Posso recuperare un rapporto di coppia?

Inviata da mario. 30 set 2016 5 Risposte

Ho 60 anni come mia moglie, lei da 15 anni ha praticamente alzato un muro ai nostri rapporti sessuali, non l'ha mai entusiasmato il sesso però si faceva. Ma da tanti anni le da fastidio anche essere toccata ai seni e alla vagina, abbiamo raggiunto un compromesso di fare sesso una volta alla settimana, lo fa solo per accontentarmi.
A me non basta, ho cercato in tutti i modi possibili e immaginabili di coinvolgerla ma non c'è niente da fare, la nostra comunicazione di coppia è insoddisfacente non so più che fare, datemi un consiglio, non ho il tempo materiale di costruirmi rapporti extraconiugali, non voglio arrangiarmi con prostitute, ma sicuramente non tollero piu' questa situazione.
Io credo che lei sia diventata asessuale, niente di male basterebbe ammetterlo da parte sua e ci si regola di conseguenza.

5 Risposte

  • Miglior risposta

    Caro Mario,
    la sessualità è una componente molto importante in una coppia ed è comprensibile che i comportamenti di sua moglie possano essere per lei fonte di dolore e disagio. La componente sessuale, per quanto possa essere importante però non è scontata in una relazione, anche questa come ogni cosa all’interno della coppia ha bisogno di essere alimentata attraverso il dialogo, la condivisione della quotidianità, e dei bisogni e desideri di entrambi i coniugi. Per questo mi chiedo se magari possano esserci all’interno del vostro rapporto dei fattori più o meno espliciti che possano limitare il desiderio di sua moglie nel condividere con lei anche la parte intima della vostra relazione. Avete mai affrontato la questione parlando apertamente e senza colpevolizzare nessuno, della difficoltà che lei sperimenta all’interno del rapporto? Se ciò vi risulta difficile, forse l’aiuto di un professionista potrebbe esservi di aiuto nell’esporre ognuno le proprie esigenze. Una volta chiarito tutto apertamente potrete vagliare ulteriori soluzioni in modo sereno e costruttivo per entrambi.

    Rimango a Sua disposizione,
    Dott.ssa Cristina Anile,
    Psicologa,Padova

    Pubblicato il 30 Settembre 2016

    Logo Dott.ssa Cristina Anile

    7 Risposte

    20 Valutazioni positive

Spiega il tuo problema alla nostra comunità di psicologi!

Qual è la tua domanda? Psicologi esperti in materia rispondono gratis
Controlla se esistono domande simili a cui si è già risposto:
    • Scrivi correttamente: evita errori ortografici e non scrivere tutto in maiuscolo
    • Esprimiti in maniera chiara: usa un linguaggio diretto e con esempi concreti
    • Sii rispettoso: non utilizzare un linguaggio inadeguato e mantieni le buone maniere
    • Evita lo SPAM: non inserire dati di contatto (telefono, e-mail, etc.) né pubblicità

    Se desideri ricevere una consulenza clicca qui
    Come desideri inviare la tua domanda?
    Rimuovere
    Nome (sarà pubblicato)
    Indirizzo email dove desideri ricevere la risposta
    Perchè possano attenderti telefonicamente
    Per selezionare gli esperti della tua zona
    Per selezionare gli esperti gli esperti più adatti
    • 10650 Psicologi a tua disposizione
    • 9350 Domande inviate
    • 50250 Risposte date
    • Gentile Mario,
      15 anni fa sua moglie aveva 45 anni, un po' presto per rinunciare al sesso. Non avete mai pensato di consultare uno psicologo psicoterapeuta per indagare i motivi di questo rifiuto o difficoltà e trovare rimedio? Sarebbe stato e credo sia ancora il caso di farlo, fatti salvi ovviamente opportuni esami medici.
      Se sua moglie non è dell'idea, vada per l'intanto lei perchè una psicologa dovrebbe riuscire a capire molte cose anche senza la presenza di sua moglie ed eventualmente trovare strategie per coinvolgerla.
      Se vuole approfondire, occorre un rapporto professionale.
      Cordiali saluti

