Aiuto..ormoni..gravidanza..incapacità a fare scelte..

Inviata da Nikivi23 · 3 ott 2019

Non so neanche da dove iniziare. A novembre darò alla luce una bambina e già questo è stato triste da accettare perché volevo un maschietto. Ho paura che mia figlia possa nascere bruttina ed essere presa in giro cosa che a me non è mai successa perché sono sempre stata bella fin da piccola. Le femmine somigliano ai papà dicono e mio maritonon è brutto ma non ha lineamenti dolci o taglio di occhi particolare che possano stare bene su una bambina..perciò questa mia paura mi porta a vivere con ansia tutto..oltretutto adesso ho anche paura che possa essere down o ritardata.. non so se sono pensieri brutti che vengono in mente a tutte le mamme ma io per questi motivi mi sento già una mamma cattivissima. Adesso sono nell 8 mese non so se sono gli ormoni che mi portano ad essere così stressata o il fatto che sono stata messa a riposo obbligato per via del collo dell utero accorciato fatto sta che sono sempre nervosa con tutti.. non sopporto nessuno e soprattutto non riesco a comunicare e farmi capire neanche da mio marito tant è che oggi ho fatto pitturare la cameretta facendomi consigliare da lui e dal pittore e facendo decidere a loro che sembravano più esperti di me sul colore il risultato è stato pessimo e mi mangio le mani perché avevo ragione io su quale colore potesse stare meglio.. mi sento in una fase della mia vita in cui non riesco a dire la mia... a dire come la penso.. e a far tacere le persone quando nessuno ha chiesto consiglio.. mi sento troppo abbattuta..troppo timida e ho paura di esternare i miei pensieri perché non voglio essere criticata. Come devo uscirne? Ho parlato con una psicologa mi ha detto che non ci sono segni di depressione ma solo che sono un po' ossessiva..le ho parlato inoltre che soffro di misofonia e volevo sapere come posso superarla ma appena mi ha detto che non conosceva questo termine ho deciso di andarmene in quanto anche lei mi è sembrata la solita gente inesperta con cui mi ritrovo ad avere a che fare.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 5 OTT 2019

Buongiorno signora, è un'esperienza abbastanza comune che durante la gravidanza emergano preoccupazioni e timori relativi alla salute del bambino. Inoltre, come lei stessa dice, la gravidanza è un periodo particolare, durante il quale si è più sensibili ed emotivamente vulnerabili. Questi fattori potrebbero quindi in parte spiegare i suoi vissuti di incertezza.
Quello che mi colpisce, nelle sue parole, è che mi pare di cogliere tanta negatività circa la sua percezione di se stessa nel ruolo di genitore, come se avesse l'ansia di non essere una buona madre e di fare "brutta figura". Mi chiedo da dove arrivi... Sente forse di dover dimostrare a qualcuno o a se stessa di essere perfetta e all'altezza della situazione?
Forse ci sono delle insicurezze di base che adesso, con la maternità, si amplificano e si ingigantiscono.
Io le consiglio innanzitutto di parlarne con suo marito: spesso la condivisione aiuta a ridimensionare i pensieri e a trovare un conforto, soprattutto da parte del partner, cioè la persona che sta vivendo più da vicino la nostra stessa esperienza. Poi potrebbe confrontarsi con le altre mamme del gruppo pre-parto (se vi ha preso parte) o con la sua ginecologa, sempre nell'ottica di una condivisione che può aiutarla a sentirsi meno sola nell'affrontare questi pensieri, trovando parole di conforto e rassicurazione.
Se poi ne sente la necessità, può rivolgersi ad uno psicologo per affrontare il tema del suo ruolo genitoriale, che mi sembra sia un argomento che le crea ansia e preoccupazione.

Spero di esserle stata d'aiuto.
Dottoressa Silia Lafortezza (Buccinasco | Milano)

Dott.ssa Silia Lafortezza Psicologo a Assago

65 Risposte

199 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

5 OTT 2019

Gentile Nikivi23,
La gravidanza è certamente un periodo delicato e, per molti aspetti, faticoso, però mi sembra che lei la stia vivendo con eccessivo disagio.
Ha fatto molto bene a rivolgersi ad una psicologa per avere supporto, ma non ha fatto altrettanto bene ad andarsene alla prima contrarietà, perdendo l'occasione di instaurare un rapporto umano e professionale potenzialmente arricchente.
Dal suo racconto si evince un suo tratto di forte perfezionismo che la condiziona in molti aspetti del quotidiano, dalla scelta del colore delle pareti fino alla vita di relazione, portandola ad esprimere giudizi negativi sugli altri (la figlia che potrebbe essere bruttina, l'aspettativa delusa di avere un maschio, la "solita gente inesperta"..) e che potrebbe essersi accentuato a causa degli squilibri ormonali e di eventi esterni (il riposo forzato è fonte di grande stress).
Se non ha fatto il corso preparto le consiglio di informarsi presso il consultorio della sua zona o l'ospedale presso cui intende partorire e di chiedere, oltre al corso suddetto, un supporto individuale per essere aiutata a ridurre il senso di impotenza e la forte irritabilita' che prova, oltre ai suoi vissuti relativi al diventare mamma.
Molti auguri e ci riscriva se ha bisogno

Dott.ssa Roberta Altieri Psicologo a Milano

146 Risposte

78 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 22900 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16550

psicologi

domande 22900

domande

Risposte 84150

Risposte