Crisi.. tradimento..sensi di colpa.. o no...

Inviata da ANTONIO ANDREA · 27 lug 2020

Salve a tutti, cari dottori.
Sono Andrea... libero professionista in carriera... 27 anni.. fidanzato da 7. Non ho mai tradito la mia lei, nonostante il rapporto ormai consolidato ed abbastanza abitudinario. Fino a qualche giorno fa... quando conosco una collega più giovane di me. Ci incontriamo per lavoro dopo aver messaggiato per giorni. Lei non è proprio il mio ideale di donna, ammesso che esista, eppure ho ceduto. ho ceduto alla grande.. e l'ho rifatto. Sono qui.. in preda a sensi di colpa ma passeggeri.. mi tormentano a tratti.. poi mi "autoconforto" sminuisco.. mi dico " è stata solo una scappatella".. non ha senso rovinare tutto.. ed a volte il contrario.. penso che sicuramente la mia lei non lo meritava... e mi ritrovo qui.. in preda alla confusione.. perchè per me è una grande novità.. vorrei qualche consiglio.. come affrontare questa novità? schiarirmi le idee?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 28 LUG 2020

Buongiorno Andrea,
la motivazione per cui ci si sperimenta in nuovi comportamenti affonda le radici in uno o più bisogni che cerchiamo di assecondare. A volte essi sono molto chiari e siamo quindi consapevoli delle nostre azioni; altre volte no, oppure preferiamo non esserlo. Quindi se riteniamo che una determinata situazione, o persona nel suo caso, possa rispondere ad una qualche esigenza, ci facciamo coinvolgere nel tentativo di capire se il nostro bisogno viene soddisfatto. Dovrebbe chiedersi quindi che cosa l'ha portato ad agire in questo nuovo modo. In un percorso psicoterapico si affrontano vari temi di vita (tra cui amore, giustizia e libertà) e si cercano di individuare quelle motivazioni che ci fanno comportare in un determinato modo anche se non sappiamo bene perchè. Sicuramente diventarne consapevole potrebbe aiutarla a capire come gestire al meglio la situazione.
Resto a disposizione in tal senso.
Cordialmente,
dott.ssa Carucci

Dott.ssa Elena Carucci Psicologo a Torino

31 Risposte

52 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 LUG 2020

Caro Andrea, i motivi che si nascondono dietro ad un tradimento sono numerosi e spesso non si ha una piena consapevolezza di essi. Si può tradire per un bisogno, per noia, per trasgressione, per vivere nuove emozioni, per una crisi, per scarsa autostima, ecc.. Ma se credi ancora nel vostro amore e hai voglia di continuare il rapporto con la tua lei evitando di ricadere nella trappola del tradimento è necessario conoscere e affrontare le motivazioni che hanno portato all’infedeltà, per poterle elaborare e superare insieme a lei.
A volte può essere necessario un supporto psicologico
Resto a disposizione

Dott.ssa Carola Stancampiano Psicologo a Adrano

27 Risposte

28 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 LUG 2020

Buongiorno Andrea,
la sua confusione si percepisce in maniera molto forte da quel che scrive. Probabilmente il fatto di avere avuto un comportamento insolito può confonderla proprio sull’immagine che ha sempre avuto di se stesso. Spesso il tradimento è una buona occasione per comprendere; è importante sospendere il giudizio e rimanere in ascolto di sensazioni ed emozioni per fare chiarezza. Una domanda utile da farsi è “dopo 7 anni di relazione, come mai è accaduto proprio adesso ?”

Erika Morino Psicologa Psicologo a Genova

29 Risposte

15 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

28 LUG 2020

Caro Andrea, il significato della "scappatella" emerge alla luce del contesto: quale progettualità c'è nella relazione attuale? questa collega rappresenta una possibilità alternativa concreta? Lei sembra particolarmente in scacco non perchè ha tradito (cosa piuttosto comune) quanto piuttosto per il fatto che "dovrebbe", per senso comune, sentirsi peggio di così. Cosa dice questo della Sua attuale relazione e cosa dei sentimenti per la collega? per comprendere meglio può chiedersi, ad esempio, cosa l'ha colpita della collega e perchè proprio adesso, dopo 7 anni di relazione, Lei "ceda" a una tentazione. C'è un rapporto fatto di messaggi: sono erotici, affettivi o entrambi? Se la collega non è nemmeno "il Suo tipo" evidentemente ha toccato qualche corda giusta: riesce a comprendere quale? Come si sente con lei e con la compagna? Se fatica in questa operazione valuti il supporto di un professionista per mettere a tema i significati che Lei sta afferrando, in questo momento, solo parzialmente. In bocca al lupo, DP

Dott. Daniel Michael Portolani Psicologo a Brescia

998 Risposte

1026 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 30700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 19050

psicologi

domande 30700

domande

Risposte 105250

Risposte