Come gestire l'ansia all'università=

Inviata da sansylk · 24 set 2021

Salve, sono una studentessa universitaria e da sempre ho avuto delle difficoltà nel mio percorso universitario. Ho iniziato l'università scegliendo un indirizzo e senza avere un piano di riserva. Con il tempo mi sono resa conto che quello che stavo studiando non mi piacesse, per questo con tante difficoltà ho deciso durante l'anno scolastico di cambiare facoltà. Dovendo aspettare un anno per il test di ingresso ho deciso di iniziare a lavorare. Ho cambiato università e l'indirizzo che ho scelto mi rendeva più gratificata, nonostante ciò ho continuato a lavorare tutti i giorni. In due anni sono riuscita a dare soltanto 4 esami, da un lato perché il tempo per studiare era ridotto dall'altro penso di essermi anche impegnata poco perché giustificata dal fatto che lavorassi. Alla fine di questa stagione estiva mi sentivo esausta e soprattutto non mi più soddisfatta di me stessa. Ho deciso di lasciare il lavoro per concentrarmi sugli studi, ma adesso l'idea di dover recuperare un intero anno mi sta causando tanta ansia. Se penso di dover sostenere così tanti esami ho paura di non riuscire a sbrigarmi, mi agito all'idea di dover perdere troppo tempo. Sono sempre stata una studentessa eccellente al liceo e mai avrei pensato di trovarmi in una situazione simile. L'idea di non avere la situazione sotto controllo mi genera una forte ansia, al punto tale che mi blocco e crollo in un pianto. Non so neanche bene come organizzarmi, perché cambio idea in continuazione.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 27 SET 2021

Ciao!
Ci sono molte cose importati in ciò che scrivi, provo a commentare un pezzo per volta, ci tengo a precisare che i commenti che farò sono ipotesi e senza discuterle con te non possiamo verificarle. Spero comunque di esserti utile e di aiutarti a riflettere in un modo che ti aiuti a regolare l'ansia e non a peggiorarla.
L'ansia è spesso la paura di emozioni in contrasto tra loro (ad esempio rabbia e amore). Vediamo di ricondurre ciò che scrivi a questo principio.
"Sono sempre stata una studentessa eccellente al liceo e mai avrei pensato di trovarmi in una situazione simile.": essere una brava studentessa teneva a bada la tua ansia. Oltre che per te, per chi altro, significativo per te, era importante che tu fossi una brava studentessa? Questa/queste persone ti accettavano a prescindere dal tuo rendimento? Se no, che sentimenti misti provi verso questa/queste persone che ami, per il fatto che ti accettavano in funzione del tuo rendimento?
"L'idea di non avere la situazione sotto controllo mi genera una forte ansia": potrebbe essere che avere la situazione sotto controllo sia un strategia, che allora funzionava, ma ora non funziona più, per tenere a bada l'ansia attivata dai sentimenti a cui si fa riferimento al punto sopra?
"Se penso di dover sostenere così tanti esami ho paura di non riuscire a sbrigarmi, mi agito all'idea di dover perdere troppo tempo.": certo metterti la pressione a fare gli esami in meno tempo di quello che ti serve fa ansia. Se ti metti pressione mantieni l'ansia. Se accetti che ti serve tempo per fare gli esami che sentimenti emergono? Verso di chi? (in questo caso l'ipotesi è che, darti il tempo che ti serve, ti metta in conflitto con qualcuno, questo conflitto attiva sentimenti misti, per evitare questi sentimenti ti metti fretta. L'effetto collaterale è che se ti metti fretta perpetri l'ansia)
"al punto tale che mi blocco e crollo in un pianto.": blocco e pianto sembrano segni di impotenza, di nuovo, renderti impotente, può essere un modo per evitare un conflitto, verso chi sono i sentimenti che eviti rendendoti impotente?
"Non so neanche bene come organizzarmi, perché cambio idea in continuazione.": (prima ipotesi) decidere è un modo di essere potenti, è un modo di fare ciò che vuoi TU. Se accetti ciò che vuoi TU, che sentimenti emergono? (seconda ipotesi) quando sei in ansia la tua mente vaga velocemente, in reazione a questo ti metti fretta, pensando ancora più velocemente, questo disregola l'ansia e ti impedisce di scegliere una strada. (terza ipotesi) rimanere nell'indecisione e un modo di rendersi impotenti, se accetti la tua potenza che sentimenti emergono? Verso di chi? Dove senti la tua potenza fisicamente nel corpo?

Dott. Salvatore Isaia Psicologo a Padova

10 Risposte

6 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 SET 2021

Buongiorno Sansylk, non c'è bisogno di sentirsi in ansia. Hai fatto tantissime cose in poco tempo, lavorato e studiato e poi hai capito di doverti concentrare solo sullo studio. Chiaramente adesso ti trovi a dover recuperare quello che non é stato fatto prima. Un poco alla volta. Non hai perso tempo. Hai fatto altro. Adesso non puoi fare tutto insieme. Devi darti tempo. Prenderti il tempo che ti serve per studiare come sei abituata a fare ossia puntando ad ottimi risultati. Anche se impieghi un anno in più non succede nulla. L' importante è arrivare fino in fondo ed arrivarci essendo soddisfatta dei risultati. Stai serena! Un caro saluto d.ssa Antonella Ricci

Dott.ssa Antonella Ricci Psicologo a Tivoli

159 Risposte

57 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 SET 2021

Cara sansylk,
a volte ci si trova in situazioni che sentiamo non corrispondere alle nostre aspettative, e questo ci mette in crisi. In questi casi ci manca la lucidità necessaria per stabilire se si tratta di un ostacolo passeggero e superabile, oppure se è il segnale che dobbiamo rivedere alcune nostre scelte.
Poiché la correttezza della scelta siamo noi a deciderla, il punto è di come essere sicuri che faremo la scelta giusta.
Un confronto con un professionista ci aiuta proprio in questo, a trovare la serenità che deriva dal sentire che ciò che faremo è in linea con la nostra parte più vera.
Ciò che ora appare confuso vedrà che si chiarirà.
Un augurio
Giordana Milani

