Mi sento solo senza ragazza, vita triste e vuota.

Inviata da Antonio · 28 gen 2019

Ciao, proverò a spiegare la mia situazione anche se non è facile. Sono un ragazzo di 26 anni, è da ormai più di un anno che la mia vita non ha senso, le mie giornate sono vuote, non so più chi voglio essere e cosa voglio fare nella vita, sono sempre triste e mi sento solo ogni giorno. Non trovo motivazioni per svegliarmi la mattina, passo la giornata in giro cercando di evitare pensieri negativi che mi annebbiano la mente, cerco sempre di stare con la gente perchè se sono solo mi sento triste. Mi sento un fallito, ho 26 anni sono iscrittp ad una facoltá triennale, non facile ma comunque avrei dovuta finirla due anni fa. Sono al quinto anno e mi mancano parecchi esami ancora. Non sp più se voglio continuare, non so veramente chi voglio essere nella vita. I miei genitori si stanno preoccuapando di, questo. La cosa grave è che io al posto di pensare al mio futuro effettivamente, rendermi conto che sto fallendo nella vita, pensp da un anno solo ed esclusivamente alla miq ex ragazza e al fatto di non riuscire a trovare una ragazza. Mi ha lasciato un anno fa e per me è stato come morire quel giorno, non mi spnp più ripreso, ho iniziato a vivere cosi, senza senso. Pensp continuamente a lei e alla sua vita( è anche fidanzata con un altro) non riesco a stare solo perché penso a lei che in quel momento magari è felice con un altro. Ormai sono in un vortice da cui non riesco ad uscirne. E da qui partono tutte le mie paranoue e I miei pensieri, perchè io vorrei trovare una ragazza ma un pò per lo stato in cui mi trovo un pò perché non sono bello, faccio veramente tanta fatica a trovarne una. Qualche storia l ho avuta, qualche ragazza così anche, ma ormai è diventata quasi una ossessione per me il fatto di non trovare una ragazza a 26 anni, I miei sono quasi tutti fidanzati e felici, e chi non lo è comunque ha dei sogni e degli obiettivi. Io è come se dovessi prima sistemare questo lato della mia vita prima di concentrarmi sul mio futuro. Cioè correggere dei difetti fisici, magari anche avere un fisico migliore
, e trovare una ragazza. Sono sempre stato così nella vita, però il fatto di averq una persona accanto quanto meno mi faceva vivere molto meglio, l aver perso una ragazza così bella e per cui provavo delle sensazioni mai provate in vita mi ha veramente ucciso. Ho perso fiducia nel futuro, non so veramente se riuscirò ad uscire da questa situazione che raccontata sembra quasi essere una cosa che capita a tutti, ma vissuta ogni giorno per più di un anno è logorante a tal punto da pensare cose veramente brutte, ma che non sarei comunque in grado di fare. Ringrazio chi cercherá di darmi un consiglio

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 29 GEN 2019

Gentile Antonio,
da quanto scrivi emergono problemi di bassa autostima e basso tono dell'umore col rischio di scivolare in una vera depressione.
Il tuo disagio ha origini lontane come si può intravedere dalla tua frase " ...Sono sempre stato così nella vita, però il fatto di avere una persona accanto quanto meno mi faceva vivere molto meglio...".
In effetti, anche il tuo ritardo nel percorso di studi non può essere imputabile solo alla chiusura un anno fa della relazione con la tua ex ma è indicativo di un disorientamento e di un disagio esistente già da tempo.
Ora dovresti comprendere che è necessario dapprima prenderti cura di te stesso mediante un percorso di psicoterapia per migliorare autostima, tono dell'umore nonchè struttura di personalità e, soltanto dopo, dare spazio alla ricerca di una relazione sentimentale reciprocamente gratificante e non alla ricerca di un bastone a cui appoggiarti sentendoti inadeguato e incapace.
Pertanto il consiglio è di intraprendere senza ulteriore indugio una psicoterapia preferibilmente ad orientamento cognitivo-comportamentale.
Cordiali saluti.
Dr. Gennaro Fiore
medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

Dott. Gennaro Fiore Psicologo a Quadrivio

6942 Risposte

19279 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

30 GEN 2019

Carissimo,
i problemi sono due e sono collegati. Uno, lei da un anno è depresso, infatti fa fatica ad alzarsi al mattino, non ha stimolo per gli impegni che deve assolvere e fa brutti pensieri. Due, la sua ex. Che non ha dimenticato e qui sta il punto. Siamo in presenza di un lutto non elaborato per cui lei pensa continuamente alla sua ex. Quello che si deve fare è rivedere emotivamente la fine di quella relazione in modo da staccare con il passato. Questo dovrebbe automaticamente farla stare meglio e recuperare il tono dell'umore. Per far questo le consiglio vivamente di affidarsi ad uno psicologo della sua zona o presente sul sito ma che usi Skype.
Mi faccia pure delle domande se ne ha bisogno!

