18 anni, nessuna ragazza mai si è interessata a me

Inviata da Gianni · 11 ott 2021

Salve, sono un giovane di 18 anni e come avrete compreso anche solo leggendo il titolo mi trovo con un problema, e cioè che in 18 anni non solo non ho mai avuto una fidanzata, ma neanche una occasione. Conosco perfettamente le risposte che potreste dare a questo consulto, tuttavia provo lo stesso ad esprimere tutto il mio disappunto cercando di rispondere indirettamente, attraverso la narrazione della mia storia, a voi.
In effetti sì: analizzando la mia biografia si nota che in tutti gli anni scolastici, dalle elementari al liceo ormai, io sia sempre rimasto single e senza attrazioni; alle elementari era comprensibile in quanto esse si finiscono attorno ai 10 anni, le medie anche chiudiamo un occhio perché le finisci a 13 anni, ma dai 13 ai 18 che sono gli anni del liceo, della gioventù più viva e "su di giri" dove la gente attorno a te si fidanza piano piano singolarmente e tu no, e non hai neanche una che ti viene dietro, è assolutamente intollerabile. Non penso di avere grossi difetti né di fisico né di atteggiamento, sì è vero non sono perfetto ma neanche i vari 16enni già fidanzati lo sono, eppure nonostante le loro fragilità ce l'hanno comunque una.
Tutto questo è realmente dilaniante, a leggerlo, figuriamoci a viverlo. Ed il tempo passa, io invecchio (ho volontariamente usato questo termine) ma la situazione sembra non volersi modificare.
Leggendo i vari post che avete commentato risultano evidenti molti riscontri, che vorrei provare a commentare preventivamente qui, qualora aveste intenzione di usarle anche con me e cioè:"ognuno ha i suoi tempi", oppure:"prova a frequentare altri luoghi", "hai una vita davanti"; per la prima, quindi anche se capitasse a 30 anni dovrei tacere solo perché sarebbe capitato? Conta anche "quando" non solo il "se"; la seconda, attualmente frequento luoghi sportivi, esco fuori, non credete basti? Ma ovviamente no, e quando è che basterà? La terza, vale il discorso del "quando" e non solo del "se", in più avere tutta una vita davanti non giustifica sofferenze temporanee necessariamente e soprattutto nella mia ottica giovanile non posso aspettare che la mia vita prosegua senza un mio sogno realizzato, perché altrimenti ne perdo della mia autorevolezza e vitalità, se si dice ad un giovane di non pensare ad un suo sogno stai annullando la sua vitalità.
Attendo risposte.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 12 OTT 2021

Caro Gianni,
una cosa mi ha colpito di quanto scrivi, ed è riassunta nel titolo: nessuna ragazza si è mai interessata a me.
Al di là dei suggerimenti generici e della percezione del tempo, è giusto che tu viva la tua vita appieno, ma per far sì che tu ti senta appagato è necessario anche agire proattivamente, quindi capovolgere il "nessuno si interessa a me" e diventare parte attiva. Le relazioni (di qualsiasi tipo) si nutrono di reciprocità, dunque è necessario costruire i rapporti con un certo scambio. Bisogna far in modo di creare occasioni, e non mi riferisco ai posti o alle persone frequentate, ma proprio di mettersi in gioco attivamente nelle interazioni. E' un modo utile anche per imparare, ad esempio, a flirtare, giocare con la seduzione, ecc. Le persone non si interessano a noi se noi non ci interessiamo a loro. La curiosità reciproca stimola la condivisione e l'interesse.
In ogni caso, dalle tue parole non posso conoscere altri dettagli per essere più precisa, ma alle volte la nostra visione delle dinamiche che ci riguardano è parziale, dunque un percorso ti aiuterebbe a vedere le cose anche da altri punti di vista, per meglio comprendere come agire e risolvere ciò che ti crea disagio e/o ti fa sentire come descrivi.
Per ottenere qualcosa di diverso bisogna fare qualcosa di diverso!
A partire dai tuoi punti di forza puoi lavorare sulle aree di miglioramento, con un aiuto professionale che ti aiuti ad allenarti in ciò che serve.
Resto a tua disposizione (ricevo anche online).
Ti auguro di sovvertire le tue regole e prenderti ciò di cui hai bisogno!
Buona giornata,
Dr.ssa Annalisa Signorelli, esperta in vita relazionale e affettiva

