Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

blocco emotivo e psicologico con tutti

Inviata da vabbe il 25 nov 2019

da circa un anno e mezzo ho notato che ho come una specie di blocco emotivo e psicologico quando si tratta di uscire con i ragazzi o anche quando mi trovo a rapportarmi con persone che non ho mai visto prima. mi capita spesso di non riuscire a parlare, rimango bloccata stando in silenzio, se mi fanno qualche domanda io riesco a rispondere solo a monosillabi ed è una cosa che non sopporto perché non vorrei avere paura, non vorrei essere spaventata da quello che l'altro potrebbe pensare di me, ma è più forte di me e ogni volta rimango zitta. è una questione di timidezza, perché ho notato che dopo alcune uscite io divento "normale" e si può avere una conversazione sensata, seppure io sia di poche parole.
ogni volta cerco sempre di far finire la conversazione il prima possibile perché non so mai cosa dire, non guardo nemmeno negli occhi la persona che mi sta parlando e se proprio devo farlo distolgo lo sguardo dopo nemmeno 10 secondi.
quando mi scrive un ragazzo e parliamo su whatsapp io sono tranquilla fino a quando non mi chiede di uscire. quando mi chiede di uscire si attiva questo "blocco" e spesso rifiuto l'uscita perché ho paura di stare zitta visto che è capitato sempre e non sempre gli altri sono voluti andare avanti nella conoscenza e sono sempre stata lasciata con qualche scusa.
inoltre ho notato anche che non riesco a gestire le mie emozioni davanti agli altri. spesso sono molto ansiosa, per esempio in classe sono sempre passiva e non intervengo mai, la professoressa l'ha detto facendo un discorso generale e io mi sono dovuta rifugiare in bagno per non piangere davanti alla classe. quando mi ha chiesto il motivo per la quale io non intervenissi, davanti alla classe io non riuscivo a rispondere ed è stato imbarazzante. quando devo parlare davanti alla mia classe mi trema sempre la voce, mi tremano le gambe e nella mia voce si sente tanta insicurezza, non riesco a parlare bene e in faccia sento sempre una sensazione di calore tanto che inizio ad avere caldo. con la mia classe non c'è un brutto rapporto, io ho il mio gruppo di amiche e sto bene con loro.
anche il non saper gestire le mie emozioni a quasi 19 anni ormai mi fa sentire una persona inadatta, mi sento rimasta all'età di 10 anni spaventata da tutto e da tutti quanti.
non ho provato a chiedere ai miei genitori di affrontare un percorso psicoterapeutico perché mi riderebbero in faccia. il discorso è già uscito tante volte con mia madre parlando di miei conoscenti che non stanno bene psicologicamente, io ho provato a dirle che anch'io ne ho bisogno ma lei mi ha mandata caldamente a f*nculo. non ho un carattere forte, non so impormi sugli altri, non mi arrabbio mai e non reagisco nemmeno se vengo insultata con le peggio parole, quindi di conseguenza non so essere convincente con i miei genitori e non ci sono mai riuscita, anche per le cose più stupide.
io vorrei davvero un aiuto, ho bisogno di essere ascoltata da qualcuno ma non so a chi rivolgermi

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta

Cara V., dal tuo racconto per noi è chiaro che i tuoi genitori non ti hanno aiutato e sostenuto nella crescita come ognuno di noi avrebbe bisogno, perciò soffri di una insicurezza profonda. Ho buoni motivi di credere che anche tuo padre o è stato assente, o non ti ha valorizzato. Se non hai possibilità economiche, saprai che puoi rivolgerti al tuo medico per alcune sedute gratuite alla ASL. Un'altra possibilità sono i gruppi di auto-aiuto, presenti in tutte le città. Ti consiglio comunque di continuare a frequentare vari realtà anche se ti mettono a disagio. Un' ultima possibilità potrei essere io, nel senso che al telefono potrei offrirti qualche colloquio gratuito. Come vedi hai diverse opzioni. Un caro saluto
dr. Leopoldo Tacchini

