Vorrei lasciarmi alle spalle il mio passato doloroso

Inviata da Michelle · 6 ott 2020

Salve, ho avuto una vita difficile e purtroppo la mia famiglia mi ha causato tanto dolore... così ho deciso di allontanarmi da loro: mio padre che ha provato ad abbandonarmi in orfanotrofio quando ero ancora una bambina, da mio fratello egoista mi tengo alla larga sentendoci ogni tanto, un altro fratello con problemi psichici da cui voglio tenermi a distanza il più possibile che mi ha causato una lesione alle vertebre cervicali e poi c'è mia madre che mi ha causato tanta sofferenza ma essendo mia mamma non lascerò mai sopratutto perché ho un altro fratello con disabilità 100% (é piu grande di me di 2 anni) che aiuto ad accudire poiché lei non ha alcun aiuto di nessun tipo ne economico, ne di supporto ni nessun genere... e so che se io non ci fossi sicuramente sarebbe successo qualche tragedia come si sente spesso.... ho rinunciato alla mia vita poiché ho 29 anni e non sono riuscita nemmeno a finire le superiori, non posso lavorare, non ho più nemmeno amici. Mi sento in trappola ma sono cosciente del sacrificio e spero insieme di riuscire ad andare avanti. Solo che sento un profondo risentimento nei confronti di mia madre per come mi ha sempre trattata male fin da piccola, infatti spesso ci litigo e la tratto male anche perché lei non ha mai ammesso le sue colpe o chiesto scusa e mi fa arrabbiare questo. Da piccola mi chiudeva a chiave insieme a mio fratello disabile ed epilettico perché gli facessi compagnia e giocassimo insieme ma lui era violento e terribilmente viziato, quando sveniva per le crisi epilettiche si riprendeva piangendo e iniziava a picchiarmi sicuramente perché credeva che gli avessi fatto qualcosa, ma non solo mi picchiava anche perché non voleva che toccasse nessun tipo di gioco poiché era viziato e voleva tutto per se, anche perché sentiva i bambini giocare in cortile e non poteva uscire, e delle volte non so nemmeno perché era semplicemente arrabbiato. Il peggio era che mia madre non mi ha mai creduto e mi diceva che lui non aveva bisogno di mentire e quindi era sempre colpa mia e lui diceva sempre a mia madre che io lo picchiavo, invece se dicevo a mia madre che lui mi aveva picchiata lei mi rispondeva che me lo meritavo perché sicuramente gli avevo fatto qualcosa, quindi mia madre arrabbiata mi picchiava a sua volta prendendomi a parolacce, ed éandata così per anni.... a 11 anni mia madre è andata a lavorare in un altra città e mio padre ha provato ad abbandonarmi insieme a mio fratello disabile in orfanotrofio e solo grazie a una mia zia non ci sono finita, dopo abbiamo raggiunto nostra madre... ero più grande e quindi riuscivo a non farmi menare più da mio fratello disabile ma mia madre mi costringeva a stare a casa con lui, mi chiamava subito uscita da scuola minacciandomi e insultandomi perché andassi dritto a casa. A 16 anni circa mi sono ribellata perché non mi faceva uscire e io volevo avere una vita il più normale possibile senza avere il peso della responsabilità per mio fratello disabile ma mia madre mi puniva in diversi modi, mi chiudeva fuori in balcone, nel ripostiglio spingendomi dentro, mi buttava fuori di casa minacciandomi che se fossi uscita non mi avrebbe più fatto rientrare in casa finché un giorno una mia amica di scuola era venuta sotto casa e ha visto come mia madre mi cacciava... allora mi ha fatto rimanere da lei e sua mamma mi disse che potevo rimanere lì (anche se mia madre l'ha chiamata dicendole di cacciarmi via di casa). Dopo un po' di giorni mia cugina che non sentivo mai mi chiama dicendomi che mia madre era disperata e l'aveva chiamata piangendo e allora sono tornata a casa, ma non ne abbiamo mai parlato... col tempo ho iniziato ad allontanarmi da tutti e a stare sempre a casa a badare a mio fratello e deprimendomi sempre di più, spero di riuscire a migliorare la mia situazione e farmi una vita, sto cercando di conciliare lavoro partime e l'assistenza per mio fratello per fare un mutuo insieme a mia madre perché non abbiamo altra scelta e possibilità ma vorrei essere in pace, quando penso al mio passato spesso piango e sento che per la maggior parte della mia vita ho solo sofferto mi sento male a pensare a quel che ho vissuto e quando ne parlo con mia madre lei dice di non ricordare niente e che non ne vuole parlare....

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 7 OTT 2020

Cara Michelle,
il suo messaggio è pieno di dolore e di sofferenza. Quello che porta è la descrizione di numerose difficoltà, traumi se così li vogliamo definire che non è possibile dimenticare o cancellare dalla sua vita. La famiglia, nonostante sia una famiglia problematica, rappresenta l'inizio del nostro mondo relazionale, e contribuisce senza dubbio in modo molto forte alla creazione del nostro "io".
Quello che le consiglio è di intraprendere al più presto un percorso di psicoterapia, con un professionista, perché la sua storia merita di essere ascoltata, condivisa, raccontata. Non esiti quindi a cercare il collega che faccia per lei!
Solo all'interno di una relazione terapeutica le sarà possibile finalmente rileggere il passato con nuovi occhi, e poter scrivere lei stessa la continuazione della sua storia..
Resto a disposizione, a presto
Dott.ssa Noemi Taddio

Mind Lab Psicologo a Trofarello

29 Risposte

10 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 30000 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 18800

psicologi

domande 30000

domande

Risposte 102150

Risposte