Dott.ssa Annalisa Signorelli Psicologo a Belvedere Marittimo

753 Risposte

1113 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

25 OTT 2021

Buongiorno. Sono il dott. Massimiliano Castelvedere, di Brescia. Sono tra quei professionisti che ritengono che il cambiamento personale sia un processo lungo e complicato. Purtroppo non ci sono scorciatoie e i consigli che uno psicologo potrebbe dare in una chat lasciano il tempo che trovano: non esiste la “bacchetta magica”. Per inquadrare l’eventuale problematica di un paziente serve invece una consulenza approfondita (almeno 4 sedute). A seguire, se nella consulenza si evidenzia un problema significativo, per risolverlo è necessaria una vera e propria psicoterapia o una psicoanalisi.
Illudersi che si possa fare qualcosa scrivendo in una chat serve solo a perdere tempo e significa che non si è pronti a mettersi in discussione. Se lei è una persona veramente motivata a capirsi e a cambiare, le do la mia disponibilità per fissare un appuntamento (anche online).

Dott. Massimiliano Castelvedere Psicologo a Brescia

757 Risposte

159 voti positivi

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 OTT 2021

Caro Gianni,
Una cosa mi ha colpito in particolar modo dai tuoi racconti: l'estrema solitudine che immagino ti porti dentro e che in qualche modo si manifesta nel dispiacere di non sentirti interessante agli occhi di una ragazza. Come tu stesso sottolinei, credo sia inutile e fuorviante dirti che hai una vita davanti a te perché dovremmo concentrarci, piuttosto, sul tuo vissuto attuale ( un vissuto doloroso e frustrante) e mi sembri spaventato dal fatto che tale vissuto possa continuare ad estendersi anche più in là con il tempo. Ciò che mi sento di dirti è che forse il punto di partenza è ritrovare la vitalità e autorevolezza di cui parli. La questione del sentirsi interessante agli occhi degli altri è connessa con la percezione che hai di te come persona e inevitabilmente con la costruzione di un'autonomia più solida. È da lì che devi iniziare a lavorare e per farlo occorre mettere a fuoco e stare quanto più a contatto possibile con i tuoi bisogni, le tue paure e le tue aspettative.
Resto a disposizione
E ti invito a prenderti cura di te e dedicare del tempo a prenderti cura del tuo malessere.
Un caro saluto
Dott. Gabriele Fichera

Dott. Gabriele Fichera Psicologo a Torino

98 Risposte

101 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

13 OTT 2021

Caro Gianni,
lei si sente sfiduciato, ritiene di conoscere perfettamente le nostre risposte alle quale replica e commenta preventivamente creando una spezie di dialogo interiore. Osserva e analizza (da solo) la sua biografia ma c’è un sentimento di disappunto, manca qualcosa. No? Il suo messaggio esprime anche sfiducia e ci scrive aspettando delle risposte. A mio avviso quello che manca è poter stabilire un rapporto arricchente con l’altro, con un terapeuta, con cui dialogare e confrontarsi. Le sue riflessioni mostrano che lei ha una buona capacità di auto osservazione e analisi. Ma non basta. L’interazione e lo scambio personale con l’altro, le sarebbe utile permettendo di illuminare zone buie che da solo non può vedere (senza che questo tolga la sua autorevolezza!) Un indizio si percepisce dal suo lamento riguardo alle ragazze: “non hai neanche una che ti viene dietro”. Manca qualche elemento nella sua analisi che le porta a provare un certo senso di fatalità. Il contributo di un psicoterapeuta può aiutarla a capire il perché di questa e altre ricorrenti situazioni. Favorendo il cambiamento e la realizzare del suo sogno.
Rimando disponibile anche online per qualche chiarimento o necessità. Buona serata.

Dr. Gilberto G. Villela Psicologo a Roma

386 Risposte

157 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 OTT 2021

Buongiorno Gianni,
per farsi voler bene bisogna volersi bene. Quanto te ne vuoi?
La bassa autostima condiziona l'efficacia delle relazioni. Viviamo male e anticipiamo gli esiti negativi che ci prefiguriamo.
Ti incoraggio a fare il primo passo lavorando su di te e allora spiccherai il volo nelle relazioni, scegliendo tu gli altri e le altre e non facendoti scegliere.
Ti auguro il meglio e resto a disposizione
Dott.ssa Oriana Parisi

Dott.ssa Oriana Parisi Psicologo a Bari

1413 Risposte

785 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 36450 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 21250

psicologi

domande 36450

domande

Risposte 124050

Risposte