Vorrei riuscire a vivere a pieno la mia Bisessualità ma non so come fare

Inviata da Giuseppe · 22 gen 2021

Buongiorno Gentilissimi Dottori,
mi chiamo Giuseppe e ho 29 anni, nel titolo del mia richiesta ho affermato di essere Bisessuale ma in realtà non posso affermarlo con certezza in quanto ad oggi ho solamente avuto rapporti con un sesso e non con entrambi.
Sono sempre stato una persona abbastanza timida, insicura e con molte difficolta a instaurare rapporti con gli altri, anche solo di amicizia figuriamosi relazionali sentimental e fino a 26 anni sono stato vergine; non ero mai stato fidanzato e l'unica cosa, se può avere una qualche importanza è stato un bacio sulla bocca dato a una ragazza quando avevo 16 anni.
Per chiarire almeno in parte questa mia difficoltà a relazionarmi a livello sentimentale con le altre persone devo anche segnalare, che fin da bambino soffro di un disturbo ossessivo compulsivo attinente alle malattie (paura di ammallarmi, contarminarmi) cosà che mi ha reso molto difficile intraprendere una vita sessuale. Detto ciò, se sono stato vergine così a lungo, non è stato solamente per via dei miei DOC, ma anche e direi soprattutto per questi "istinti" bisessuali che hanno creato in me frustrazione, senso di colpa, confusione e chi ne ha più ne metta.
Diciamo per semplificare che durante tutta l'adolescenza ho manifestato una libido veramente molto bassa e comunque quel poco che c'era era incanalata verso le ragazze; a 20 anni invece, non so per quale ragione, mi è esploso un desiderio sessuale fortissimo nei confronti dei maschi e allo stesso tempo un forte desiderio di paternità e di avere una famiglia con una donna.
Credevo che non sarei mai uscito da questa situazione di eterno dubbio se non che, appunto a 26 anni, ho conosciuto un ragazzo un po' più grande di me con il quale ho instaurato una splendida amicizia che si è poi trasformata in una forte attrazione sessuale reciproca che è poi sfociata in una meravigliosa, appagante e bellissima relazione sentimentale, tantè che dopo due anni stiamo ancora insieme.
La bellezza di questa relazione a mio avviso e che ci diciamo tutto e lui sa tutto di me anche del mio desiderio di famiglia con una donna e anche lui ha desideri simili a me e si dichiara anche lui bisessuale (lui a differenza mia ha avuto anche altre relazioni sia con uomini che con donne).
Detto questo un'altro pilastro della nostra relazione oltre alla sincerità reciproca e alla grande comunicazione, è il sesso. Noi facciamo moltissimo sesso... direi che noi facciamo sempre sesso, e quando non lo facciamo parliamo di farlo... e la cosa che mi ha impressionato è che anche se si è andati per gradi, ora riesco a fare "tuto" e a farlo senza stare male e lo si fa senza protezioni (intendo senza preservativo) cosa che è una bella conquista per una persona afflitta da DOC come me.
Un'altra cosa che è cambiata in me, avendo rapporti con lui, è stata la mia autostima e la sicurezza in me: oggi mi sento molto più sicuro e virile (sarò banale e diro una stupidata... ma fare sesso mi fa sentire un uomo.. un vero maschio.. cosa che prima non mi sentivo e cosa per cui ci stavo male).
Ora arrivo al punto: per quanto la relazione con lui vada meravigliosamente bene ora voglio di "più".... nel senso che vorrei anche altro... vorrei andare con le donne, sia da un punto di vista relazionale sentimentale che sessuale. Non so se sono pronto però vorrei provare... ne ho parlato con il mio raggazo, lui vuole che io sia felice e mi appoggia in questo. Il fatto è che non so come fare, non so come approcciarmi con una donna, non so se posso dirle che ho un ragazzo e che sono bisessuale (io vorrei trovare una ragazza ai cui poterlo dire e che mi accettasse... però mi sembra impossibile che essa esiste). Insomma è una situazione complessa credo anche a livello sessuale in quanto il corpo di una donna mi eccita molto meno del corpo di un uomo anche se a livello fisico non dovrei avere problemi. Dico che probabilmente non avrò problemi nell'atto fisico in se, in quanto a letto col mio ragazzo sono io l'attivo e lo sono praticamente in via esclusiva in quanto lui gode molto ad avere un ruolo ricettivo cosa che le poche volte che ricevo io a me non succede ed anzi potrei tranquillamente rinunciare ad avere esperienze passive: non mi mancherebbero anche se sono felice di dare piacere al mio uomo concedendomi a lui. Al contrario non potrei rinunciare ad essere attvo: è un ruolo che adoro, che mi fa sentire bene e mi fa godere molto; e a detta del mio uomo sono il migliore "fottitore" con cui lui sia stato e che ho un dono naturale in questo. Detto ciò non volevo essere maleducato o presuntuoso... mirendo benissimo conto che potrei non essere cosi performante ed eccitato alla vista di una donna e quindi avere problemi anche fisici.. però bo l'idea che mi sono fatto e che questo mio essere un attivo mi possa aiutare nei rapporti sessuali con una donna.
Come vi ho detto con una donna vorrei costruirci una famiglia, procrearci dei figli e crescerli insieme a lei. Non so forse voi penserete che più di una donna desidero una macchina per far figli.... non saprei cosa rispondere ci ho riflettuto spesso, ma in realtà io vorrei conoscere una donna con cui instaurare una sana e piacevole relazione sentimentale reciproca, vorrei viverci insieme, farci l'amore e generare dei bambini e crescerli insieme.. solo questo... mi sento molto progettuale con una donna... e questi pensieri generano in me anche una forte libido sessuale nei confronti delle donne. Non so se è abbastanza pero... :(
Mi piacerebbe ricevere un vostro parere, grazie
Mi scuso per essermi dilungato eccessivamente
Giuseppe

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 25 GEN 2021

Caro Giuseppe, la questione che poni è molto complessa e per niente banale. Proprio per questo, penso che sarebbe necessario approfondirla all'interno di un percorso terapeutico, in modo da comprenderne l'origine e le varie sfaccettature, cercando dentro di te una risposta. Chiedi un parere che rischierebbe di essere preconfezionato seppur tu sia stato molto minuzioso nella descrizione. Ti consiglio quindi di rivolgerti ad uno psicoterapeuta per dare il giusto spazio a questa tua confusione e a questo momento particolare della tua vita. Mi rendo disponibile per questa eventualità o per qualsiasi altra tua necessità. Un caro saluto

Rebecca Silvia Rossi Psicologo a Andria

153 Risposte

135 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 28950 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18350

psicologi

domande 28950

domande

Risposte 99050

Risposte