Consigli sulla paura di guidare

Inviata da Chicca87 · 3 giu 2021

Salve,
Ho 33 annj e ho preso la patente 3 anni fa.
Mi sono decisa molto tardi perché ho sempre avuto molta paura,non perché abbia subito traumi o incidenti,non so...paura e basta.
Insomma quando finalmente l'ho presa,tra l'altro incinta di quasi 8 mesi della mia seconda bambina,ho fatto l'enorme sbaglio di non proseguire a guidare...Mi dicevo "ora mi fermo e dopo che partoriró,riprenderò a guidare" cosa che purtroppo non è avvenuta,ho lasciato passare il tempo e ora praticamente sono al punto di partenza,perché l'idea di rimettermi a guidare mi terrorizza.
Ma ho tre bambine e sono stufa di dipendere dagli altri.
Vorrei un parere, grazie!!
Durante il periodo della scuola guida facevo anche le guide con il mio compagno,ma mi metteva ancora più ansia guidare con lui, perché a ogni mio sbaglio perdeva la calma e mi agitava ancora di più,infatti poi decisi di proseguire solo con l'istruttore e feci tantissime guide che però non mi portarono ad essere super sicura alla guida.So che la sicurezza si acquista con il tempo e con l'esperienza ma il punto è che avendo questa paura che mi blocca non riesco a ricominciare.
Ho un disperato bisogno di superare questa mia paura,lo vorrei fare per le mie bambine,per portarle in giro,ripeto,per non dipendere dagli altri per ogni cosa.
Mi sento una persona inutile e questo è diventato il mio pensiero fisso.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 7 GIU 2021

Cara Chicca, buon giorno!
Comprendo il senso di frustrazione che prova per la sua paura, ma non generalizzi: non guidare non è equivalente ad essere inutile.
C'è una specifica fobia, del sottotipo situazionale, che descrive il suo problema: è l'amaxofobia ed è un fenomeno molto diffuso, tanto che in Italia e ne soffrono il 36% degli uomini e il 64% delle donne.
Come tutte le fobie un disturbo legato all'ansia e si può trattare con ottimi risultati affidandosi ad uno specialista.
Come consiglio generico le suggerirei di provare a piccoli passi: un piccolo giro attorno all'isolato di casa, da sola (se se la sente) o con una persona di fiducia che le dia sicurezza, oppure prenda di nuovo qualche lezione di guida per riprendere un po' la pratica. Sia indulgente con sè stessa: sbagliare ad inserire una marcia non la definisce come persona nella sua meravigliosa complessità ... così come una partenza a singhiozzo o una frenata troppo brusca ... si conceda di sbagliare e di migliorare, con fiducia nelle sue capacità.
Resto a sua disposizione se desidera approfondire maggiormente.
Le auguro ogni bene!

Dr.ssa Erika Conti

Dr.ssa Erika Conti Psicologo a Savona

81 Risposte

95 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

15 GIU 2021

Gentilissima,
dalle sue parole emerge la sua forte volontà e motivazione nell'affrontare il disagio che vive.
Guidare potrebbe essere sinonimo di altro come lo spostarsi, l'andare verso, il rendersi indipendenti contro l'essere dipendenti quindi occupare altre persone. Credo potrebbe esserle utile valutare di effettuare qualche colloquio per approfondire questi eventuali significati collegati alla sua fatica.
Resto a disposizione,
Dr. Matteo Radavelli

Dr. Matteo Radavelli Psicologo a Arcore

83 Risposte

33 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 GIU 2021

Buongiorno Chicca87,
Leggo con attenzione la sua richiesta, le dico subito che non guidare non la definisce una persona inutile, semplicemente una persona che non guida. Se lei ritiene utile guidare e farlo la aiuterebbe a gestire meglio la sua vita quotidiana allora di certo deve comprendere il motivo che la spinge ad avere questa paura, magari legata a qualcosa che lei in questo momento ignora, ma che parlando con un terapeuta potrebbe palesarsi. Potrei inoltre consigliare di iniziare a riprendere confidenza con la macchina, in maniera graduale, anche solo facendosi accompagnare in un luogo isolato (come un grande parcheggio per esempio) e provando a guidare, o addirittura fare nuovamente delle guide con un istruttore, non ci sarebbe nulla di male, anzi, sarebbe sinonimo di responsabilità. Provi a parlare un professionista se invece crede di avere più bisogno di parlare per sciogliere questa sua paura, e solo allora riprendere ad utilizzare la macchina.

Gramaglia Dr. Giancarlo Psicologo a Torino

819 Risposte

378 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

8 GIU 2021

Gentile Chicca87,
come ha precisato la sicurezza nella guida si acquista con il tempo e l'esperienza. Questo significa che all'inizio chi guida deve fare i conti con un certo grado di incertezza e mancanza del pieno controllo della situazione. E questo può spaventare. Ma è una fase che occorre attraversare necessariamente prima di sentirsi sufficientemente sicuri.

