorrei un aiuto dai miei, perchè da sola non posso fare nulla. Ma vorrei evitarli questo dolore... e sono cosi arrabbiata con mia sorella.. mi sembra cosi egoista. So bene che a questo punto non sta bene, ho studiato a lungo i meccanismi della dipendenza affettiva (alla triennale di psicologia ho proprio condotto una tesi su questo tema, forse spinta dalla situazione che vivevo). Non so quanto possa essere utile scrivere qui, però ci provo... Non so come comportarmi con i miei...e non so come aiutare lei. Sto facendo continuamente incubi.. e sogni in cui cerco di trovare la soluzione migliore per lei. RICCARDO mi fa paura, davvero. E io non so veramente cosa fare, mi sembra di non aver accettato ancora la cosa... Scusate il messaggio forse troppo lungo, buona giornata

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 4 MAG 2021

Cara Hope,
le consiglio di far leggere a sua sorella "Donne che amano troppo" di Robin Norwood, potrebbe aprirle maggiori consapevolezze sulla sua situazione. Il problema è fino a che lei non capisce che Riccardo è come se fosse una sostanza che le fa solo male, difficilmente potrà uscirne. Infatti vi mente esattamente come farebbe un soggetto dipendente da droga che fa di tutto per nascondere ai suoi che ci è ricascato/a per l'ennesima volta.
A Bergamo c'è un centro che si chiama "Dipendiamo" con ottimi psicoterapeute che trattano, fra le varie nuove dipendenze, anche quella affettiva; potrebbe dare un occhiata per partecipare a qualche loro evento mirato a questo delicato tema.
Riamango a disposizione per qualsiasi approfondimento.

Dott.ssa Francesca Orefice

Dott.ssa Francesca Orefice Psicologo a Bologna

166 Risposte

59 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 MAG 2021

Gentile utente, comprendo la grande delusione e frustrazione che lei ha provato nello scoprire che dopo un anno e mezzo sua sorella ha ripreso quella relazione nociva e pericolosa.
Tuttavia, per quanto risulti doloroso per voi familiari, sua sorella ha diritto a fare le sue scelte anche se sbagliate e nessuno può prendere decisioni per la sua vita sostituendosi a lei.
Nonostante ciò, a mio parere, lei può dire a sua sorella che da circa un mese la vede strana e sospettosa ed è preoccupata mentre a sua madre può dire la verità se, come lei dice, affrontate sempre i problemi insieme chiedendole ovviamente di non svelare quanto da lei scoperto.
In ogni caso lei non può nè deve sentirsi in colpa per sua sorella.
D'altra parte l'aiuto psicologico che sua sorella ha ricevuto dalle sedute psicologiche individuali o di gruppo fatte non è stato certamente sufficiente dal momento che una psicoterapia dovrebbe durare almeno un anno con regolari sedute settimanali.; sarà se mai il caso che venga sensibilizzata a responsabilizzarsi per la propria autonomia qualora, come si può supporre, nonl'abbia ancora perseguita.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

7339 Risposte

20670 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 MAG 2021

Gentile Hope16,
comprendo la Sua sofferenza, che trapela in ogni riga di questo Suo racconto. Lei ha studiato a fondo la dipendenza affettiva, quindi non ripeterò perchè e come solitamente si entra in questo meccanismo. Sua sorella ha un'ottima rete di supporto, che siete Lei e i vostri genitori. Ha anche svolto dei percorsi psicologici, ma mi chiedo se si sia trovata bene con il/la terapeuta e il gruppo di terapia, e se ne abbia tratto davvero giovamento. In fondo, solo sua sorella può dirvi di cosa sente di avere bisogno in questo momento. Ma per supportarla ancora una volta, Lei ha bisogno prima di alleggerirsi di questo suo peso. Metta sulla bilancia il confessare a sua sorella (e di conseguenza dirlo ai suoi genitori) di aver scoperto della sua relazione con Riccardo e la possibilità di non dire niente, tenendosi tutto dentro, aspettando che il primo passo lo faccia sua sorella. Agisca per il bene di lei, per quanto sia doloroso è la cosa migliore da fare. Rimango a disposizione, un caro saluto
Dottoressa Erica Simoni

Dott.ssa Erica Simoni Psicologo a Parma

70 Risposte

23 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 27700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18000

psicologi

domande 27700

domande

Risposte 95400

Risposte