      Pubblicato il 14 Ottobre 2016

      Logo Valentina Sciubba

      958 Risposte

      559 Valutazioni positive

    • Caro Mario,
      non credo che ti possa consolare, ma sei in buona compagnia. Molti uomini, anche più giovani di te, lamentano lo stesso problema. Come sessuologa cerco, insieme alla coppia, di ristabilire una vita sessuale accettabile e soddisfacente per entrambi. Purtroppo chi ha più esigenze sessuali spesso è penalizzato. Non c'è modo di sollecitare fantasie sessuali in chi, probabilmente anche da un punto di vista ormonale, ha scarsi appetiti sessuali. L'aspetto sessuale noto che spesso viene trascurato, invece è un punto importantissimo che a volta decreta la riuscita di un buon matrimonio. Ti consiglio di fare un percorso di coppia insieme a tua moglie presso un terapeuta. Non credo che la situazione potrà migliorare, ma almeno parlando del vostro problema con un esperto, tua moglie si renderà conto dell'importanza che la sessualità ha per te e magari potrete trovare un compromesso. Auguri
      Dr. Annalisa Lo Monaco

      Pubblicato il 30 Settembre 2016

      Logo Dott.ssa Annalisa Lo Monaco

      312 Risposte

      400 Valutazioni positive

    • Gentile Mario,
      innanzitutto è presumibile che con l'avvento della menopausa e il relativo calo degli ormoni sia diminuito in sua moglie il desiderio sessuale.
      In secondo luogo, lei stesso ha riconosciuto che la comunicazione di coppia è insoddisfacente e questo per me, inutile girarci intorno, significa che la qualità della relazione non è buona o almeno non è ottimale e quindi, come logica conseguenza, vi è una ricaduta di ciò sulla qualità e quantità anche dei rapporti sessuali.
      Quanto al compromesso raggiunto di fare sesso una volta a settimana, forse lei è stato un cattivo negoziatore perchè avrebbe potuto meglio accordarsi per 2 - 3 volte a settimana.
      Comunque, indipendentemente dalla frequenza dei rapporti, è auspicabile almeno che, una volta coinvolta, sua moglie sia partecipativa altrimenti la cosa può diventare avvilente.
      Per migliorare la situazione, ritengo sia necessario in primis l'intervento del ginecologo/sessuologo per controllare e regolare la componente ormonale e poi quello dello psicoterapeuta per migliorare la qualità della relazione slatentizzando i sottostanti motivi di insoddisfazione e/o incomprensione.
      Cordiali saluti.
      Dr. Gennaro Fiore
      medico-chirurgo, psicologo clinico, psicoterapeuta a Quadrivio di Campagna (Salerno).

      Pubblicato il 30 Settembre 2016

      Logo Dott. Gennaro Fiore

      3639 Risposte

      10815 Valutazioni positive

    • Caro Mario,
      che ipotesi si é fatto lei rispetto a questa mancanza di desiderio da parte di sua moglie? Quando é iniziata? Che significato potrebbe avere? Come vive il sesso sua moglie? Ne avete mai parlato?
      É difficile ipotizzare quali siano le ragioni per cui sua moglie non abbia piú voglia di fare l'amore è probabilmente l'unica a poterci rispondere é proprio lei.
      Tuttavia lei puó provare a farsi delle ipotesi su questo e cercare un confronto con sua moglie.
      Una volta comprese le ragioni potrete insieme o singolarmente scegliere le alternative piú percorribili per entrambi.
      Rimango a disposizione.
      Cordialmente,

      Annalisa Anni
      Psicologa Psicoterapeuta Padova

      Pubblicato il 30 Settembre 2016

      Logo Dott.ssa Annalisa Anni Psicologa Psicoterapeuta

      500 Risposte

      833 Valutazioni positive

    Domande simili: Vedi tutte le domande