Quindi se davvero vuole diventare una guidatrice esperta anche lei deve passare attraverso l'incertezza. Per farlo senza spaventarsi troppo può affrontare la guida per gradi e seguendo tutte le strategie che in qualche modo sente che l'aiutino a vivere meglio quei momenti.

Es. Primi giri da sola in auto, per luoghi conosciuti, tempi brevi, con la musica se la rilassa oppure senza se la infastidisce, etc. Lo farà fino a quando quel primo passo con la guida non le darà la sensazione di riuscire abbastanza bene, deve potersi dire "Sì ce la faccio". Poi aumenta il tiro aggiungendo qualcosa come un tempo più lungo in auto, un giro diverso, etc.

E' importante che inizi con poco, stabilizzi ciò che ha imparato e prosegua verso il passo successivo. Questo le permetterà di acquisire fiducia e stima di sé con i suoi tempi e modi.

Se in questo percorso di acquisizione della fiducia ha bisogno del mio aiuto, possiamo vederci online per un percorso breve rivolto al superamento delle sue paure. In questo caso mi contatti in privato, sarò felice di aiutarla.

Un caro saluto,
Dr Katjuscia Manganiello | Psicologa e Psicoterapeuta a Pesaro e Online

Dr.ssa Katjuscia Manganiello Psicologo a Pesaro

223 Risposte

251 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

7 GIU 2021

Cara Chicca87,

mi sembra di intuire dalle sue parole la sua frustrazione nel non riuscire a ricominciare a guidare; vorrei dirle che la paura di guidare è una delle paure più comuni, tanto da avere un nome proprio, Amaxofobia.

Tuttavia, a miom avviso, la paura spesso non è che una spia rossa lampeggiante che ci segnala di fare attenzione . A cosa? Per capirlo bisognerebbe indagare cosa significhi per le guidare e forse raggiungere un'autonomia.

Sarebbe forse utile, allora, per lei approfondire questa situazione parlandone con uno psicologo che la possa aiutare a ritrovare la sua fiducia nelle sue capacità, alla guida e non.

Sperando che la mia risposta possa esserle stata d'aiuto ,

resto a disposizione

Dott.ssa Maria Chiara Paladini

Dott.ssa Maria Chiara Paladini Psicologo a Napoli

65 Risposte

53 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 GIU 2021

Buon pomeriggio cara,
sarebbe utile approfondire il motivo di questa paura di guidare. Anche se lei scrive che non è legata a particolari traumi, è comunque probabile possa essere legata a un malessere da affrontare ed elaborare. Comprendo quanto possa essere frustrante con tre bambine non poter essere autonoma, proprio per questo le consiglio il supporto di un esperto che possa aiutarla a superare lo stress e la paura legata alla guida, ritrovando le giuste risorse per raggiungere il benessere e lìindipendenza di cui ha bisogno.
Sono a sua disposizione, anche online.
Un caro saluto,
Dott.ssa Rispoli Martina

Dott.ssa Martina Rispoli Psicologo a Salerno

36 Risposte

10 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 GIU 2021

Carissima, la paura di guidare (o amaxofobia) è una paura molto comune. Solitamente ne soffre chi non guida da molto tempo. La situazione è dovuta al timore di non riuscire a controllare un mezzo di cui non si ha alcuna praticità. L'ansia sale già quando il mezzo è acceso, ma fermo. Gradatamente però quando si acquista confidenza e praticità la paura va via. Basterebbe un breve training, per riuscire a superare il problema. Le assicuro che è si tratta solo di una paura situazionale, che non centra con le sue capacità, anche perchè le sue capacità non possono essere valutate con la presenza della paura. Resto a sua disposizione quando vuole. Cari saluti.
Dottoressa Barbara De Luca

Dott.ssa Barbara De Luca Psicologo a Catanzaro

699 Risposte

371 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 GIU 2021

Carissima, sarebbe utile approfondire la natura di questo blocco: cosa significa profondamente per Lei effettivamente mettersi alla guida. Un lavoro su se stessa psicologico La guiderebbe ad una maggiore comprensione del Suo funzionamento, apprendendo a gestire la condizione di ansia e paura di cui parla, riconoscendo le risorse Sue interne da mettere in atto per affrontare questa situazione stressante come altre in maniera adeguata.
Buona fortuna.
Dr.ssa Amanda D'Ambra

Dr.ssa Amanda D'Ambra Psicologo a Torino

1614 Risposte

891 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

4 GIU 2021

Cara Chicca,
la paura che descrive è molto comune.
È una fobia a tutti gli effetti e si chiama Amaxofobia. Questa è una buona notizia, perché in quanto tale è trattabile. Ci sono tecniche pratiche molto efficaci e risolutive.
Se ha necessità mi scriva pure (ricevo anche online). Con un percorso mirato può superarla ed appropriarsi della propria autonomia e serenità.
Le auguro di riuscirci presto.
Buona giornata,
Dr.ssa Annalisa Signorelli

Dott.ssa Annalisa Signorelli Psicologo a Belvedere Marittimo

730 Risposte

1034 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 33950 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 20250

psicologi

domande 33950

domande

Risposte 116000

Risposte