Vorrei un consiglio per favore

Inviata da Stef · 2 gen 2020

Ciao a tutti mi chiamo Stefani, ho 21 anni, ad ottobre di 2016 ho lasciato il mio paese il Perù e sono venuta in Italia, quando ci siamo separati non è stata tanto dura ricordo.. perché ero molto immatura e facevo venire dei mal di testa ai miei, loro mi hanno lasciato andare a 18 anni anche perché volevano che io maturassi ed è andata così perché ho studiato e lavoro in ospedale ora, ho un buon lavoro, una bella casa ed un bravo marito, ed ho capito quanto mi sono sbagliata prima e quanto era importante la mia famiglia, personalmente ho maturato ora voglio compiere dei sogni per poi un futuro ritornare nel mio paese. Questi 3 anni sono stati degli anni molto duri perché la loro mancanza é sempre constante, perché siamo sempre stati una famiglia molto unita, ed ho questa brutta malattia che la considero così perché non mi fa vivere bene questa depressione ed ansia che non ho mai risolto e che ho lasciato che mi mangi dentro, sono ritornata a casa dopo 3 anni e la permanenza in Perù è stata molto gratificante, bellissima non mi sono separata dai miei e mio fratello neanche per un minuto, li amo tanto... ora sono già ritornata in Italia con mio marito perché mi sono sposata con una persona molto buona che so di amarmi tanto, il problema ora è che non riesco ad essere serena, piango in continuazione per qualunque cosa perché il ricordo dei belli momenti mi mancano, anche il fatto di essere a tavolo a mangiare insieme, o semplicemente un gran abbraccio, mi mancano fisicamente, sono consapevole di dover andare da qualcuno che mi possa aiutare perché da sola non ci sono riuscita e non ci riuscirò, sono deboli in quel senso, tra un po’ devo rientrare al lavoro e so che c’è la farò ma vorrei trovare il mio equilibrio, grazie per chi mi darà un consiglio.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 2 GEN 2020

Cara Stef,
esistono molti modi per migliorare situazioni di lontananza e di mancanze fisiche, mi riferisco alla tecnologia come videochiamate skype o tramite WhatsApp ecc.. Potrebbe essere un aiuto di prima "emergenza". Se anche in questo modo non riesce a superare questa mancanza, sarebbe opportuno confidarsi e parlarne con le figure più importanti della sua vita attuale (come suo marito) che al momento le sono vicini, in modo da considerare un aiuto professionale contro la depressione e l'ansia, rivolgendosi ad un professionista che potrà aiutarla ad alleviare le sue sofferenze e a migliorare la sua situazione per ritrovare l'equilibrio perso.

Cordiali saluti

Dott. Emmanuele Rosito

Dott. Emmanuele Rosito Psicologo a Guglionesi

146 Risposte

381 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 29950 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18800

psicologi

domande 29950

domande

Risposte 102150

Risposte