Come liberarsi di persone insistenti?

Inviata da Giulia · 28 ott 2020

Buongiorno a tutt*,
mi trovo in una situazione che non riesco a gestire in piena tranquillità. Sono amica da tanti anni di una persona a cui ho voluto molto bene. E' sempre stata un po' sui generis rispetto agli altri: molto schietta, a volte anche offensiva per certi versi, irruenta nei modi, ma comunque sensibile e amorevole con la sua stretta cerchia di amicizie. Ho sempre pensato che il suo atteggiamento anche molto invadente fosse dovuto a una situazione familiare non proprio delle migliori (fratello con problemi di dipendenza, sorella possessiva e violenta verbalmente, genitori in difficoltà economica e che prendono spesso le questioni con superficialità). Insomma, mi sembrava tutto una spiegabile conseguenza di un contesto non sereno. Le sono sempre stata vicino, così come lei ha fatto con me, direi come è normale che accada in un rapporto di amicizia. Con gli anni però a quanto pare qualcosa in lei è cambiato nei miei confronti e dice di provare per me qualcosa di più profondo a livello sentimentale. Le ho più volte detto che non ricambio, ma se in un primo momento sembrava accettarlo, in un secondo non è più stato così. Ha iniziato a farmi scenate rabbiose di gelosia se raccontavo qualcosa che mi succedeva, ad esempio se qualcuno mi faceva un complimento e lasciava intendere un certo interesse e se magari anche a me faceva piacere parlare con una determinata persona. Insomma, l'amicizia era chiarissimo fosse del tutto scomparsa. Ho capito quindi di dover interrompere le comunicazioni, ma continua a singhiozzo a cercarmi su tutte le piattaforme possibili, anche su indirizzi email che sono accessibili ad altri miei collaboratori, dato che ho dovuto bloccarla su whatsapp/facebook/telefono in generale. Ha usato anche una storia familiare grave per "convincermi" a rispondere. Non è servito a niente, in varie situazioni precedenti al blocco, spiegarle come mi sentissi a ricevere insistentemente messaggi e chiamate. Non si ferma davanti a nulla e non so davvero cosa fare. Mi sento fortunata a non vivere ormai da anni nella sua stessa città. Sono stata per un anno in analisi, per altri motivi, ma chiaramente sempre per aver avuto a che fare con persone simili a lei e sono soddisfatta del percorso fatto. Forse anche questo mi ha aiutato a riconoscere certe dinamiche e a volerle evitare con tutta me stessa. Quindi probabilmente allontanare questa persona era l'ultimo pezzetto da mettere in ordine, mettiamola così. Solo che non riesco per niente ad arginare la situazione. Devo solo resistere e continuare a ignorare i suoi tentativi? Perché ho timore che anche una mia risposta, seppure con tono sostenuto, possa vederla come un appiglio per poter continuare a comunicare. Grazie a chi vorrà leggermi/rispondermi!

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 29 OTT 2020

Gentile Giulia,
Ho letto attentamente il tuo racconto e ritengo tu abbia avuto un comportamento molto chiaro e corretto nei confronti della tua amica. Hai verbalizzato con trasparenza le tue intenzioni sempre, ed hai lavorato anche con te stessa al fine di consapevolezzare ulteriormente l'accaduto e ciò che probabilmente ha indotto la tua amica a certe condotte. Questo senz'altro fa di te una persona sensibile e giusta. Hai maturato con fermezza le tue decisioni e le hai messe in pratica molto bene, con coerenza. Adesso hai solo bisogno di metabolizzare questo vissuto, poiché sebbene la tua amica non ti dia tregua é possibile che prima o poi, troverà un altro obiettivo diverso da te e si stancherà, in caso contrario, qualora non dovesse farlo e qualora dovesse diventare per la tua incolumità fonte di pericolo, prendi giusti provvedimenti. Altrimenti rimani sui tuoi passi e nei momenti in cui ti cerca e la cosa ti disturba, continua a non rispondere altrimenti le offrirai l'appiglio per continuare e in quel momento, impegnati subito nel fare qualcosa, qualsiasi cosa, che ti permetta si svagare e direzionare altrove i tuoi pensieri. Sarà il tempo ad essere di aiuto, ma se ti potrà essere utile e fonte di interesse segui questi consigli.

Dott.ssa Giorgia Pantusa Psicologo a Paola

1 Risposta

1 voto positivo

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 OTT 2020

Gentile Giulia,
non è facile risponderle. Forse ha mancato di fermezza in passato.
Se non è pericoloso, se non teme per la sua incolumità, tenterei un chiarimento. Ma poche parole, non si lanci in lunghe discussioni. Deve essere in grado di terminare la comunicazione quando lo desidera, usando la tecnica del "disco rotto": per esempio ripetendo: "D'accordo. Ora devo andare. Ciao, ci risentiamo". Oppure cambiando improvvisamente e inaspettatamente argomento: "Dovrebbero piantare più alberi nel mio quartiere". Mi spiego?
Un caro saluto
dr. Leopoldo Tacchini

Dott. Leopoldo Tacchini Psicologo a Firenze

1003 Risposte

408 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 OTT 2020

Carissima Giulia
Hai descritto chiaramente la situazione che stai vivendo ed anche come intendi procedere.
Sei stata corretta nei confronti dell’amica, verbalizzando le tue intenzioni. Il suo comportamento ti ha costretta ad intervenire bloccando ogni contatto.
Credo tu abbia già fatto una scelta molto consapevole, ora si tratta solo di continuare a mantenerla anche per il futuro. Forza !
Resto a disposizione.

Dott.ssa Roberta Sossai
Psicologa clinica

Dott.ssa Sossai Roberta Psicologo a Pordenone

23 Risposte

9 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

29 OTT 2020

Buongiorno Giulia,
da quello che racconti sembra che tu stia vivendo uno stato di forte angoscia per l’invadenza che questa persona manifesta nella tua vita. Ho sentito anche una grande empatia e capacità di comprensione rispetto alle sue problematiche familiari, che potrebbero spiegare i suoi comportamenti. Tuttavia è molto importante che tu metta confini chiari, oltre a quelli che già hai creato attraverso le piattaforme, soprattutto dentro di te. Forse Potrebbe essere utile esplorare che ruolo hanno avuto nella tua storia (familiare in primis) le tematiche dell’invadenza e dello scarso rispetto del tuo spazio personale. Mi sembra di capire che questa persona utilizzi anche delle vie manipolative per creare vicinanza, anche questo è un aspetto che potresti indagare. Da quello che racconti pare tu sia consapevole di molte cose, ma puoi ugualmente valutare di riprendere un percorso di psicoterapia.
Buon proseguimento
Dott.ssa Morino

Erika Morino Psicologa Psicologo a Genova

27 Risposte

14 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 27350 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17900

psicologi

domande 27350

domande

Risposte 94450

Risposte