Accesso Psicologi Registra il tuo centro gratis

Vorrei lasciare medicina ma i pensieri mi attanagliano.

Inviata da Andrea · 11 dic 2018 Orientamento scolastico

Salve vi scrivo perché ho un pensiero che mi attanaglia ormai da tempo. Sono uno studente di medicina al primo anno, sono passato dopo innumerevoli sforzi e dopo aver frequentato per un anno la facoltà di biotecnologie per la salute dando però solo un esame in un anno intero di studi. Mi sono sempre dato da fare nella vita lavorando anche durante il liceo scientifico come barista nel mio paese e la cosa mi piaceva anche se comportava sforzi ma anche molte soddisfazioni e felicità. Mi è sempre piaciuto l'ambito sanitario poiché ho tratto sempre momenti di riflessione e di felicità nell' aiutare gli altri stando vicino a loro, anche nella mia breve esperienza ma molto importante di volontariato presso un associazione che aiuta i ragazzi con gravi disabilità fisiche e mentali. Ma ho avuto un momento di depressione in questo ultimo periodo poiché non ho la forza e la voglia di studiare(che non ho quasi mai avuto anche nel periodo di liceo anche essendo stati sempre elogiato per la mia intelligenza) studiare per 10 anni della mia vita avendo un progetto di vita diverso. Ho però paura della reazione di mio padre ( persona molto dura e che pretende molto) che mi ha sempre spinto verso questa strada, con mia madre ho parlato come con mia sorella e con la mia ragazza ed hanno capito la mia scelta di intraprendere a settembre gli studi in infermieristica che con meno tempo possono portarmi nell' ambito lavorativo che mi piace. Però ho subito molte situazioni nella mia famiglia che ho sempre affrontato a testa alta ma con ovviamente malessere interiore. Due anni fa infatti è morta la mia ultima nonna in vita a quale ero profondamente attaccato, dato che i miei nonni non li ho conosciuti perché venuti a mancare prima e appena la mia nascità e l'altra nonna quando ero alle medie. Nello stesso anno mia madre ha deciso di andarsene di casa e separarsi con mio padre, ma ora è felice. Ho sempre avuto un rapporto asettico con lei che mi ha fatto male ma ultimamente ho riscoperto il vero rapporto madre figlio che ci dovrebbe essere e ne sono felice. Dopo la separazione dei miei ho trovato finalmente il vero amore ed ho una ragazza al mio fianco di cui sono follemente innamorato ed è l'unica cosa bella che mi sia successa negli ultimi anni.dopo infatti ho subito la morte di mio zio paterno affetto da cirrosi epatica e l'altro mio zio paterno ha sempre problemi di fegato e purtroppo non gli rimane tanto tempo da vivere. Mia zia ha grave problema con l'obesità che non riesce a risolvere e mio zio materno ha un figlio a Santo Domingo che non vede praticamente mai dopo che la madre ha tentato il suicidio qui in Italia ed è riandata nel suo paese. Ora troviamo a qualche mese fa quando arriva la notizia più bella del mondo ovvero che mia sorella e il suo ragazzo aspettano un bambino...felicità che è durata poco poiché qualche settimana fa mia sorella ha perso il bambino e questo mi ha fatto troppo male perché mi sentivo già zio. Sto attraversando questo periodo di crisi poiché ho paura di dare insoddisfazione a mio padre che ha sempre voluto il meglio per me , ma l unico pensiero che mi spinge a sforzarmi di studiare tutti questi anni è la retribuzuone più alta e la fama. Tra cinque anni infatti non mi vedo sopra ai libri ma già con un lavoro ed una mia indipendenza economica e lavorativa. Ora ho paura però di buttare un altro anno nel cestino e di cadere ancora di più in depressione in un momento di troppa inattività e di pressione psicologica ( ho pensato ovviamente di lavorare nel frattempo che arrivi settembre). Per favore aiutatemi.

Risposta inviata

A breve convalideremo la tua risposta e la pubblicheremo

C’è stato un errore

Per favore, provaci di nuovo più tardi.

Miglior risposta 12 DIC 2018

Carissimo Andrea,
credo che lei si senta terribilmente confuso. Lei dice volersi vedere fra pochi anni indipendente economicamente infatti ha sempre lavorato anche quando studiava.
Poi c'è il forte condizionamento di suo padre che la condiziona molto sul percorso di studi.
Io le consiglio un percorso terapeutico con un bravo psicologo (della sua zona o lontano ma che usi Skype) per far chiarezza dentro di sé e usare le sue energia in modo più efficiente.
MI faccia pure delle domande se vuole!
Cordialmente

Dott. Angelo Feggi - Psicoanalista Genova

Dott. Angelo Feggi Psicologo a Genova

473 Risposte

722 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 DIC 2018

Gentile Andrea, perdere un anno non conta nulla rispetto ad una vita lavorativa passata ad attendere un compito che non soddisfa. Inoltre intravvedo in lei una certa instabilità e insicurezza che le avrebbe reso ancora più difficile di quello che già è, fare il medico. Purtroppo bisogna sempre scontrarsi con le aspettative dei familiari, fa parte della vita. Ma se si sente in difficoltà, le consiglio un breve percorso psicoterapeutico.
Un saluto
Leopoldo Tacchini

Dott. Leopoldo Tacchini Psicologo a Firenze

878 Risposte

362 voti positivi

Fa terapia online

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

12 DIC 2018

Buongiorno Andrea,
la situazione che riporta è complessa ed legittimo che lei stia provando un momento di crisi e depressione. Ha vissuto diverse problematiche familiari e questo si riversa nella sua gestione dello stress e dell'ansia.
Il consiglio che posso darle per aiutarla, è quello di ricercare un aiuto psicologico, via skype o presso un professionista della sua zona, per ricevere un supporto specialistico e professionale e comprendere al meglio come andare avanti.
Cordialmente,

Dott. Gianmaria Lunetta,

Psicologo Clinico a Torino

Dr. Gianmaria Lunetta Psicologo a Torino

249 Risposte

397 voti positivi

Contatta

Ti è stata utile?

Grazie per la tua valutazione!

Psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Vedere più psicologi specializzati in Orientamento scolastico

Altre domande su Orientamento scolastico

Spiega il tuo caso ai nostri psicologi

Invia la tua richiesta in forma anonima e riceverai orientamento psicologico in 48h.

50 È necessario scrivere 21850 caratteri in più

La tua domanda e le relative risposte verranno pubblicate sul portale. Questo servizio è gratuito e non sostituisce una seduta psicologica.

Manderemo la tua domanda ai nostri esperti nel tema che si offriranno di occuparsi del tuo caso.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Il prezzo delle sedute non è gratuito e sarà soggetto alle tariffe dei professionisti.

Introduci un nickname per mantenere l'anonimato

La tua domanda è in fase di revisione

Ti avvisaremo per e-mail non appena verrà pubblicata

Questa domanda esiste già

Per favore, cerca tra le domande esistenti per conoscere la risposta

psicologi 16200

psicologi

domande 21850

domande

Risposte 82350

Risposte