Dott. Angelo Feggi - Psicoanalista Genova

Dott. Angelo Feggi Psicologo a Genova

473 Risposte

729 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 GEN 2019

Caro Antonio,
ti ringrazio per esser stato molto esaustivo nella tua storia. Innanzi tutto ciò che più emerge è che dimostri di avere una bassa stima di te (es. ti definisci un fallito, non bello); questo aspetto è molto significativo in quanto influisce su come ti relazioni con gli altri. Lamenti spesso di non riuscire a trovare una compagna, ma se prima non impari a stare bene con te stesso, amarti, apprezzarti, essere autoironico e a piacerti, come puoi pretendere di piacere agli altri?! Hai dimenticato come stavi (bene) quando sei riuscito a conquistare il cuore della tua precedente ragazza?? Quindi ti propongo un cambio di prospettiva: al posto di “mi sento solo, la mia vita è triste e vuota” chiediti “cosa posso fare al fine di non sentirmi più solo e triste? Cosa posso cambiare di me?”. Con ciò non intendo interventi chirurgici o plastiche facciali, sia chiaro, ma avere più cura di sé (attenzione al taglio di capelli e al vestiario, al peso e all’alimentazione), fare sport, essere sempre sorridenti, imparare ad essere autoironici ed approcciarsi in modo diverso con le ragazze (evitare le frasi fatte “sei bella” e invece farglielo capire senza dirglielo, farle sentire apprezzate, ascoltate, intelligenti e amate..). Sei sulla strada giusta in quanto già adotti strategie quali l’evitamento di pensieri negativi e il stare con la gente. La cosa che mi chiedo è: ciò è sufficiente? Puoi fare altro? Puoi fare di meglio? Allontanati dalle persone che ti fanno stare male e ricerca solo i luoghi dove più ti senti a tuo agio e che ti fanno stare meglio. Scegli tu dove stare e con chi stare, diventa leader in primis di te stesso.
In merito all’università, è pieno di ragazzi che come te, sono in ritardo con lo studio e con gli esami, la vera domanda è: perché tu lo sei? E se non sei abbastanza motivato, perché non hai ancora mollato?
Sei convinto che il problema sia non trovare una ragazza ma hai dimostrato apertamente che sei tu che non sai chi sei, cosa vuoi fare della tua vita, che non hai chiari ne sogni, ne obbiettivi... il non avere la ragazza è quindi secondario.
Prendi carta e penna e chiarisci bene chi sei: dividi il foglio in due colonne e descrivi da un lato tutti i tuoi punti di forza, abilità, caratteristiche, cose che sai fare e pregi che ti riguardano e dall’altro lato tutto ciò in cui puoi ancora migliorare. Sotto al foglio i tuoi obiettivi e sogni. Porta con te il foglio ogni giorno ed elimina con la penna ciò che hai scritto man mano che lo realizzi. Questo può aiutarti a definire in modo chiaro ciò che devi fare e ti dimostrerà che con il tempo, le cose si risolvono.
In merito ai tuoi continui pensieri negativi, qualora invece il malessere diventasse insopportabile, ti consiglio di rivolgersi ad uno psichiatra.
Ora che hai tanto da fare e su cui lavorare, ti faccio i miei migliori auguri.
In caso avessi altre domande o richieste più approfondite, possiamo anche sentirci via Skype.

Un caro saluto

Dr.ssa Rasolo Giulia – Psicologa

Dr.ssa Giulia Rasolo Psicologo a Este

11 Risposte

9 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 GEN 2019

Buongiorno Antonio,
sembra che la tua vita si sia bloccata nel momento in cui la tua ragazza ti ha lasciato. E' come se in quel momento avessi perso le tue difese e ti fossi ritrovato a dover fare i conti con tutte le tue fragilità senza sapere da che parte cominciare. Così ti sei bloccato.
Penso che per riavviare la tua vita hai bisogno di lavorare su queste fragilità. Hai bisogno di fare la pace con i tuoi fallimenti, accettare le tue insicurezze e iniziare ad amarle un po', a prendertene cura perché fanno parte di te.
Non devi combattere contro quello che ti sta capitando ma devi imparare qualcosa di nuovo.
Probabilmente non potrai fare tutto da solo perché è un processo complesso e faticoso per questo ti consiglio di appoggiarti all'aiuto di una psicoterapia, strumento efficace per elaborare quanto ti accade e ricominciare.
Coraggio, la prima mossa l'hai fatta ora passa alla seconda e inizia il tuo percorso.
Un caro saluto, dr Katjuscia Manganiello

Dr.ssa Katjuscia Manganiello Psicologo a Pesaro

149 Risposte

158 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22950 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16600

psicologi

domande 22950

domande

Risposte 84300

Risposte