Ansia da disinnamoramento?

Inviata da mnau · 13 lug 2020

Buongiorno, da circa 5 giorni ho un fastidio fisso alla bocca dello stomaco, come se si trattasse di ansia. Questo accade quando penso alla relazione con la mia ragazza che fino a 6 giorni fa sembrava andare tutto a meraviglie. L'ansia sembrerebbe arrivata improvvisamente e sto dubitando molto dell'amore che provo per lei. Siamo fidanzati da circa 8 mesi, mai una litigata o discussione seria, ci siamo sempre rispettati e i momenti d'intimità non mancano, l'ultimo Mercoledì scorso: tre giorni dopo l'inizio dei problemi ed è stato bello e appassionante come sempre. Ritengo di volerle molto bene e non mi ci vedo senza di lei: mai alcun problema, ci siamo sempre capiti e c'era grande intesa su tutto. Dopo l'inizio dell'ansia (penso) ci siamo visti due-tre volte e passava tutto. Ieri finalmente, dopo aver elaborato il tutto, ho deciso di parlarle e le cose non sono migliorate: fastidio allo stomaco, zero fame e tanti pensieri (tecnicamente ora siamo in pausa). Fino a poche settimane fa dormivamo insieme e fino all'arrivo dell'ansia non vedevo l'ora di vederla. Ora l'interessa da parte mia sembra calato. Aggiungo che mi sento spaesato da qualche settimana: appena concluso il colloquio di maturità mi sono sentito disperso e insoddisfatto, nonostante il voto con cui sono uscito sia alto ed in linea con le mie aspettative. Prima ero una persona molto attiva : scuola, sport e lavoro (poche ore a settimana). Conclusa la scuola mi trovo senza "un obiettivo giornaliero" e senza meta. Io e la mia ragazza settimana scorsa abbiamo organizzato una vacanza estiva che mi sarebbe piaciuto molto fare con lei, ma ora non vorrei far perdere tempo ad entrambi. inoltre, vorrei aggiungere, avendo letto sul web che esiste il doc da relazione, sono una persona molto precisa, metto sempre le cose in ordine (ordine geometrico) ma ciò non mi causa disagio.
Vi ringrazio per eventuali risposte.
Buon lavoro

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 14 LUG 2020

Buongiorno Manu,
il fastidio alla bocca dello stomaco che descrive potrebbe essere effettivamente espressione di una forma ansiosa, specie se riconosce che si manifesta quando pensa alla relazione con la sua ragazza. Ansia e altre forme di disagio emotivo possono manifestarsi attraverso sintomi fisici, soprattutto nei casi in cui le emozioni sottostanti sono poco consapevoli e poco espresse. E' interessante il riferimento allo spaesamento che riferisce a seguito del conseguimento della maturità. Si tratta di un passaggio non da poco, che può portare a riflettere su di sé e sul proprio futuro, prospettive, eccetera.
In tal senso potrebbe essere interessante esplorare i significati sottostanti al suo disagio, e le possibili relazioni tra la maturità, il suo sentirsi senza "un obiettivo e senza meta" e il rapporto con la sua ragazza. Le suggerisco di contattare un terapeuta per una consulenza di tipo psicologico.
Rimango a disposizione. Un cordiale saluto.
dr. Luca Flesia

Dott. Luca Flesia Psicologo a Belluno

53 Risposte

173 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 LUG 2020

Buonasera,
dal suo racconto emerge principalmente questa sensazione di ansia. Una consulenza psicologica potrebbe darle qualche suggerimento. Se però questa sensazione persiste le consiglierei di intraprendere poi un percorso, lavorando sul suo vissuto, per andare più a fondo di questa questione e capire da dove arrivi questo fastidio allo stomaco che è sintomo di un disagio.
Rimango a disposizione.
Cordiali Saluti
Dott. G. Gramaglia

Gramaglia Dr. Giancarlo Psicologo a Torino

545 Risposte

241 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 LUG 2020

Buongiorno Mnau,
è possibile con il supporto di un terapeuta, preferibilmente di orientamento cognitivo comportamentale, approfondire il quadro che Lei descrive, attraverso una valutazione che si avvalga di colloqui clinici e della somministrazione di test psicodiagnostici, una valutazione che possa anche approfondire le sue ipotesi nel merito “avendo letto sul web che esiste il doc da relazione”e valutare se esse soddisfino o meno i criteri di un’ ipotesi diagnostica di disturbo ossessivo compulsivo.

Cordialmente.

dott.ssa Alessandra Melli

Dott.ssa Alessandra Melli Psicologo a Mestrino

35 Risposte

14 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 LUG 2020

Gentile Mnau,
Sembra che la manifestazione corporea sia un indice di ansia definita e chiara così come i pensieri di disorientamento post maturità, è probabilmente un momento di cambiamento. Occorre fare chiarezza dentro di se oltre che nella relazione di coppia.
Un percorso psicologico di supporto in questo momento potrebbe esserle utile e proficuo, agisca a breve...
Cordialmente
Dr.ssa Donatella Costa

Dr.ssa Donatella Costa Psicologo a Rezzato

2757 Risposte

2254 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 LUG 2020

Salve.
Io credo che le difficoltà cui sta accennando siano legate ad un processo di crescita che non sa bene come affrontare.
Ciò mi viene confermato anche dall'esempio dell'esame di maturità oltre al modo in cui vive la sua relazione, che immagino sia più matura ed adulta.
Solitamente l'ansia non é legata all'episodio attuale, ma si manifesta come scarica corporea, perché, spesse volte non ci ascoltiamo e da qualche parte poi fuoriesce il probelma.
Per capire se effettivamente si tratta di ansia o di altre problematiche esposte sarebbe utile approfondire la questione mediante un percorso psicologico volto a contenere le sue sofferenze.
Dott.ssa Maria Cristina Gentile, psicologa clinica dell'età evolutiva

Dott.ssa Maria Cristina Gentile Psicologo a Vomero

91 Risposte

30 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

14 LUG 2020

Buongiorno Manu,
descrive una manifestazione fisica che può essere consequenziale all’ansia e accenna a un pensiero di precisione riferito a un doc.
L’ansia è un segnale di un disagio interiore interiore che va conosciuto nella sua origine e significato, proverei a pensare a un aiuto psicoterapeutico per conoscere, approfondire i suoi vissuti che mi sembrano limitare la sua vita individuale e relazionale.
Rimango a disposizione
Dr.ssa Elisabetta Ciaccia

Dott.ssa Elisabetta Ciaccia studio di psicologia Psicologo a Milano

498 Risposte

167 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 25700 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 17450

psicologi

domande 25700

domande

Risposte 90450

Risposte