Dott.ssa Milani Giordana Psicologo a Biella

219 Risposte

81 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

27 SET 2021

Buongiorno, tanti ragazzi usciti dal liceo hanno difficoltà a scegliere la facoltà, oppure scoprono dopo di non aver fatto proprio la scelta giusta. Paradossale quelli che sono sempre stati in gamba!
Tu sembri molto confusa: pare che il fattore' tempo "ti provochi senso.di urgenza e ansia .
Il bisogno di avere sotto controllo la situazione su qualcosa che non è controllabile genera ancora ansia ..è un cane che si morde la coda.
Ti consiglio un consulto psicologico per mettere ordine nei tuoi pensieri, gestire l'ansia e mettere a fuoco con serenità cosa vuoi fare per sentirti appagata nel tuo percorso universitario .
A disposizione se hai bisogno di maggiori informazioni
In bocca al lupo!
Dottssa Belinda Doria

Dott.ssa Belinda Doria Psicologo a Vecchiano

157 Risposte

67 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

26 SET 2021

Salve, mi dispiace molto per il disagio espresso. Consideri la possibilità di iniziare un percorso psicologico che possa esserle di supporto in questo momento e che la guidi nella costruzione di una maggiore consapevolezza dei propri vissuti emotivi, oltre che per individuare delle strategie utili per gestire e fronteggiare le situazioni maggiormente complesse.

Cordialmente,
Dott.ssa FM

Dott.ssa Francesca Moscetta Psicologo a Roma

182 Risposte

56 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 SET 2021

Cara Sansilk,
Mi dispiace per ciò che hai esposto in quanto credo ti sta facendo soffrire emotivamente.
Resto a disposizione anche online se vorrai per fornirti il supporto emotivo.
Cordiali saluti.

Dott.ssa Margherita Romeo

Dott.ssa Margherita Romeo Psicologo a Roma

1106 Risposte

322 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 SET 2021

Cara sansylk,
posso immaginare il suo disagio, non deve essere semplice da gestire. Ciò che le posso dire è che l'ansia così come il blocco universitario arriva sempre per una ragione, un motivo interno e profondo che una volta scoperto è possibile elaborarlo. Nel suo caso è importante imparare a gestire il giudice severo che ha dentro di sè e che la porta ad avere pressioni e aspettative nei suoi confronti: un terreno non proficuo per lo studio,come può immaginare.
Le consiglierei di affidarsi ad un professionista per un percorso psicologico che possa aiutarla ad affrontare questo momento di stallo.
Resto a disposizione e le mando un caro saluto,
Dott.ssa Monteleone (disponibile anche Online)

Dott.ssa Monteleone Maria Alessia Psicologo a Palo del Colle

249 Risposte

148 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 SET 2021

Buongiorno,
Spesso le situazioni esterne possono condurci al prendere decisioni frettolose e/o errate, "senza piani di riserva", o "riducendo il nostro tempo" per i nostri reali e concreti desideri e bisogni interni.
Questo continuo "cambio di rotta" potrebbe scaturire da mete non pensate con sufficiente chiarezza, annebbiate probabilmente, da fattori esterni e questa mancanza di chiarezza mette a repentaglio l'attuale benessere, generando ansia.
Percepisco un forte desiderio di velocità, in contrasto con obiettivi che richiedono costanza e tempo per essere raggiunti.
Consiglio di riflettere con attenzione su ciò che si desidera realmente raggiungere, su quali sono le reali mete interne (ciò potrebbe essere facilitato da una consulenza psicologica, o da un percorso) per formulare un progetto coerente e reale, in linea con le sue ambizioni personali; inoltre potrebbe risultare positivo praticare delle tecniche di rilassamento, per regolare e gestire gli stati di ansia e di stress (Training Autogeno, Mindfulness, Immaginazione guidata...).
Nella speranza di aver prodotto utili riflessioni, resto a disposizione.
Un caro saluto,
Dott.sa Morgana Serafini

Dott.ssa Morgana Serafini Psicologo a Sora

4 Risposte

3 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 SET 2021

Buongiorno,
ci sono dei momenti nella nostra vita in cui le nostre certezze si trasformano, tanto da farci dubitare di noi stessi e delle nostre convinzioni. E' importante fermarsi in questi casi e interrogarsi su ciò che davvero vogliamo, sui nostri obiettivi e desideri.
Resto disponibile qualora lo ritenesse opportuno.

Un cordiale saluto
Dott.ssa Falconieri Luisa Giada

Dott.ssa Luisa Giada Falconieri Psicologo a Bologna

27 Risposte

3 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 SET 2021

Buongiorno
Comprendo il disagio che sta attraversando e che può farle percepire come di aver perso se stessa e quella chiarezza che la vita le dava con i risultati che riusciva a raggiungere.
Non si perda d’animo! Rifocalizzi l’attenzione su se stessa spostando più avanti l’obiettivo da raggiungere. Questo può darle più luce sulle scelte da fare nel presente. Quale lavoro sente vicino alle sue corde? Cosa vuole realizzare nel mondo che le piacerebbe raggiungere?
Resto a disposizione e le auguro il meglio
Dott.ssa Oriana Parisi

Dott.ssa Oriana Parisi Psicologo a Bari

674 Risposte

406 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 30550 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 19000

psicologi

domande 30550

domande

Risposte 104700

Risposte