aiuto insonnia

Inviata da francesca00 · 11 nov 2020

Sono una ragazza di 20 e sono già 5 anni che soffro di insonnia.Inizialmente, è stato un problema legato all'ansia per la scuola che è durato quasi ininterrottamente per 2 anni, poi ha iniziato ad andare e venire periodicamente. Volendo dare il massimo nelle mie attività quotidiane, spesso mi ripeto che è necessario dormire sufficientemente o altrimenti mi mancheranno le energie durante la giornata... non appena penso a ciò iniziano i problemi con il sonno e lo struggimento che ne consegue; avendo paura di non addormentarmi, ciò non avviene ed entro in un circolo vizioso. Leggere prima di andare a dormire o provare a rilassarmi già da dopo cena non funziona.. Cosa posso fare?

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 12 NOV 2020

Ciao Francesca, ti consiglio innanzitutto di parlarne con il tuo medico curante per avere un quadro sintomatologia o più ampio, al fine di comprendere meglio la tua anamnesi.
Erroneamente si pensa che i disturbi del sonno coinvolgano solo ed esclusivamente la fase in cui “già si dorme” ovvero quando il sonno è già iniziato. Vi sono delle problematiche che interessano anche la fase pre- addormentamento e dunque la difficoltà di addormentarsi ( comunemente detto “prendere sonno). In quest’ottica sarebbe utile anche l’interessamento di un neurologo che possa determinare la presenza delle problematiche oggettivo-fisiologiche.
In ogni caso ti consiglio di intraprendere un percorso psicologico in cui esplorare tutte le ansie e le paure pregresse e presenti, la tua sfera emotiva, la presenza o meno di Traumi psicologici presenti a livello implicito, ed imparare delle tecniche di meditazione e di percezione corporea, tramite ad esempio la respirazione diaframmatica, al fine di favorire un pieno rilassamento muscolare e mentale.
Un altro consiglio è quello di non pensare a “doverti addormentare” poiché questo non ti aiuta, ti tiene in uno stato ansiogeno poiché ti aspetti che da un momento all’altro riuscissi a dormir e questo non avviene. “L’attesa” In questo caso basta da sola a creare quel circolo vizioso di cui parli.
Sarebbe molto utile anche conoscere il livello del tuo stato di attivazione sia a riposo che non, per “misurare” quando arriva il tuo stato di pieno rilassamento e così poi “allenare” la tua mente a riconoscere quello stato e poter ritornare a quei livelli che lo connotano. La tua situazione capisco che diventi difficile da sostenere per la continua stanchezza o frustrazione che potresti sperimentare, il “non dormire” ha degli effetti sicuramente importanti sul comportamento e sulla serenità quotidiana.
Ti auguro tanta fortuna e buona giornata, spero tu possa risolvere al più presto.
Dott.ssa Principato

Dott.ssa Carolina Roberta Principato Psicologo a Varese

9 Risposte

10 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 NOV 2020

Ciao Francesca,
direi che quanto da te detto meriti un'attenzione specifica perchè se capisco bene quello che ti accade è che tu cerchi razionalmente di dirti quanto sia importante un buon sonno ristoratore ma più te lo dici e ti concentri nel tentativo di raggiungerlo meno riesci ad ottenerlo alimentando in tal modo un circolo vizioso.
TAle situazione si presenta nel momento in cui vogliamo avere "potere" su un elemento naturale come il sonno su cui tento di controllarlo è meno riesco a farlo.
Il vero inghippo, e tu lo hai sottolineato, risiede nel livello performativo a cui ti condanni e su questo che in un percorso di terapia breve occorre lavorare al fine di risolvere tutto il resto.
Resto a tua disposizione
Dr.ssa D'Amico Maria-Francesca

Dott.ssa Maria-Francesca D'amico Psicologo a Selvazzano Dentro

102 Risposte

47 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 NOV 2020

Ciao Francesca,

a volte l'insonnia è causata da pensieri che ci impediscono di dormire o come hai ben descritto tu, dalla paura di non riuscire a dormire che ha come conseguenza il tenerci svegli.
Ti consiglio un percorso per lavorare su questi pensieri e spezzare il circolo vizioso che tu stessa hai descritto con molta consapevolezza.

un caro saluto
Dr. ssa Manuello Maria Cristina

Dottoressa Maria Cristina Manuello Psicologo a Bolzano

47 Risposte

15 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

11 NOV 2020

Cara Francesca, credo sia importante analizzare quel é la causa della Sua insonnia, per imparare a gestire i Suoi meccanismi interni che vanno ad invalidare i progetti che costruisce per Lei. Ne parli con un professionista che possa aiutarLa a comprendere cosa fa nascere questo disagio, per sviluppare risorse da utilizzare nella gestione e nella risoluzione.
Le auguro Buona fortuna e tranquillità.
Dr.ssa Amanda D'Ambra.

Dr.ssa Amanda D'Ambra Psicologo a Torino

1615 Risposte

881 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 31250 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 19350

psicologi

domande 31250

domande

Risposte 107150

Risposte