Paura di andare via di casa?

Inviata da ARIANNA95. 2 gen 2017 4 Risposte

Buongiorno,
Sono una ragazza di 20 anni e da un anno sto cercando di trasferirmi all'estero... ma non riesco. Tutte le volte che parto ho sempre attacchi di panico, e crisi d'ansia; mi viene da piangere e non la smetto più. E quindi questa cosa mi costringe a tornare a casa subito.. una volta sono partita la mattina presto, e la sera sono tornata. Poi quando arrivo a casa mi pento e mi sento una fallita, organizzo subito un'altra partenza e succede la stessa cosa. Ho paura ad abbandonare le mie abitudini, se devo dormire in un letto diverso dal mio sto male. Ma andare a studiare all'estero è sempre stato un mio sogno, quindi non capisco che mi succede.
Questa cosa mi è talmente sfuggita di mano che anche andare a dormire di notte da un amica mi fa stare male....
Non so che fare. Mia mamma mi ha proposto uno psicologo, ma ho visto che i tempi di una terapia possono essere anche di 6 mesi... e io voglio scacciare "questa cosa" al piu presto e andare a vivere la mia vita, perchè ora mi sento solo una fallita.
Cosa dovrei fare? Ho pensato di partire e anche se inizio a stare male resistere, finche non mi abituo alla nuova vita...

4 Risposte

  • Miglior risposta

    Gentile Arianna,
    ritengo che tua madre ti abbia dato il consiglio giusto perchè non puoi sperare in una guarigione immediata e miracolosa del tuo disturbo d'ansia.
    D'altra parte hai già fatto qualche tentativo più o meno forzato che è fallito con conseguente crollo dell'autostima e ripetere la cosa rischiando un attacco di panico avrebbe conseguenze ancora più scoraggianti.
    Pertanto il suggerimento è di concederti di risolvere prima questo problema affrontando con pazienza e fiducia un percorso di psicoterapia e solo dopo pensare a fare l'esperienza di studio all'estero.
    Cordiali saluti.
    Dr. Gennaro Fiore
    medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

    Pubblicato il 03 Gennaio 2017

    Logo Dott. Gennaro Fiore

    3647 Risposte

    10835 Valutazioni positive

Spiega il tuo problema alla nostra comunità di psicologi!

Qual è la tua domanda? Psicologi esperti in materia rispondono gratis
Controlla se esistono domande simili a cui si è già risposto:
    • Scrivi correttamente: evita errori ortografici e non scrivere tutto in maiuscolo
    • Esprimiti in maniera chiara: usa un linguaggio diretto e con esempi concreti
    • Sii rispettoso: non utilizzare un linguaggio inadeguato e mantieni le buone maniere
    • Evita lo SPAM: non inserire dati di contatto (telefono, e-mail, etc.) né pubblicità

    Se desideri ricevere una consulenza clicca qui
    Come desideri inviare la tua domanda?
    Rimuovere
    Nome (sarà pubblicato)
    Indirizzo email dove desideri ricevere la risposta
    Perchè possano attenderti telefonicamente
    Per selezionare gli esperti della tua zona
    Per selezionare gli esperti gli esperti più adatti
    • 10650 Psicologi a tua disposizione
    • 9400 Domande inviate
    • 50400 Risposte date
    • Gentile Arianna, riuscire ad essere consapevoli delle proprie emozioni è il primo (non semplice) passo per riuscire ad accettarle, farle proprie e non essere in contrasto con loro. Questa lotta influisce negativamente sulla propria vita, come tu testimoni. L'apporto di un professionista è certamente utile, sulle tempistiche però dipende da molti fattori: ho esperienza di pazienti, arrivati con gravi preoccupazioni che preventivavano un percorso molto lungo, che hanno risolto il loro problema in un paio di incontri; altri, arrivati con un generico "non va male, ma vorrei stare meglio", hanno avuto bisogno di un numero inaspettato di incontri e di sforzi personali
      Cordiali saluti

      Pubblicato il 11 Gennaio 2017

      Logo Dott. Braga Marco

      3 Risposte

    • Ciao Arianna, l'ansia ti sta imprigionando, ti sta condizionando troppo, è giusto che la affronti con un percorso di psicoterapia. Non sono tutte lunghe, esistono anche dei percorsi brevi come ad esempio la psicoterapia breve strategica. A mio avviso, per ricominciare a vivere la tua vita liberamente, potresti provare ad affidarti ad uno psicoterapeuta. In bocca al lupo. Chiara Schiroli

      Pubblicato il 10 Gennaio 2017

      Logo Dott.ssa Chiara Schiroli

      12 Risposte

      6 Valutazioni positive

    • Gentile Arianna, è vero che i tempi di una psicoterapia non sono immediati, ma che cosa sono 6 mesi in confronto al rischio di rimanere paralizzata a vita dall'ansia? Il parlare con uno psicoterapeuta la aiuterà a capire cosa la sta bloccando e le permetterà di non riprogrammare la sua vita sull'ansia ma solo sui suoi obiettivi.
      Consiglio una psicoterapia ad orientamento cognitivo comportamentale poichè è tra le metodiche di lavoro che dà risultati in tempi più celeri.
      Cordialmente
      Dott.ssa Annalisa Caretti

      Pubblicato il 03 Gennaio 2017

      Logo Studio Dott.ssa Annalisa Caretti

      116 Risposte

      80 Valutazioni positive

    Domande simili: Vedi tutte le domande