Ansia, disturbo ossessivo e depressione, la mia vita sta andando a pezzi..

Inviata da Melanie · 24 ago 2020

Buon pomeriggio a tutti, volevo raccontarvi la mia esperienza, sono una ragazza molto giovane, 4 mesi fa ho avuto un mancamento per strada, come delle vertigini molto forti e da lì è iniziato il mio incubo. Da quel giorno ho iniziato a soffrire di ansia e attacchi di ansia e una volta di panico. Da quando ho avuto l'attacco di panico è peggiorato il tutto, non sono più uscita, ogni giorno avevo la tensione costante e avevo paura che potevo svenire o riavere quei mancamenti da un momento all'altro.. così non facevo nulla, oltre che guardare la tv. Sono andata da una psicoterapeuta ma non mi ha aiutato, così l'ho cambiata e ora sono in psicoterapia da una ragazza, ho fatto 5 sedute e stavo bene fino alla 5, poi come lei è andata in ferie per ferragosto mi sono aggravata... Sono andata in ospedale per ansia e mi hanno prescritto lo xanax, l'ho preso e un po'mi ha calmato, poi mi ha prescritto una visita dalla sua psichiatra e ieri ci sono andata, mi ha dato Abilify e Zoloft. Alle 12:00 ho avuto un forte evento di depersonalizzazione ed ho preso abilify, per la prima volta, inoltre la depersonalizzazione persiste e ho paura che abilify mi abbia modificato i neuroni ed io neanche volevo prenderlo, appunto perché ho paura, ho paura di diventare matta, ho paura di cancellare i miei ricordi ed ho paura di prendere ancora farmaci.. in effetti da quando ho preso xanax e abilify sembra come se non sono più io, come se i pensieri non mi appartengono, come se c'è un'altra persona dentro di me, come se sto per diventare matta e sto per perdere coscienza di tutto. Non so che fare, io la scorsa settimana stavo bene, non mi servono i farmaci, potrei farcela da sola, apparte per l'ansia, per quella dovrò prenderla per forza. Non ne posso più, secondo voi sono grave?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 25 AGO 2020

Gentile Melanie, se dovessi notare il persistere di queste sensazioni riparlane con lo psichiatra e valuta una rimodulazione della cura farmacologica, inoltre a breve suppongo che riprenderai le sedute con la tua psicologa e potrete parlarne e capire insieme il significato di questo aumento dell’ansia. Certamente da ciò che descrivi sembri molto preoccupata e spaventata, a mio avviso in relazione alla tua giovane età investirei più su un lavoro su te stessa in psicoterapia, anche in relazione al fatto che i tuoi sintomi sono molto recenti e li stai affrontando tempestivamente! Gli psicofarmaci potranno nel tempo comunque essere ridotti o eliminati, ma sarà la terapia psicologica che potrà aiutarti a pensare, capire e costruire nuove capacità! Continua così a prenderti cura di te stessa e vedrai che starai meglio.
Resto a disposizione
Saluti
Dott.ssa Valeria Mavilia

Dott.ssa Valeria Mavilia Psicologo a Spadafora

100 Risposte

57 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 27300 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17900

psicologi

domande 27300

domande

Risposte 94300

Risposte