Dott. Leopoldo Tacchini Psicologo a Firenze

876 Risposte

358 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno,
credo che sia molto funzionale, a quasi 19 anni, a partire da una percezione di inadeguatezza, maturare una richiesta di un supporto psicologico. Tuttavia questa richiesta può incontrare resistenze da parte di un genitore, resistenze con cui una modalità di comunicazione di tipo anassertivo-passivo, fatica a rapportarsi adeguatamente.
Resistenze che possono derivare da un'incomprensione dell'effettivo grado di sofferenza da lei percepito, congruentemente con quanto lei dichiara :"non ho provato a chiedere ai miei genitori di affrontare un percorso psicoterapeutico perché mi riderebbero in faccia".
Il mio suggerimento e di provare ad esprimere quello che sente ad entrambi i suoi genitori, permetta loro di empatizzare con le difficoltà che incontra nella vita quotidiana, esplicitando loro il bisogno di essere supportata adeguatamente nella costruzione della sua autostima.
Resto comunque a disposizione.
Buon lavoro!

dott.ssa Alessandra Melli

Dott.ssa Alessandra Melli Psicologo a Mestrino

25 Risposte

7 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno sarebbe utile avere maggiori informazioni sulla tua famiglia di origine, ma da quello che descrivi mi sembra di capire che il tuo problema sia legato al "non sentirsi all'altezza delle situazioni" e per questo temi di esporre il tuo punto di vista temendone pertanto il giudizio altrui.
Quello che mi sento di consigliarle è un percorso psicologico proprio come ha già pensato.
Potrebbe parlare con sua madre spiegandole bene quali siano le sue reali difficoltà.
A disposizione per eventuali chiarimenti
Cordiali saluti
Dr. ssa Condina

Dott.ssa Maria Condina Psicologo a Olginate

55 Risposte

27 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Buongiorno, mi affianco con la collega, provi a riparlare con sua mamma di quello che sta vivendo e di come non riesce a trovare un modo per uscirne da sola. A volte i genitori rifiutano lo psicologo al figlio o figlia perché è come se sentissero accusati o se temessero di essere accusati di un loro fallimento educativo (fallimento temuto).
Proponga magari a sua madre la richiesta di consulenze psicologiche. UN momento dove può iniziare a chiarirsi le idee. A volte sostituire il termine psicoterapia con esclusivamente consulenza può abbassare il livello di guardia. Se lei è minorenne sopraggiunge poi un ulteriore fatto fondamentale. Cioè che dovranno essere i suoi genitori congiunti o chi ha la sua tutela legale a dover firmare in studio dallo psicologo il consenso informato.
Per questo potreste mettervi d'accordo con lo psicologo che andate insieme la prima volta in modo che sua madre possa viverlo come meno minaccioso.
Una alternativa ancora più soft come "profilo temuto" che comunque prevede sempre la firma dei suoi genitori è la possibilità di avere video consulenze psicologiche online .
Rimango a disposizione se necessita di ulteriori chiarimenti.

Dott.re Lorenzetto Claudio Psicologo a Ferrara

225 Risposte

73 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Salve, ha descritto molto chiaramente i suoi comportamenti evitanti che delineano dei disagi profondi. Peccato che sua madre le abbia negato la possibilità di un percorso psicologico, perché la aiuterebbe molto a risolvere i blocchi di cui parla, a capirne le origini, a definire la sua immagine di sé e a migliorarle l'autostima. Provi a riparlargliene, le dica quanto soffre a convivere con queste difficoltà. Dott.ssa Masserdotti Giulia

Dott.ssa Giulia Masserdotti Psicologo a Civitavecchia

169 Risposte

130 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 20250 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 15900

psicologi

domande 20250

domande

Risposte 80000

Risposte